BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni Ape Social, Quota 41, Ape Volontaria disoccupazione e invalidi. Requisiti necessari, categorie e chi spetta

Requisiti, condizioni e paletti per la richiesta di ape volontaria, ape social e quota 41: le categorie di persone che possono richiederla


Pensioni ultime notizie ape categorie

Pensioni novità ape richiesta invalidi disoccupati



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 11:24): C'è un altro dettaglio sulle novità per le pensioni ed esattamente sull'Ape volontaria che è stato ribadito negli ultimi giorni. Per accedere a questo strumento non viene richiesta la cessazione dell'attività lavorativa. E le stesse ultime e ultimissime notizie ricordano come tra i requisiti ci sia invece la necessità di non essere titolare di pensione diretta o di assegno ordinario di invalidità.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 17:30): Questi sono dunque giorni di chiarimenti sulle novità per le pensioni che nel corso di questi 12 mesi entreranno ufficialmente in circolo. Tra i passaggi messi in luce con le ultime e ultimissime notizie c'è quello relativo all'importo dell'Ape che è commisurato alla pensione di vecchiaia attesa al raggiungimento degli ordinari requisiti anagrafici ed è erogato in quote di pari importo per 12 mensilità all'anno.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 21:45): Nonostante anche l'ultimo tavolo di confronto sulle novità per le pensioni abbia lasciato aperta la porta del cambiamento, su un punto la maggioranza non si è mossa. Possono accedere all'Ape social i lavoratori dipendenti che svolgono da almeno sei anni in via continuativa un lavoro particolarmente faticoso nell'ambito di una lista ristretta di lavori, al centro dell'attenzione delle ultime e ultimissime notizie.

Quali sono i requisiti richiesti per l’accesso all’Ape, volontaria, social e quota 41, per lasciare anzitempo la propria occupazione? E a chi spetta relativamente alle categorie di persone svantaggiate, cioè invalidi, malati gravi, chi è rimasto senza occupazione? Sappiamo, infatti, che anche se già circoscritta a determinate persone, l’ape social, e la quota 41 collegata, non varrà per tutte le persone che fanno parte delle appena citate categorie. Vediamo, dunque, cosa definiscono gli ulteriori paletti fissati per ogni categoria.

Requisiti per accesso ad Ape volontaria e chi può chiederla

L’ape volontaria non prevede tutti i paletti previsti invece dall’ape social e i requisiti necessari sono:


•    aver raggiunto almeno 63 anni di età;
•    aver maturato almeno 20 anni di contributi;
•    accettare decurtazioni sulla pensione finale;
•    sottoscrivere un piano di rimborso 20ennale dell’anticipo percepito.

Requisiti per accesso ad Ape social per gli invalidi

Tra le categorie di persone svantaggiate che possono richiedere ape social e quota 41 ci sono gli invalidi ma per poter presentare domanda bisognerà accertare di avere una invalidità superiore al 74%, vale a dire dal 75% in poi. Coloro che hanno una percentuale di invalidità inferiore non rientreranno tra coloro che potranno richiedere l’ape social. Possono averne accesso anche coloro che assistono parenti disabili di primo grado, come figli o genitori, o coniuge convivente a patto che lo facciano almeno da sei prima della richiesta; e possono richiederla anche i malati gravi,  ma solo se si tratta di persone che hanno una delle malattie rientranti nella legge 104/1992. Per richiedere l’ape social, invalidi e malati devono comunque aver raggiunto l’età di almeno 63 anni e aver maturato almeno 30 anni di requisiti.

Requisiti per accesso ad Ape social per i disoccupati

I disoccupati che possono richiedere ape social, e quota 41, sono coloro che sono rimasti senza occupazione da lungo tempo e che abbiano esaurito almeno da tre mesi tutti i sussidi di disoccupazione richiesti. Per quanto riguarda i requisiti richiesti, anche in questo caso bisogna aver raggiunto 63 anni di età e maturato 30 anni di contributi.


Requisiti per accesso ad Ape social per impiegati in occupazioni faticose

I requisiti contributivi per l’accesso all’ape social (e alla quota 41) cambiamento ancora per chi svolge occupazioni faticose. In tal caso per richiedere l’ape social bisogna:

  • aver raggiunto 63 anni di età;
  • aver maturato 36 anni di contributi, di cui almeno 6 continuativi;
  • svolgere una delle professioni rientranti nella lista definita, altrimenti non si avrà possibilità di richiesta dell’ape social senza oneri.

La lista delle professioni considerate faticose include:

  • maestre d’asilo nido ed educatori di asilo;
  • addetti all'assistenza personale di persone non autosufficienti;
  • infermiere ed ostetriche; lavoratori edili;
  • lavoratori addetti all’estrazione e alla lavorazione dell’amianto;
  • facchini;
  • conduttori di gru, di macchinari mobili per la perforazione nelle costruzioni;
  • autisti di mezzi pesanti e camion;
  • macchinisti e personale viaggiante ferroviario;
  • conciatori di pelli e di pellicce;
  • addetti alla lavorazione dell’amianto.

Cosa potrebbe ancora cambiare

Le condizioni appena riportate per la richiesta di ape social in riferimento alle determinate categorie di persone potrebbero essere ancora riviste o migliorate, stando a quanto anticipano le ultime notizie. A partire dall’invalidità, infatti, si potrebbe estendere anche a quella sul lavoro, e dunque non solo civile, con possibilità di abbassarla al 60%. Per quanto riguarda i tempi di malattia e non occupazione, è possibile che ne vengano allungati i relativi tempi (di sei e tre mesi) fissati per poter presentare domanda dell’Ape social; così come potrebbe essere suscettibile di ulteriore allargamento la liste delle occupazioni da considerare faticose.

Disoccupati 2017: assegno, indennità, agevolazioni. Debutta il nuovo assegno di disoccupazione nel 2017, vediamo quali sono le caratteristiche, a chi è rivolto e come funziona

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il