Pensioni ultime notizie su quota 100, mini pensioni, quota 41 da Gnecchi, Madia, Cassano

Le ultime posizioni di Madia, Cassano, Gnecchi, ultime notizie su vicende politiche italiani e sentenze dell’Alta Corte e conseguenze per novità per le pensioni

Pensioni ultime notizie su quota 100, mi

pensioni novità ultime affermazioni Marianna Madia



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 12:33): Vi sono delle ricerche di consenso immediato che passano anche per le novità per le pensioni già in vigore e sono quelle che sono portati avanti dalla Gnecchi nelle ultime notizie e ultimissime sia con le modifche richeiste per quota 41 e mini pensioni, sia per determinate categorie come i 64enni con l'apliamento della circolare INPS e alcuni nuovi Ddl.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 18:30): Il consenso viene ricercato almeno su due livelli e su due prospettive temporali nelle ultime notizie e ultimissime. La prima è quella che già ci poteva immaginare facendo affermazioni sulle novità per le pensioni per il futuro nel medio termine con delle novità per le pensioni stesse finalmente importanti. Ed è solo l'inizio.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 21:01): Crescono le affermazioni di apertura nelle ultime notizie e ultimissime per le novità per le pensioni che si potrebbero fare sia a breve che nel medio-termine tutte fatte da persone che ricoprono ruoli da non sottovalutare sia per le novità per le pensioni stesse sia in generale all'interno della stessa attuale maggioranza. E già ricerca del consenso?

In vista di un prossimo voto anticipato, che sia a metà aprile o che sia per il prossimo mese di giugno, ipotesi decisamente più plausibile, sembra che sia già iniziata una sorta di campagna elettorale che sembra puntare soprattutto su misure sociali e novità per le pensioni. Il tema delle novità per le pensioni sarà quello su cui punteranno certamente tutti gli schieramenti politici, a partire dalla maggioranza, che sembra portarsi avanti tra annunci di decreti urgenti, come quello relativo al nuovo reddito di inclusione che dovrebbe anticipare l’assegno universale, interrogazioni parlamentari già presentate, come quella relativa alla revisione del meccanismo delle aspettative di vita, e nuovi ddl.

Le ultime posizioni di Marianna Madia e conseguenze per novità per le pensioni

Il ministro della P.A. Marianna Madia è tra coloro che pare abbia dato il via alla campagna elettorale puntando su novità per le pensioni, con nuovi benefici per l’uscita prima dei dipendenti pubblici. Stando alle ultime notizie, i dipendenti pubblici che abbiano iniziato l'attività lavorativa a gennaio 1996, ma che allo stesso tempo abbiano versato contributi precedenti derivanti da lavoro dipendente o autonomo nel settore privato, possono maturare la pensione con sistema contributivo se hanno raggiunto dopo il primo gennaio 2012. I requisiti richiesti prevedono:

  1. 66 anni di età e 20 anni di contributi con l'importo della pensione superiore a 1,5 volte l'assegno sociale;
  2. 63 anni di età e 20 anni di contributi con l'importo della pensione superiore ad 2,8 volte l'assegno sociale;
  3. 70 anni di età e almeno 5 anni di contribuzione effettiva;
  4. 41 anni di contributi.

Le ultime affermazioni di Cassano e conseguenze per novità per le pensioni

Anche Massimo Cassano avrebbe lasciato intendere la sua intenzione di agire con novità per le pensioni, spiegando che il meccanismo delle aspettative di vita sarà certamente rivisto, ma non nell’immediato. Nominato vice responsabile del Dicastero dell’Occupazione, Cassano, che sostiene la necessità di aumentare il fondo indigenza, ritiene anche le attuali novità per le pensioni di mini pensioni e quota 41 siano un passo in avanti verso la modifica delle attuali norme pensionistiche, senza però fare al momento ulteriori riferimento a eventuali miglioramenti per queste stesse novità per le pensioni. Restano, comunque, le intenzioni di voler cambiare le attuali norme previdenziali.

Le ultime posizioni della Gnecchi e conseguenze per novità per le pensioni

L’obiettivo di modificare le attuali norme previdenziali è anche quello di Maria Luisa Gnecchi, membro di quel Comitato ristretto che ha già proposto miglioramenti per le ultime novità per le pensioni di mini pensione e quota 41, per contribuire ad estenderne la platea di beneficiari, cercando di limitare i paletti fissati. Ed è stata la stessa Gnecchi, come confermano le ultime notizie, presentare a Montecitorio un nuovo ddl relativo alle novità per le pensioni di uscita prima a 64 anni, chiedendo che vengano considerati ai fini del raggiungimento dei requisiti richiesti anche i contributi volontari, figurativi e da riscatto non derivanti da un'attività lavorativa, che al momento ne sono esclusi; e di estensione di questa possibilità anche alle quindicenni nate entro il 1952.

Ti è piaciuto questo articolo?






Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il