Pensioni ultime notizie mini pensioni, quota 41, quota 100 intrecci passaggi elezioni-pensioni

Passaggi attesi in vista di nuove elezioni e conseguenze per novità per le pensioni: le ultime notizie sulla situazione politica italiana

Pensioni ultime notizie mini pensioni, q

Pensioni novità tutti passaggi elezioni modifiche



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 14:10): Da notare rispetto a quanto scritto ieri, che nelle ultime notizie e ultimissime, le motivazioni potrebbero arrivare anche prima intorno a metà di Febbraio, quando proprio è stata convocata, decisione di ieri, l'assemblea dell'attuale maggioranza e dovrebbe essere presentati i DCPM per le novità per le pensioni. Quindi, tutto torna ancora di più, anche se viste le divisioni palesate nei singoli schieramenti di tutte le forze, nessuna eslusa, si potrebbe prendere ulteriore tempo e riuscirà ad inserire nel Milleproroghe le novità per le pensioni stesse delle mini pensioni e quota 41 richieste, almeno quelle che non toccano i budget

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 20:30): Il primo passaggio per le le elezioni sarà il 25 Febbraio quando verranno rese note le motivazione dell'Alta Corte ma ancora prima almeno nelle ultime notizie e ultimissime vi dovrebbero essere i DCPM per le novità per le pensioni che potrebbero arrivare a metà febbraio. E la loro accellerazione potrebbe dimostrare anche la ricerca di urna subito e come saranno fatti anche una ricerca del consenso proprio in vista delle elezioni subito

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 21:45): Abbiamo voluto fare un parallelo tra due rette che si intersecheranno varie volte e sempre con maggiore frequenza ovvero le novità per le pensioni e le elezioni. E alcuni punti di quando e come accadrà sembrano già relativamente chiari nelle ultime notizie e ultimissime

All’indomani del pronunciamento dell’Alta Corte sul sistema di voto, con bocciatura del ballottaggio e via libera al premio di maggioranza, sono diversi i passaggi che si dovranno attendere in vista di nuove elezioni e che si riveleranno importanti per la contestuale definizione di eventuali nuovi assetti politici, tra alleanze e grandi coalizioni, e per le discussioni sui principali temi che si stanno portando avanti, a partire dalle novità per le pensioni, per arrivare a misure sociali e a sostegno del rilancio occupazionale, soprattutto per i più giovani.

Tutti i passaggi attesi dopo la sentenza della Consulta per le elezioni

La sentenza della Consulta potrebbe portare, come sostenuto da diversi schieramenti politici, ad elezioni subito, ma si attendono importanti passaggi che potranno rivelarsi cruciali sia in vista del voto che per le diverse questioni ancora aperte. I passaggi attesi, in particolare, sono quelli:

  1. del primo febbraio, quanto l’Italia dovrà rispondere alla Comunità in merito alla richiesta di misure correttive per un valore di 3,4 miliardi di euro;
  2. del 25 febbraio, data entro la quale sono attese le motivazioni dall’Alta Corte sulla sentenza sul sistema di voto e che permetterà di capire come coordinare il meccanismo di voto tra Montecitorio e Palazzo Madama. Se non si riuscirà a definire un meccanismo di voto valido per entrambe le Aule, stando alle ultime notizie, si potrebbero chiedere elezioni subito;
  3. dello scioglimento delle Aule verso la metà di aprile per andare al voto i primi del mese di giugno.

Le parallele situazioni di novità politiche e novità per le pensioni

All’indomani delle motivazioni che la Consulta renderà note, il segretario del centrosinistra ha già annunciato, come riportano le ultime notizie, di voler aprire un tavolo per proporre un Mattarellum o miglioramenti minori per unificare Montecitorio e Palazzo Madama. Nel caso in cui non si dovesse raggiungere alcun accordo, è possibile che venga direttamente richiesto lo scioglimento delle Camere che potrebbe avvenire verso metà aprile, considerando i tempi tecnici per la campagna elettorale in vista delle elezioni a giugno, considerando che rinviare le elezioni, per esempio, a settembre, non sarebbe possibile vista la consultazione pubblica in programma sulle norme per l’occupazione. Al momento, dunque, sembra che l’ipotesi più probabile riportata dalle ultime notizie sia quella di elezioni a giugno. Nel frattempo, allungandosi i tempi di riorganizzazione fino ad aprile i diversi schieramenti si organizzeranno per cercare di far dimenticare ai cittadini tutti i problemi interni avuti, dal caos interno al M5S, alle tensioni interne del centrosinistra, ai problemi tra Forza Italia e Lega, e lo stesso leader di Forza Italia spera di arrivare ad avere entro tre mesi da ora dalla Corte di Strasburgo la possibilità di tornare a fare politica ed è per questo motivo che non smania per andare al voto subito.

Nel frattempo, in un siffatto contesto politico, sembrano aprirsi prospettive decisamente positive per le novità per le pensioni:

  1. si attendono i dpcm, le cui trattative, secondo le ultime notizie, sembrano stiano andando per il meglio, per cui i tempi previsti dovrebbero essere rispettati e non dovrebbero esserci più rischi di peggioramenti;
  2. si attendono anche novità per le pensioni migliorative con il decreto omnibus, da approvare in una logica di consenso in vista del prossimo voto;
  3. si attendono anche ulteriori novità, nonostante il budget sia ancora ristretto, come il nuovo reddito di inclusione, già annunciato dal ministro delle politiche agricole e che sembra anticipare l’assegno universale.

Si tratta di novità per le pensioni che permetterebbe alla maggioranza di arrivare alle prossime elezioni rilanciando ulteriori novità per le pensioni più importanti, come revisione del meccanismo delle aspettative di vita o novità per le pensioni di quota 41 per tutti, che si andrebbero ad aggiungere, come effettivamente risulterebbe, alle novità per le pensioni, seppur minime, fino ad allora comunque attuate, come:

  1. mini pensione e quota 41 e relativi miglioramenti richiesti;
  2. cumulo gratis di tutti i contributi previdenziali;
  3. aumento delle pensioni minime;
  4. pre assegno universale.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il