Pensioni ultime notizie su quota 100, mini pensioni, quota 41 rischi pesanti da Moscovici, Domborvskis, Padoan

Le ultime posizioni di Padoan, Moscovici, Dombrovskis su ultime vicende politiche italiane e comunitarie e conseguenze per novità per le pensioni

Pensioni ultime notizie su quota 100, mi

pensioni novità ultime affermazioni Pierre Moscovici



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 10:44): E tra le indiscrezioni che arrivano nelle ultime notizie e ultimissime, i conti che sembra abbia presentato Padoan incluso quello dei terremoti non sembrano convincere affatto la Commissione Comunitaria con ripercussioni come abbiamo detto in pratica su tutto. Non ci dovrebbero essere problemi per le novità per le pensioni per quanto riguarda i sistemi per lasciare anzitempo l'occupazione, ma al massimo per il miliardo stanziato, sempre nelle ultime notizie e ultimissime, per aumentare quelle più basse. Ma solo se la Comunità si impuntasse.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 20:01): Perchè è così importante la decisione che prenderà Padoan e l'esecutivo e la risposta Moscovici e Domborvskis anche per le novità per le pensioni? E' molto semplice. Un rifiuto o, comunque, una risposta non risultante soddisfacente da parte dell'Italia potrebbe e dovrebbe far scattare sia sanzioni ma anche una serie di procedure di infrazione che non farebbero altro che mettere sotto controllo e diminuire l'indipendenza nelle nostre scelte economiche, novità per le pensioni comprese. E su cosa l'Italia vorreà fare c'è discordanza nelle ultime notizie e ultimissime

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:30): Decisiva per la strategia economica futura che certo già non appare così semplice saranno le decisioni che verranno prese in ambito Comunitario dopo la risposta che l'Italia sarà tenuta a dare su come e se vorrà accogliere la richiesta di sistemazione del bilancio che nelle ultime notizie e ultimissime non appare così chiara. E da questo imprescindibilmente dipenderanno le novità per le pensioni e non solo.

L’ombra della Comunità alle spalle di una Italia alle prese con sempre più problemi e questioni urgenti da risolvere: le ultime notizie confermano una pressione comunitaria sul nostro Paese affinchè rispetti gli impegni economici presi, le richieste di correzioni all’iter economico e ulteriori novità capaci di ridurre il deficit. Dal nostro Paese, di contro, ci si impegna per non essere commissariati, giudizio che peserebbe poi per sempre sulla nostra Italia, e, nonostante il braccio di ferro con la stessa Comunità, bisognerà rivedere alcuni provvedimento. La speranza è che questa revisione non tocchi le novità per le pensioni per cui sono già stanziati pochi soldi rispetto a quelli richiesti e necessari per attuare novità per le pensioni importanti come quota 100 o quota 41 per tutti, a fronte delle attuali novità per le pensioni di mini pensione e quota 41, ancora sperimentali e limitate.

Le ultime posizioni del ministro Padoan e impatto su novità per le pensioni

Entro il prossimo primo febbraio, come riportano le ultime notizie, il ministro dell'Economia italiano Padoan dovrà rispondere per conto dell’Italia alla richiesta comunitaria di attuare misure correttive per un valore di ben 3,4 miliardi di euro. Secondo quanto trapelato in questi ultimissimi giorni, nonostante lo stesso ministro Padoan abbia detto di aver già avviato una revisione del nuovo iter economico, con l'auspicio di riuscire a soddisfare tutte le richieste presentate dalla Comunità, all’indomani delle ultime notizie sui tragici eventi calamitosi naturali che hanno colpito il centro Italia, probabilmente si chiederà alla Comunità di limare la cifra dei 3,4 miliardi almeno di un miliardo. Tuttavia, si prospetterebbe per il nostro Paese un rischio di commissariamento se non si dovessero riuscire a raggiungere gli obiettivi di deficit fissato e si tratterebbe di una situazione che certamente non avrebbe impatto positivo su quelle novità per le pensioni che, tra l’altro, lo stesso Padoan non ha mai sostenuto e considerato prioritarie. Il problema è che, stando alle ultime notizie, lo stesso ministro dell’Economia starebbe sottovalutando la situazione, tanto che negli ultimi tempi sono stati mostrati segnali di forte sfiducia nei suoi confronti dalla stessa Comunità. E' anche possibile, stando alle ultime notizie, che l'Italia possa andare incontro alla procedura di infrazione per evitare correzioni in vista di un possibile voto a giugno, proprio per costruire una campagna elettorale basata sull'opposizione alla Comunità e alle sue rigide regole.

Le ultime affermazioni del commissario Moscovici e conseguenze per novità per le pensioni

Il responsabile agli Affari economici, Pierre Moscovici, già qualche tempo fa aveva avvertito l'Italia sul rischio di una nuova procedura di infrazione per il deficit, ma è anche colui che si è dimostrato sempre molto aperto alla stessa Italia, sostenendone impegni e sforzi, nonostante la sua situazione economica non sia certo migliorata. Ma ora anche per Moscovici, come confermano del resto le sue ultime affermazioni, è arrivato il momento di attuare quelle misure correttive richieste. Non si può più rinviare. Per sostenere, però, ancora una volta l'Italia nel suo cammino di 'risanamento', lo stesso Moscovivi ha in un certo tranquillizzato, affermano che le spese che saranno sostenute per sisma e ricostruzione di un centro Italia evidentemente martoriato non rientrano nel budget delle misure correttive chieste all'Italia. Per Moscovici, dunque, le spese per il terremoto rappresentano una tantum, mente le misure correttive da 3,4 miliardi di euro dovranno essere strutturali. E ancora una volta il timore è che questi eventuali interventi strutturali possano toccare ulteriori novità per le pensioni, che sarebbero certamente bloccate, e misure sociali. Moscovici, dunque, attende una chiara risposta dall’Italia.

Le ultime posizioni di Dombrovskis e conseguenze per novità per le pensioni

Decisamente più inflessibile nei confronti del nostro Paese, il commissario per l'Euro, Valdis Dombrovskis, che ha chiaramente affermato di voler aprire la procedura di infrazione nei confronti del nostro Paese per non aver mantenuto gli impegni sulla riduzione del debito. Questa posizione, se davvero venisse confermata, avrebbe conseguenze solo negative sulle ulteriori novità per le pensioni che nel nostro Paese si vorrebbero fare e che si prospettano sempre più urgenti.

Ti è piaciuto questo articolo?






Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il
Puoi Approfondire