Pensioni ultime notizie su mini pensioni, quota 41, quota 100 da Renzi, Letta, Pisapia

Le recenti posizioni di Renzi, Pisapia, Letta su ultime notizie politiche e in vista di un nuovo voto e conseguenze per novità per le pensioni

Pensioni ultime notizie su mini pensioni

Pensioni novità ultime affermazioni Giuliano Pisapia



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 19:13): Ma i colpi di scena continuano ad imperversare con D'Alema che è pronto ad una scissione e Bersani che non garantisce nulla nelle ultime notizie e ultimissime. A questo punto Renzi potrebbe trovarsi solo con il Pd o un nuovo schieramento? O è tutta una mossa per costringere a fare il Congresso? Difficile da capire, ma tutto questo dimostra come prima ancora di elezioni e programmi bisogna capire schieramenti e coalizioni e queste su cosa punteranno sulle novità per le pensioni, visto che il discorso appare opraticamente imprescindibile in qualsiasi programma, ma è importante capire cosa vogliono o vorrebbero fare.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 12:33): E non è un caso che Letta, fido braccio destro di Berlusconi, continui a tenere i contatti con l'entourage di Renzi per creare quel famoso esecutivo nazionale che era stato fatto all'inizio e poi si è un pò perso. Entrambi nei propri schieramente soffrono di divisioni e a loro stessi i possibili alleati non vanno bene, in modo particolare a Berlusconi. Renzi tentenna nelle ultime notizie e ultimissime, anche perchè le divisioni sono sempre più forti dalla sua parte, ma c'è l'idea anche di un nuovo centro sinistra con Pisapia. Una coalizione interessenate anche per le novità per le pensioni che avrebbe molto a cuore e potrebbe pungolare sulle novità per le pensioni stesse Renzi.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 18:01): Tutti o quasi i vari esponenti affermano di non voler alleanze e risucire a raggiungere il 40% da soli come ha fatto lo stesso Renzi anche nelle ultime notizie e ultimissime ma che gli esponenti delle altre forze. Il vero problema è che neppure con le coalizioni e alleanze fondamentali per avere la maggioranza, nonostante quello che venga detto, potrebbeo garantire la governabilità soprattutto alla Camera. E le divisioni sia interne dei singoli schieramenti che ora ci sono molto forti e che andrebbero anche nelle potenziali alleanze rendo tutto il quadro ancora più difficile per tutto, novità pensioni comprese.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 21:30): Vi sono almeno tre alleanze che si potrebbero creare per ottenere la maggioranza e cercare di vincere le elezioni nonostante nelle affermazioni delle ultime notizie e ultimissime tutti i prtagonisti parlano di arrivare da soli al fatidico 40%. E sarebbe ottimale davvero riuscirci per tutto, novità pensioni comprese, ma appare praticamente impossibile

In vista di un voto anticipato rispetto al 2018, che in tanti chiedono già per la metà di aprile, ma che si potrebbe prospettare, con molta più probabilità secondo le ultime notizie, per il mese di giugno, iniziano i diversi movimenti politici, tra alleanze, coalizioni e programmi da portare avanti. Le ultime notizie parlano della possibilità della nascita di una sinistra progressista alternativa a quella del segretario del centrosinistra, una sorta di ritorno all’Ulivo che rappresenterebbe una buona ipotesi per l’attuazione di novità per le pensioni, al contrario di un Nazareno due, grande coalizione tra centrosinistra e centrodestra, considerando che se in linea teorica le grandi coalizioni rappresentano una buona opportunità per un rilancio di misure come novità per le pensioni, di fatto, nel nostro Paese, non hanno mai fatto nulla in merito. Tuttavia, alleanze e coalizioni, dopo la sentenza della Consulta sul premio di maggioranza, sarebbero importanti, per cui bisognerà valutare bene dove e a chi rivolgersi.

Le ultime affermazioni di Renzi e impatto su novità per le pensioni

Dopo le ultime notizie sulla nuova segreteria, con nomi illustri e che si riveleranno quasi certamente decisivi per l’attuazione di novità per le pensioni importanti, andando oltre le attuali mini pensioni e quota 41, e dopo le ultime notizie sulla sentenza dell’Alta Corte, il segretario del centro sinistra sembra stia dando il via ad una sorta di campagna elettorale che dovrebbe puntare soprattutto su

  1. cultura;
  2. attenzione agli enti locali;
  3. misure sociali;
  4. novità per le pensioni.

Contrariamente però alle opposizioni che dovrebbero andare al voto subito, come confermato dalle ultime e ultimissime notizie, il segretario del centrosinistra vorrebbe più tempo e andare al voto il prossimo mese di giugno. Ha chiaramente affermato che il pronunciamento dell'Alta Corte non ha cambiato nulla, per cui si può andare al voto a giugno, anticipando comunque la data del 2018 e si prepara. Tra le ultime notizie, anche la possibilità che pensi ad un'alleanza con la sinistra di Pisapia e il centro di Alfano.  

Le ultime posizioni di Pisapia e conseguenze per novità per le pensioni

Tuttavia, nella grande coalizione di centro sinistra, voluta di Pisapia appunto, sotto l’ala di Prodi, come se si ritornasse ai principi dell’Ulivo, e di cui dovrebbe far parte anche l’attuale presidente della Camera, non sembra esserci posto per il segretario del centro sinistra. D’altronde, stando alle ultime notizie, si tratta di una forza politica pensata proprio per porsi come alternativa di sinistra a quella dell’ex premier. Pisapia ha spiegato che l’intenzione è quella di dar vita ad una forza capace di rispondere innanzitutto alle richieste dei cittadini, ascoltando i reali bisogni della gente, puntando a:

  1. misure di sostegno sociale:
  2. novità per le pensioni importanti;
  3. quota 41 per tutti senza oneri;
  4. revisione delle attuali regole previdenziali.

Le ultime posizioni di Letta e conseguenze per novità per le pensioni

Con il nuovo sistema di voto reso noto dalla Consulta, un nuovo esecutivo potrebbe costituirsi solo con larghe intese e, nel contesto di riorganizzazione politica del centro sinistra e di alleanze ancora da scegliere per il centro destra, si pone come un grande punto interrogativo Giani Letta. che nell'attesa delle sentenza europea di Strasburgo che potrebbe sancire di nuovo la candidabilità del leader del centrodestra, stando alle ultime notizie, avrebbe iniziato ad avere contatti con il segretario del centrosinistra. Secondo quanto affermato da Letta, riportato da alcune fonti, con un proporzionale i tempi della legislatura si stringono prospettandone una nuova con il leader del centrodestra membro di una grande coalizione. E proprio la coalizione tra centrodestra e centrosinistra potrebbe rivelarsi vincente per un importante rilancio delle novità per le pensioni, considerando le posizioni sul tema di entrambi gli schieramenti politici. Il problema è che se all’estero le grandi coalizioni hanno sempre soddisfatto i cittadini con provvedimenti popolari come le stesse novità per le pensioni, nel nostro Paese questi risultati non sono mai stati raggiunti.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il