Pensioni ultime notizie risposta Italia-Ue oggi mercoledì 1 Febbraio fondamentale pensioni mini, quota 41

Attesa la risposta italiana alla richiesta della Comunità di una manovra correttiva: ultime notizie su possibili prospettive e conseguenze per novità per le pensioni

Pensioni ultime notizie risposta Italia-

pensioni novità risposta decisiva primo febbraio



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore XX:XX): Potrebbero esserci ripercussioni anche sulle novità per le pensioni immaginate dalla maggioranza in questo 2017 con un elaborato piano che interviene a più livelli. Ma la volontà che emerge dalle ultime e ultimissime notizie è di non rompere con la Comunità ma di guadagnare tempo, proseguendo una discussione fino ad aprile, quando sarà presentato il Documento di economia e finanza.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 14:13): Da quanto si apprende a meno di 24 ore dalla risposta dell'Italia all'Ue, la stessa Ue nelle indiscrezioni delle ultime notizie e ultimissime non si vede affatto convinta sia dei conti che di quello che vorrebbe fare l'Italia per rientrare nei parametri richiesti. E c'è chi riparla di congelamento sulle novità per le pensioni, anche se solo riguardante la crescita di quelle inferiori che è il capitolo maggiore ovvero di ricrca 1 miliardo.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 18:30): I colloqui riservati continuano e la stessa maggioranza si divide su cosa fare quando mancano ormai meno di 48 ore alla risposta richiesta, salvo soprese. L'idea sembra quella di prendere tempo o di prolungare determinate sanatorie nelle ultime notizie e ultimissime, ma non sono le risposte che vorrebbe la Comunità, che ne richeiderebe di più sostanziali. Confermato che non saranno toccate le novità per le pensioni, vista anche l'esiguità di quello fatto, ma il pericolo rimane come detto la procedura di infrazione che farebbe controllare tutte le decisioni economiche e che chiuderebbero le porte a qualsiasi ulteriore novità per le pensioni anche con le elezioni. Questo chiaramente in via teorica, poi, si parla anche di guizzi di indipendenze e di autonomia nelle scelte che sembrano esserci nell'esecutivo....

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 21:45): E' assolutamente fondamentale capire cosa intende fare l'esecutivo per quanto riguarda la correzione richiesta dalla Comunità e lo si comprenderà dalla risposta che dovrà dare mercoledì. Al momento le ultime notizie e ultimissime appaiono divise tra una sistemazione dei conti che non dovrebbe, comunque, impattare sulle novità per le pensioni e un rifiuto che avrebbe rischi su tutta la strategie economica nel medio termine, novità per le pensioni comprese.

La Comunità ha chiesto all'Italia una manovra correttiva da 3,4 miliardi di euro altrimenti si prospetterebbe il rischio del'apertura di una nuova procedura di infrazione: il motivo, stando a quanto confermano le ultime notizie, sarebbe quello del mancato rispetto degli impegni presi sulla riduzione del debito. Ed entro mercoledì primo febbraio si attende la risposta decisiva a tale richiesta da parte del ministro dell'Economia italiano che, secondo quanto riportano le ultime notizie, dovrebbe appellarsi alle circostanze eccezionali che non hanno permesso al nostro Paese di centrare gli obiettivi programmati con la comunità, senza dimenticare poi le vicende politiche e la caduta dell'esecutivo che hanno creato non poco caso, destabilizzando fortemente.  

Le conseguenze della risposta italiana alla Comunità e rischi possibili

In realtà, le correzioni chieste dalla Comunità, da un punto di vista tecnico, secondo quanto riportano le ultime notizie, si potrebbero tranquillamente fare, definendo provvedimenti strutturali da sviluppare insieme al prossimo iter economico e con eventuali anticipi al 2017 di misure in programma per il prossimo anno, ma l'ostacolo da superare sarebbe puramente politico, perchè rivedendo le misure previste si rischierebbe di vanificare gli impegni del precedente esecutivo nei confronti del quale quello attuale ha deciso di porsi in posizione di continuità. E’ possibile che non rispondendo in maniera adeguata alla Comunità e mostrando ancora grandi difficoltà economiche, l’Italia possa essere commissariata, procedura che potrebbe anche bloccare le politiche sociali e potrebbe portare alla fine dell’operazione di Qe sostenuta dal presidente della Bce per sostenere l’economia e la sua potenziale ripresa, coinvolgendo anche quei provvedimenti avviati per un nuovo sviluppo, comprese le novità per le pensioni. In questo caso, però, la ripresa sarebbe sostenuta da un rilancio dell’occupazione, strettamente collegato a novità per le pensioni che siano però di più grande portata rispetto alle attuali novità per le pensioni di mini pensione e quota 41 e possano permettere di riavviare il turn over a lavoro con impiego dei più giovani, contribuendo a dare nuova spinta alla produttività, all’occupazione e ai consumi, e di conseguenza all’economia in generale. E queste novità per le pensioni sarebbero:

  1. novità per le pensioni di quota 100;
  2. novità per le pensioni di quota 41 per tutti indipendentemente dall’età anagrafica e senza penalità;
  3. assegno universale per tutti coloro che in tarda età perdono la propria occupazione e sono ancora lontani dai requisiti pensionistici necessari.

Il rischio commissariamento, la Troika e possibile impatto su novità per le pensioni

Il rischio commissariamento del nostro Paese potrebbe portare al via della cosiddetta Troika, sistema finanziario ed economico europeo controllato costituito da rappresentanti della Commissione europea, della Banca centrale europea e del Fondo monetario internazionale, che garantirebbe aiuti dal fondo salva-stati per scongiurare il rischio di insolvenza sovrana dello Stato, in cambio di politiche di austerità, con tagli alla spesa pubblica, misure di drastica riduzione della corruzione e dell’evasione fiscale, taglio del cuneo fiscale e provvedimento per migliorare l'efficienza della pubblica amministrazione. La Troika avrebbe un impatto decisamente negativo sulle novità per le pensioni, perchè porterebbe un ulteriore irrigidimento previdenziale e novità per le pensioni peggiorative, nonostante il nostro sistema previdenziale italiano sia già il più rigido d’Europa e le ultime novità per le pensioni di mini pensione e quota 41 inserite nel nuovo testo unico non rappresentano novità ufficiali per le pensioni positive per tutti, considerando che vengono considerate più come misure indennitarie.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il