Bollo auto 2017: scadenza tra due giorni. Quando e quanto pagare. E come si può pagare meno o casi esenzione totale

Ci sono molti casi in cui si può pagare meno così come quelli di esenzione totale per il bollo auto 2017. Prossima la prima scadenza.

Bollo auto 2017: scadenza tra due giorni

Esenzione totale bollo auto 2017



Corsa al pagamento del bollo auto 2017. C'è tempo fino al 31 gennaio per mettersi in regola nel caso in cui l'imposta è andata in scadenza alla fine dello scorso anno. Una precisazione preliminare è indispensabile: si tratta di un obbligo legato al possesso e non all'utilizzo della vettura. Significa che l'importo richiesto, legato a potenza dell'auto e alla classe d'inquinamento, va versato sempre e comunque, anche se il mezzo rimane per tutto l'anno fermo in garage.

Bollo auto 2017: scadenze da ricorda e quanto pagare

Il rinnovo del bollo deve essere effettuato entro l'ultimo giorno del mese successivo alla data di scadenza riportata sul tagliando. Nel caso in cui l'ultimo giorno utile sia sabato o festivo, il limite si estende al seguente giorno lavorativo senza l’applicazione di alcuna mora. Ad esempio, consideriamo il 2017:

  1. scadenza dicembre 2016, pagamento dal 1° gennaio al 31 gennaio 2017;
  2. scadenza gennaio 2017, pagamento dal 1° febbraio al 28 febbraio 2017;
  3. scadenza aprile 2017, pagamento dal 1° maggio al 31 maggio 2017;
  4. scadenza maggio 2017, pagamento dal 1° giugno al 30 giugno 2017;
  5. scadenza luglio 2017, pagamento dal 1° agosto al 31 agosto 2017;
  6. scadenza agosto 2017, pagamento dal 1° settembre al 30 settembre 2017;
  7. scadenza settembre 2017, pagamento dal 1° ottobre al 31 ottobre 2017.

Per sapere quanto pagare occorre allo tenere conto della potenza del veicolo e della regione di residenza. Per individuare l'importo corretto è possibile effettuare i calcoli utilizzano il servizio online gratuito messo a disposizione sul sito dell'Aci o su quello dell'Agenzia delle Entrate. Basta inserire i dati della propria vettura ovvero numero di targa e regione di residenza e con pochi click l'intera operazione va a buon fine.

Come si può pagare meno o casi esenzione totale per il bollo auto 2017

Bisogna innanzitutto precisare come la normativa per pagare meno il bollo auto ovvero per esserne totalmente esenti, varia in base alla regione. Possono esserci particolarità sempre differenti. Il consiglio è dunque di verificare con attenzione la propria posizione. Comunque è possibile sintetizzare le agevolazioni in queste fasce:

  1. esenzione auto per disabili, invalidi e portatori di handicap;
  2. esenzioni temporanee e riduzioni per auto elettriche;
  3. esenzioni temporanee e riduzioni per auto ibride;
  4. riduzione per auto alimentate a GPL o metano;
  5. tassa di circolazione ridotta per veicoli storici.

In merito all'esenzione del pagamento del bollo auto 2017 in favore di disabili, invalidi e portatori di handicap, per fruirne, il veicolo deve essere intestato alla stessa persona diversamente abile, ovvero anche a un soggetto rispetto al quale è fiscalmente a carico. Non si tiene conto dei redditi esenti, come ad esempio le pensioni sociali, le indennità, gli assegni e le pensioni rogati ai non vedenti, ai sordomuti e agli invalidi civili. Nel caso in cui la soglia venga superata, occorre che i documenti di spesa siano intestati al disabile. Non sono agevolabili i veicoli intestati a società o enti, pubblici o privati.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il