Pensioni ultime notizie mini pensioni, quota 41, quota 100 svolta e rilancio da schieramenti Sinistra nuovi

Le nuove possibili strade della Sinistra, ultime notizie su possibili forze e ripercussioni su novità per le pensioni: scenari e prospettive

Pensioni ultime notizie mini pensioni, q

pensioni novità rilancio nuovi schieramenti sinistra



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 9:33): Non è semplice capire quali potrebbero essere gli schieramenti della sinistra e del centro sinistra nuovi che si verranno a presentare con la confusione nelle ultime notizie e ultimissime e questo la dice già tutta delle difficoltà intrinseche che ci sono per le elezioni subito e dopo anche di formare una vera maggioranza senza la quale qualsiasi novità per le pensioni sarebbe inutile. Certo alcune ipotesi come quelle che abbiamo fatto sotto ci sono e tutte avrebbero ripercussioni sulle novità per le pensioni.l

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 19:52): Che scontri tra la sinistra del Partito democratico e la parte maggioritaria che fa riferimento al segretario. L'opposizione interna, da sempre più convinta sulle novità per le pensioni, ha ormai rotto i ponti e gioca le sue carte su prospettive esterne ai dem. Da parte sua, come raccontano le ultime e ultimissime notizie, il segretario apre alle primarie e il presidente emerito Napolitano si schiera contro il voto subito.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 19:01): Continuano a giungere nelle ultime notizie e ultimissime bordate dal governatore della Puglia Michele Emiliano al segretario dell'ttuale maggioranza. La grande sfida per le novità per le pensioni passa proprio dalla capacità della sinistra del partito a trovare una figura di riferimento attorno a cui riunirsi per tentare la scalata.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 21:01): Ci sono anche i nuovi equilibri politici e i collocamenti all'interno degli stessi partiti a mettere le basi dei nuovi programmi elettorali in vista della prossima chiamata al voto. Di conseguenza le novità per le pensioni passeranno anche dalle scelte raccontate dalle ultime e ultimissime notizie che non escludono clamorose scissioni. Per le novità per le pensioni ci sono ancora pagine da scrivere.

La sentenza dell’Alta Corte sul sistema di voto ha dato il via allo scontro politico sulla data delle prossime elezioni, tra chi chiede il voto subito, chi rimanda a giugno e le ultime notizie sulla posizione del segretario del centrosinistra pronto a votare anche a fine aprile e non più a giugno e sulla possibilità di una sempre più concreta scissione interna alla stessa sinistra, ipotizzata da già tempo, annunciata ormai da giorni. E dalla scissioni potrebbero derivare:

  1. nuovo schieramento con D’Alema ed Emiliano;
  2. sinistra progressista di Pisapia;
  3. Sinistra italiana.

D’Alema ed Emiliano, rischio scissione e conseguenze per novità per le pensioni

Tra i primi a parlare di scissione l’ex premier Massimo D’Alema che, stando a quanto riportano le ultime notizie, avrebbe chiaramente spiegato come questo processo di divisione interna della sinistra sia stato innescato dallo stesso segretario dello schieramento, e non certo da ora. Bisogna guardare avanti e secondo D’Alema, tra i tre e i cinque milioni di elettori di sinistra non votano più per la maggioranza. La posizione di D’Alema non è, in realtà, di scissione, piuttosto di invito a discutere in maniera approfondita del nuovo sistema di voto che non ponga il problema della governabilità. Ma si tratta di un invito che non è stato accolto dall’ex premier e la scissione, dunque, si prepara ad arrivar quando il segretario del centrosinistra chiederà di andare al voto senza cambiare prima il sistema di voto. D'Alema auspica di non arrivare alla scissione, ma se si dovesse costituire un nuovo schieramento di sinistra, certamente, stando alle previsione, supererà il 10% dei voti. E non ci sarebbe alcuna prospettiva di alleanza con il segretario dello schieramento. Una forza che sarebbe sostenuta anche dal governatore della Puglia Emiliano. La sua presenza sarebbe decisamente importante per il rilancio di novità per le pensioni e l’attenzione alle questioni sociali. Da non dimenticare che è stato proprio Emiliano a introdurre già lo scorso anno nella sua regione l’assegno universale e sarebbe pronto a puntare su novità per le pensioni importanti, da sempre favorevole a novità per le pensioni di quota 100 e novità per le pensioni di quota 41 per tutti.

La nuova Sinistra progressista di Pisapia e posizioni su novità per le pensioni

L’altra novità del centro sinistra potrebbe essere quella di uno schieramento allargato con l'ex sindaco di Milano Pisapia che, stando alle ultime notizie, potrebbe guidare una forza avversaria all'ex premier alle prossime primarie, affiancato probabilmente dall'attuale presidente della Camera, e con l'omra dell'ex premier Prodi. L'ex sindaco di Milano ha intenzione di costituire una forza capace di rispondere alle richieste e ai bisogni della gente, dalle novità per le pensioni più importanti delle attuali mini pensioni e quota 41, per una profonda revisione delle attuali norme pensionistiche. La nuova sinistra di Pisapia sarebbe decisamente progressista, pronta a porsi come alternativa di sinistra per tutti coloro che sono rimasti delusi dal’operato dell’ex premier ma che, stando alle ultime notizie, potrebbe anche aprire ad una nuova allenza con la maggioranza dl sottosegretario del centrosinistra.

Sinistra Italiana e idee per novità per le pensioni

In questo particolare momento di riorganizzazione del centrosinistra, il capogruppo della ex Sel Arturo Scotto ha annunciato di essere pronto a candidarsi per la segreteria. E ha chiarito che non si farà alcuna alleanza con l’attuale segretario della Sinistra Italiana. Obiettivi di Scotto sono:

  1. voler riunire uno schieramento politico ormai troppo diviso;
  2. ricostruire una forza di sinistra che sta perdendo potere;
  3. essere in grado di affrontare le sfide nate dalla crisi, da questione sociale, a indigenza crescente, tasso di disoccupazione giovanile ancora troppo elevato.

Per Scotto, stando alle ultime notizie, bisognerebbe ripartire da novità per l’occupazione, con la definizione di nuove e importanti tutele come l’assegno universale, per arrivare a novità per le pensioni diano spinta al mercato del lavoro per i più giovani, a misure per il mondo femminile. Scotto, dunque, sarebbe decisamente dalla parte di novità per le pensioni più importanti delle attuali mini pensioni e quota 41. Il vero problema, però, è quello di capire quanto potrebbero prendere e considerare quali sarebbero i risultati se il nuovo schieramento di D’Alema prendesse il 10% o più e l'altro il 5% indebolendo la sinistra dell’ex premier? Altra domanda che ci si pone è se sarebbe possibile un’alleanza di tutta la sinistra ma si tratta di una domanda superflua, considerando che la scissione sarebbe dettata proprio dal non voler alcuna alleanza con l’ex premier, anche se la sinistra Italiana di Scotto, così come la sinistra progressista di Pisapia, stando alle ultime notizie, potrebbero allearsi proprio con l'ex premier. In questo scenario, tutte le prospettive di eventuale rilancio delle novità per le pensioni potrebbero essere supportate dal fatto che tutti le vogliono. Ma potrebbe anche trattasi di un’arma a doppio taglio che potrebbe renderle meno importanti, con il rischio che si dica tanto e si faccia nulla.


 

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il