Pensioni ultime notizie su mini pensioni, quota 41, quota 100 da Patriarca, Martina, Collina

Le ultime posizioni di Collina, Martina e Patriarca, ultime notizie su andamento delle discussioni dei provvedimenti più importanti e conseguenze per novità per le pensioni

Pensioni ultime notizie su mini pensioni

pensioni novità ultime affermazioni ministro Martina



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 16:01): Anche adesso che si tratta solo di sistemare e completare il progetto delle novità per le pensioni e di prevedere provvedimenti di secondo piano, almeno dal punto di vista dell'impatto sulle casse statali, non c'è uniformità di vedute all'interno della maggioranza. Non a caso le ultime e ultimissime notizie evocano immagini di voto prima della scadenza della legislatura per poi ricominciare tutto da capo.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 18:30): E vi è la conferma che, nonostante tra conferme e smentite, l'esecutivo appare sempre molto in bilico, Martina, attraverso il gruppo che si dedica all'occupazione, avrebbe l'intenzione di lanciare come ripetuto nelle ultime notizie e ultimissime all'interno del Fondo Indigenza uno sistema primordiale di assegno universale che andrebbe ai senza occupazione e pensione addirittura con un decreto d'urgenza. E questo iter sta proseguendo ufficialmente anche nei lavori in Commissione insieme alle altre novità per le pensioni più in seno stretto dette sotto.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 9:23): Vi sono almeno tre momenti già stabiliti e ufficiali in cui vi potrebbero essere le novità per le pensioni sia inedite che totalmente nuove e sono stati confermati dalle affermazioni dei tre responsabili diversi ovvero Collina il coordinatore del Milleproroghe, Patriarca uno dei responsabili dei DPCM per le mini pensioni e quota 41 e Martina uno dei sostenitori e fautori principali di un inizio di assegno universale.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 21:30): Ci sono diversi centri di interesse da seguire con attenzione per capire se e in che modo di saranno novità per le pensioni. In particolare, miglioramenti e interventi potrebbero rientrare nel nuovo Milleproroghe che, come riferiscono le ultime e ultimissime notizie, è di maggiore importanza rispetto allo scorso anno per via della mancata seconda lettura della legge di Bilancio. Si tratta dunque del suo completamento.

Sono giorni piuttosto importanti e concitati per la definizione di nuove organizzazioni politiche, e non solo, all’indomani della sentenza dell’Alta Corte che tra confusioni e scontri potrebbe portare ad un voto anticipato e ad un conseguente rilancio di importanti questioni, come le novità per le pensioni. In atl senso qualcosa, stando alle ultime notizie, si starebbe nuovamente muovendo.

Le ultime posizioni di Collina e conseguenze per novità per le pensioni

Si parte con il decreto Milleproroghe, il cui iter di discussione sarebbe ripartito e che, come annunciato da Collina, uno dei suoi relatori, potrebbe arrivare a comprendere quei miglioramenti alle ultime novità per le pensioni di mini pensione e quota 41 presentati mesi fa dal Comitato ristretto per le pensioni, che si pensava sarebbero rientrati nel nuovo testo unico con il suo approdo a Palazzo Madama, ma poi messi da parte a causa del voto di fiducia dato all’indomani della sconfitta dell’ex premier alla consultazione pubblica di dicembre. I miglioramenti alle ultime novità per le pensioni di mini pensione e quota 41 che potrebbero rientrare nel nuovo Milleproroghe sarebbero:

  1. richiesta di un aumento dei tempi di malattia e non occupazione per la richiesta di mini pensione senza oneri e quota 41 ad essa collegata;
  2. richiesta di ampliamento della lista delle attività da considerare faticose, sempre per l’accesso alla mini pensione senza oneri;
  3. riduzione della percentuale di invalidità dal 75 al 60% per mini pensione senza oneri e quota 41, da estendere anche agli invalidi sul lavoro;
  4. riduzione degli anni contributivi da 36 a 35 per la richiesta di mini pensione senza oneri da parte di coloro che sono impiegati in occupazioni faticose, con la cancellazione del vincolo dei sei anni consecutivo per gli impiegati nel settore delle costruzioni.

Le ultime affermazioni del ministro Martina e conseguenze per novità per le pensioni

Insieme al decreto Milleproroghe, le ultime notizie confermano la ripresa delle discussioni anche del Fondo indigenza: ad occuparsene il Comitato ristretto per le pensioni e tra le misure che dovrebbe comprendere anche quella nuova forma di assegno universale annunciato dal ministro delle Politiche agricole Martina.  In riferimento a quest’ultima novità di aiuto sociale, lo stesso ministro Martina avrebbe affermato di essere pronto a firmarne un decreto urgente per la sua introduzione. Pensato per le famiglie in condizioni di forte indigenza, senza occupazione e lontani dalla pensione, di un valore che dovrebbe essere compreso tra i 350 e i 450 euro, questa novità sembra anticipare l’assegno universale per tutti di cui si è sempre parlato, ma altrettanto sempre rimandato in questi ultimi mesi perché troppo costoso. Richiederebbe, infatti, circa 10 miliardi di euro, troppo rispetto al budget disponibile per l’Italia.

Le ultime posizioni di Patriarca e conseguenze per novità per le pensioni

Così come Milleproroghe e Fondo Indigenza, le ultime notizie confermano che continuano ad andare avanti, ed anche positivamente, le trattative per la chiusura degli accordi per i Dpcm che, stando alle ultime notizie, potrebbero essere anticipati dal primo marzo a metà febbraio, e che conterranno le regole ufficiali di funzionamento delle ultime novità per le pensioni di mini pensione e quota 41. A confermare il buon andamento delle discussioni sui suddetti decreti attuativi, uno dei responsabili tecnici e consigliere economico da tempo impegnato per un buon esito delle discussioni in merito, Patriarca. L’attesa è per:

  1. conoscere le entità dei tassi di interesse che dovranno essere calcolati sulla mini pensione da restituire agli istituti di credito;
  2. le condizioni delle polizze assicurative;
  3. eventuali criteri di priorità di accesso alla mini pensione;
  4. tempi ufficiali di entrata in vigore di mini pensione e quota 41.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il
Puoi Approfondire