BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie resta aperto il problema della risposte italiana all'Ue per mini pensioni, quota 41, quota 100

La risposta italiana alla lettera della Comunità: ultime notizie oggi e conseguenze per novità per le pensioni in base a scenari


pensioni ultime notizie lettera comunità

pensioni novità inviata lettera comunità conseguenze



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 14:49): La maggioranza ha allora deciso che la correzione verrà con un programma in più tappe che si chiuderà al più tardi entro aprile, quando cioè è atteso il Documento di economia e finanza. Per sapere se saranno coinvolte anche le novità per le pensioni non resta che seguire le ultime e ultimissime notizie che stanno comunque confermano difficoltà ed errori commessi in passato e scontati adesso.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 21:01): L'ipotesi ventilata inizialmente da più parti riguardava l'aumento dell'Iva di un punto per garantire un'entrata certa. Ma questa eventualità è stata smentita dalle ultime e ultimissime notizie. Secondo la maggioranza il Paese ha bisogno di politiche espansive per una crescita più sostanziale. Arrivano invece conferme dell'assenza di interventi di correzione sulle novità per le pensioni nella lettera di risposta.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 21:01): La strategia attesa è chiara: almeno per ora le novità per le pensioni e quanto stabilità con la manovra non si cambiano. Il Tesoro cerca di ottenere uno sconto puntando sui fattori rilevanti che hanno rallentato la discesa del debito come immigrazione, Brexit e terremoto. E stando alle ultime e ultimissime notizie, sono proprio questi parte dei contenuti della missiva indirizzata alla Comunità.

Oggi, il giorno tanto atteso per capire il futuro dell’Italia in base alla risposta alla Comunità sulla richiesta di misure correttive per un valore di 3,4 miliardi di euro: ci si chiede ora quale sarà la risposta italiana? E cosa accadrà? Stando alle ultime notizie, contrariamente rispetto a quanto riportato sulle intenzioni di qualche giorno fa,  l'Italia avrebbe aperto a qualche correzione, ma bisognerà vedere di che entità saranno e l’eventuale reazione della Comunità. Ma i rischi che il nostro Paese corre non sono pochi e, soprattutto, non sono di piccola portata. Anche per quanto riguarda le stesse novità per le pensioni. Si parla di una mini correzione non dello 0,2% ma dello 0,1% che dovrebbe portare l’Italia comunque a rivedere i propri conti.

Rischi possibili per l'Italia

Sono diversi i rischi che comunque il nostro Paese corre in questa situazione di forte incertezza, soprattutto da un punto di vista di cont, sono:

  1. rischio di blocco delle novità per le pensioni attuali di mini pensione e quota 41;
  2. rischio di congelamento degli aumenti delle pensioni più basse;
  3. rischio di nuovi fallimenti degli istituti di credito;
  4. rischio di commissariamento del nostro Paese.

Sono tutte situazioni che chiaramente non prospettano nulla di positivo, a partire proprio dalle novità per le pensioni. E' possibile, infatti, che il ministro dell'Economia, da sempre contrario alle novità per le pensioni di mini pensione e quota 41, decida di bloccarle, considerando che non sono ancora state approvate definitivamente e in vigore. E questo blocco permetterebbe di risparmiare fino a circa 700 milioni. Peggio andrebbero le cose se l’Italia fosse commissariata: verrebbero, infatti, bloccate le novità per le pensioni ma anche le politiche sociali di sostegno ai cittadini, così come anche potrebbe accadere per l’operazione di Qe di sostegno all’economia e ad un rilancio dell’occupazione, che dovrebbe essere anche, come spesso ripetuto, strettamente collegato a novità per le pensioni più importanti delle attuali novità per le pensioni di mini pensione e quota 41 e come:

  1. novità per le pensioni di quota 100;
  2. novità per le pensioni di quota 41 per tutti e senza penalità;
  3. assegno universale per tutti.

Conseguenze del commissariamento per l’Italia

Se dovesse scattare il commissariamento per il nostro Paese, si darebbe avvio ad un sistema di controllo economico, gestito da rappresentanti della Commissione europea, della Banca centrale europea e del Fondo monetario internazionale, che, in cambio di aiuti dal fondo salva-stati per scongiurare il rischio di insolvenza sovrana dello Stato, gestirebbero politiche di austerità, con tagli alla spesa pubblica, misure di drastica riduzione della corruzione e dell’evasione fiscale, e, per quanto riguarda le novità per le pensioni, potrebbero subire un ulteriore irrigidimento previdenziale e novità peggiorative, nonostante il nostro sistema previdenziale sia già considerato il più rigido della Comunità e le stesse mini pensioni e quota 41 siano considerate misure indnnitarie piuttosto che vere e proprie novità per le pensioni.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il