Social Card 2017 è la SIA nuovo aiuto, sostegno e indennità disoccupazione 2017. Per chi, quando, requisiti per fare domanda Inps

Nuovo sostegno sociale Sia, social card 2017: chi può beneficiarne e come presentare domanda. Requisiti richiesti

Social Card 2017 è la SIA nuovo aiu

sia nuova social card requisiti beneficiari



AGGIORNAMENTO: La carta Sia, nuova denominazione della vecchia Social Card deve essere richiesta compilando l'apposito modello e presentando la domanda al proprio Comune di residenza che entro quindici giorni invierà il modello compilato e relativa documentazione all'Inps. E’ possibile scaricare il modulo di richiesta anche accedendo direttamente al sito dell'Inps. 

Si chiama Sia (Sostegno per l'Inclusione Attiva), la nuova misura di sostegno sociale introdotta dal Governo, erogata sulla base del valore Isee familiare, e che rappresenta la nuova versione della social card, e si può richiedere già dallo scorso settembre, presentando la specifica domanda al Comune e all'Inps.

Sia 2017 social card: requisiti necessari

I requisiti che ogni persona deve possedere per richiedere la nuova carta Sia 201 prevedono:

  1. essere cittadini italiani, comunitari o extra comunitari con regolare permesso soggiorno di lungo periodo;
  2. essere residenti in Italia da almeno due anni;
  3. assenza di lavoro per i componenti del nucleo familiare al momento della domanda;
  4. avere un Isee inferiore o pari a 3mila euro;
  5. non essere titolare di alcun altro sussidio di disoccupazione;
  6. avere nel proprio nucleo familiare un figlio minorenne, o figlio disabile, o donna in gravidanza;
  7. non possedere un veicolo immatricolato 12 mesi prima della presentazione della domanda, o autoveicoli con una cilindrata superiore ai 1.300 cc, o motoveicoli con una cilindrata superiore ai 250 cc immatricolati da tre anni;
  8. avere un Isee, relativo all’anno reddito 2016, pari a 3mila euro;
  9. avere un patrimonio mobiliare, ai fini Isee, inferiore a 8mila euro.

Sia 2017: condizioni e impegni richiesti

Per avere la social card Sia 2017 le famiglie devono:

  1. essere frequentemente in contatto con i servizi del Comune responsabili del progetto;
  2. cercare attivamente un nuovo lavoro;
  3. aderire a progetti di formazione o inclusione lavorativa;
  4. impegnarsi a mandare i figli a scuola;
  5. assumere comportamenti atti alla prevenzione e cura della salute.

Sia 2017: chi può richiederla e importi previsti

Possono richiedere la social card Sia 2017

  1. cittadini residenti italiani;
  2. cittadini residenti in uno dei Paesi dell'UE;
  3. cittadini extracomunitari in possesso del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo.

L’assegnazione delle social card, che prevede un importo minimo di 80 euro che può aumentare in base alla composizione del nucleo familiare, fino ad arrivare ad un massimo di 400 euro al mese, avviene in base ad una graduatoria e le famiglie hanno priorità nel caso in cui nel nucleo familiare sia presente un solo genitore con figli minorenni, famiglie numerose o con bambini disabili.

Sia 2017: quando e come richiederla

La nuova carta Sia deve essere richiesta compilando l'apposito modello e presentando la domanda al proprio Comune di residenza che entro 15 giorni invierà il modello compilato e relativa documentazione all'Inps. E’ possibile scaricare il modulo di richiesta del nuovo assegno Sia proprio accedendo direttamente al sito Inps. Sarà poi l'Istituto di Previdenza che valuterà le domande presentate e, in caso di risposta positiva alla richiesta di assegno Sia, il richiedente riceverà una card carica dell'importo spettante e la somma sarà erogata da allora in poi ogni due mesi. Il modello si compone:

  1. del frontespizio, che riporta i requisiti economici e familiari;
  2. del Quadro A, che contiene i dati anagrafici del soggetto che richiede il beneficio e che, se erogato, sarà il titolare della card;
  3. del Quadro B, in cui devono essere inseriti i dati relativi a residenza e cittadinanza per poter accedere al beneficio;
  4. del Quadro C, composto dalle sezioni riguardanti i requisiti familiari;
  5. del Quadro D, dove inserire i requisiti economici e in tal caso la dichiarazione Isee è fondamentale per riuscire ad ottenere il beneficio.

    

    

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il
Puoi Approfondire