BusinessOnline - Il portale per i decision maker








PostePay anonima: come ricevere pagamenti in maniera anonima con Postepay Twin 2017

Postepay Twin è composto da due carte: una nominativa per inviare denaro e l'altra anonima per ricevere.


Postepay Twin: come richiedere

Come funziona la Postepay Twin 2017



AGGIORNAMENTO: La Postepay Twin 2017 consente di trasferire denaro in tempo reale. Chi lo riceve può dunque utilizzarlo subito per effettuare acquisti e prelievi. Il suggerimento è di inviare la carta gemella ricordandosi di conservare il numero e il codice di attivazione, blocco e rimborso. 

Si chiama Postepay Twin ed è una delle possibilità aggiuntive concesse in questo 2017 per attivare una carta Postepay. Come suggerito dalla denominazione, le card sono due e consentono di inviare e subito denaro in tutto il mondo. Al pari delle altre soluzione, gli utenti possono comprare in sicurezza in Italia e all'estero, e sui siti Internet (circuito Visa) così come prelevare contanti sia presso gli sportelli ATM Postamat e sia quelli bancari. A differenza della Postepay Standard occorrono però 8 euro per il suo rilascio. Ma perché le carte sono due e qual è il vantaggio? In buona sostanza, la prima serve per inviare denaro e la seconda per riceverla, ma in maniera anonima.

Come funziona la Postepay Twin 2017

Il trasferimento di denaro con la Postepay Twin 2017 avviene in tempo reale. Chi lo riceve può dunque utilizzarlo subito per effettuare acquisti e prelievi. Il suggerimento è di inviare la carta gemella ricordandosi di conservare il numero e il codice di attivazione (e blocco) e rimborso. Per l'attivazione della carta gemella è sufficiente chiamare il numero verde 800.90.21.22 dall'Italia o +39.049. 2100.149 dall'estero. Queste le caratteristiche di base:

  1. Plafond massimo: 999 euro
  2. Limite minimo prima ricarica: 5 euro
  3. Limite di ricarica nell'anno: 2.500 euro
  4. Limite di prelevamento nell'anno: 1.000 euro
  5. Rimborso o estinzione: 10 euro
  6. Sostituzione: 5 euro
  7. Saldo e lista movimenti: gratuiti da ufficio postale, ATM Postamat e via web
  8. Prelevamenti su sportelli automatici Postamat e Bancari: 500 euro (giornaliero) e 1.000 euro (mensile)
  9. Prelevamenti e pagamenti POS presso gli sportelli degli uffici postali: 500 euro (giornaliero) e 1.000 euro (mensile)
  10. Pagamenti POS in Italia e all'estero presso esercenti convenzionati con il circuito internazionale presente sulla carta: 500 euro (giornaliero) e 1.000 euro (mensile)
  11. Ricarica online con addebito su Conto BancoPosta o BancoPosta Click o con altra Postepay: 250 euro (singola operazione) e 500 euro (giornaliero)

Postepay Twin: come richiedere

Al pari delle altre carte Postepay, anche nel caso della Postepay Twin occorre recarsi in un ufficio postale. La carta Twin al portatore può evolvere in carta Postepay Standard nominativa. Basta andare in ufficio postale, portando con sé la carta, un documento d'identità valido e il codice fiscale. Per ricaricare fisicamente la carte Postepay di persona occorre recarsi presso

  1. un ufficio postale con versamento in contanti, con un'altra carta Postepay o con una carta Postamat Maestro o un'altra carta Bancoposta abilitata;
  2. gli sportelli automatici Postamat anche con carta di pagamento aderente al circuito internazionale Visa, Visa Electron, Vpay, MasterCard e Maestro;
  3. le ricevitorie Sisal in contanti da un minimo di 1 a un massimo di 999 euro a operazione;
  4. le tabaccherie convenzionate al servizio con Banca ITB alle stesse condizioni delle ricevitorie Sisal.

Per chi preferisce la strada del web, le soluzioni a disposizione per ricaricare la carta sono

  1. i siti di Poste Italiane
  2. l'app Postepay
  3. l'app BancoPosta
  4. l'app PosteMobile
  5. il servizio di home banking di un conto BPM

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il