BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie su mini pensioni, quota 100, quota 41 da D'Alema, Vendola, Bersani

Le ultime posizioni di Bersani, D’Alema e Vendola sulle ultime notizie politiche e conseguenze eventuali per le novità per le pensioni


Pensioni ultime Bersani D'Alema Vendola

pensioni ultime affermazioni Pierluigi Bersani



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 14:12): Per quanto rigurda le novità per le pensioni, ad esempio, la convergenza c'è da parte di tutti nel senso di fare qualcosa e di importante, ma questo ci sarebbe anche trasversalmente con tutti gli altri schieramenti (ed è un grande paradosso che nulla sia stato finira davvero di serio), ma certo che le posizioni sono differenti andando da una cancellazione completa dell'attuale sistema ad uno serie di novità per le pensioni più soft, ma nello stesso tempo molto più importanti come quelle viste finora. E si dovrebbe partire da queste, ad esempio, quota 100 e assegno universale che da tutti, maggioranza attuale compresa, paiono essere appoggiate soprattutto con elezioni in vista.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 10:40): Un listone del centro sinistra come vorrebbe Vendola nelle ultime notizie e ultimissime potrebbe essere interessanti per pungolare l'intero centro-sinistra e l'attuale maggioranza per le novità per le pensioni, dando più forza all'attuale opposizione interna della maggioranza, ma nello stesso tempo, come per tutte le coalizioni ed alleanze troppo estese, rischierebbe di far naufragare tutti gli obiettivi, anche quelli magari condivisi, in liti e beghe interne. Certo con un'area di forte spinta di sinistra presente, poi occorebbe vedere anche quanto potrebbe valere in termini di voti e, quindi, di coalizione, ci sarebbe a rigor di logica un forte impulso per le novità per le pensioni. A rigor di logica...

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 18:01): Uno dei quesiti principali è capire come il centro sinistra e l'attuale maggioranza si presenteranno a delle potenziali elezioni, se e quando ci saranno in quanto in questi schieramenti c'è divisione sia su questo che sul leader e le stesse coalizioni nelle ultime notizie e ultimissime. E' chiaro, dunque, che le novità per le pensioni come per tutto il programma, siamo ancora distanti, ma è anche chiaro che per il futuro delle novità per le pensioni stesse è fondamentale arrivare quanto prima a definire quale coalizione sarà quella finale definita e da quale leader, o più leader, e le loro idee per le pensioni.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 21:45): Sarà fondamentale il ruolo dell'attuale maggioranza ormai davvero frazionata per capire se vi potranno essere subito non solo elezioni, ma in quale modo e quale potrà essere il leader di una coalizione che dovrebbe esserci. E per comprendere, soprattutto, quale sarà il programma anche per le novità per le pensioni se saranno come sarebbe logico e naturale comprese. Ma c'è grande confusione nelle ultime notizie e ultissime.

La situazione in casa della sinistra sembra piuttosto confusa: o meglio, è molto chiara, nel senso che vi sono esponenti del centrosinistra pronti a staccarsi dall’ex premier per dare vita a forze alternative di sinistra, soprattutto se le sue stesse posizioni non cambieranno, mentre il segretario del centrosinistra sembra andare avanti per la sua strada, con le sue idee e all’indomani dell’annuncio della nuova segreteria, in vista delle prossime elezioni.  

Le ultime affermazioni di Bersani e impatto su novità per le pensioni

Tra i primi, da sempre, a chiedere cambiamenti all’ex premier, per la tenuta e il bene dello schieramento politico, l’ex segretario Pierluigi Bersani che, come riportano le ultime notizie, avrebbe chiaramente detto di essere pronto alla scissione e che se il segretario dovesse davvero rifiutare il congresso o qualsiasi altra forma di confronto per la guida dello schieramento e andare al voto, il centrosinistra inevitabilmente cadrebbe. La conseguenza di questa scissione potrebbe essere la nascita di un Ulivo rinnovato. Per l'ex segretario Bersani, poi, estendere il sistema di voto anche a Palazzo Madama rappresenta 'una provocazione'. Le ultime notizie, inoltre, confermano un allontanamento dell’ex segretario del centrosinistra da altri esponenti dello schieramento politico, da sempre favorevoli all’introduzione di novità per le pensioni, cosa che potrebbe sembrare negativa, ma invece non così. Le distanze vengono prese per una spiegazione meramente politica, considerando che, per quanto riguarda le novità per le pensioni, Bersani si è sempre mostrato particolarmente attento a:

  1. questione sociale;
  2. misure di sostegno per i meno abbienti;
  3. novità per le pensioni che avrebbero il vantaggio di un rilancio dell’occupazione giovanile.

Le ultime posizioni di D’Alema e conseguenze per novità per le pensioni

Dal canto suo, D’Alema si starebbe preparando alla creazione di una nuova sinistra socialista, con l'intento di costituire un cosiddetto 'listone', che secondo le ultime notizie sarebbe stimato sul 10%. L'ex premier Massimo D'Alema sarebbe sempre stato deciso a definire una forza alternativa a quella del segretario del centrosinistra, convinto del fatto che con lui non si potranno mai vincere le elezioni. E sarebbe anche pronto a riprendere i temi più importanti sempre rilanciati ma rimasti inascoltati, come quelli di sostegno sociale e novità per le pensioni importanti, che vadano oltre le attuali novità per le pensioni di mini pensione e quota 41, e che passando dal rilancio dell’occupazione, siano da stimolo alla ripresa dell’economia e al miglioramento della condizione di vita degli italiani.

Le ultime affermazioni di Vendola e conseguenze per novità per le pensioni

Inaspettatamente, considerando gli scontri che in passato hanno caratterizzato i loro rapporti, al progetto di una nuova forza di sinistra di D’Alema sembra aver aperto anche l’ex governatore della Puglia Nichi Vendola, che ha chiaramente affermato di essere molto interessato all'impegno di D'Alema ma di non essere favorevole ad alcuna alleanza con il centrosinistra renziano. Secondo Vendola, il vecchio centrosinistra non esiste più e parla di un nuovo movimento per la rinascita della stessa sinistra, che nascerebbe sulle esperienze, le pratiche e la cultura di chi ha portato avanti finora la sinistra. Essendo interessato al movimento di D’Alema, Vendola ne condividerebbe le intenzioni anche sulle pensioni, del resto è sempre stato convinto della necessità di novità per le pensioni soprattutto per determinate categorie di lavoratori maggiormente penalizzate dalle attuali regole, come coloro che svolgono occupazioni faticose e coloro che sono entrati nel mondo occupazionale sin da giovanissimi; e dell'introduzione dell'assegno universale per tutti coloro che restano senza occupazione e senza pensione.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il