BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie quali novità per questo mese aggiornate e in settimana su novità pensioni mini, quota 41, quota 100

Decisioni, rischi e preoccupazioni di una settimana che si preannuncia piuttosto importante: ultime notizie su discussioni in corso e conseguenze per novità per le pensioni


pensioni ultime notizie prospettive settimana

pensioni novità settimana prospettive cambiamenti iter



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 11:15): La settimana, dunque, sarà propedeutica in preparazione a tutte le novità che da metà mese in poi ci saranno sia legate strattamente alle novità per le pensioni come i DCPM e il Milleproroghe per le mini pensioni con oneri e senza oneri e quota 41 che per le novità per le pensioni del futuro con il confronto per il sistema di voto in generale tra gli schieramenti, la decisione comunitaria dell'inizio della procedura di infrazione o meno che di fatto sarebbe davvero gravissimo per tutta l'economia italiana. E poi ci sarà il confronto all'interno dei vari schiarementi per capire se ci sarà il voto subito (ma anche a fine legislatura) con quali alleanza si presenteranno e ancora prima con quale leader attraverso probabilmente le primarie. Da metà del mese, ma anche considerando il Milleproroghe, forse, solo da fine mese, si dovrebbero avere, dunque, le norme ufficiali su quota 41 e mini pensioni con oneri e senza oneri e si potranno comprendere tutti i requisiti ufficiali e i costi richiesti. Senza dimenticare il contributivo donna, la ricongiunzione e il cumulo dei contributi gratis di cui sempre entro il mese dovrebbero arrivare le circolari che potranno attivare le domande all'Isitituto di Previdenza.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 11:15): Tornando sul discorso legato strattamente alle novità per le pensioni, non solo nelle ultime notizie e ultimissime vi sono i miglioramenti per le mini pensioni e quota 41 nel Milleproroghe che andrebbero a convergere nei DCPM ( li abbiamo visti sotto con anche appunto i miglioramenti), ma il Comitato per le novità per le pensioni sta portando avanti le novità per le pensioni per l'ampliamento delle circolare dell'Isituto di Previdenza per i 64 anni per smettere anzitempo e le richieste dei quindicenni con due Dl depositati. E poi si continua a lavorare su una sorta di assegno universale iniziale, chiamato REI, attraverso il Fondo di Indigenza

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 9:30): Si ritorna a parlare di alleanze e primarie sia nel centro-sinistra che nel centro-destra con l'apertura praticamente da tutti i leader, con alcune titubanze ma più sulle alleanze che altro proprio da Berlusconi. E questo è fondamentale nelle ultime notizie e ultimissime perchè porta a coalizioni decise prime con programmi chiari che devono espressi dai singoli leader e che possono rassicurare poi sulle decisioni da prendere anche nel contesto delle novità per le pensioni. Certo, nello stesso i tempi per ele elezioni subito si restringono ulteriormente.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 8:01): E come avevamo previsto è già iniziata una settimana in cui ci sono diversi movimenti per capire se si può e come andre al voto subito con potenziali impatti per le novità per le pensioni. Le trattative della maggioranza attuale in vista dela riunione del 13 Febbraio sono ancora abbastanza silenziose, ma ora iniziano nelle ultime notizie e ultimissime quelle del centro-destra con Berlusconi che si dice pronto a ricandidarsi in primavera convinto che gli venga dato il benestare di Strasburgo per il ritorno ai pubblici uffici. Ma non c'è solo lui ovviamente.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 13:01): Sul finire della settimana, venerdì, ci sarà anche il giudizio sul rating italiano nelle ultime notizie e ultimissime e un ulteriore peggioramento, visto anche il crescere dello spread e delle incertezze per un potenziale commissariamento sarebbe un problema per le novità per le pensioni attuali come le mini pensioni, ma in generale anche per le novità per le pensioni future con un debito che tenderebbe a costare di più con ripercussioni su tutto le decisioni

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 13:01): E poi si continuerà il confronto per le elezioni subito su più ambiti nelle ultime notizie e ultimissime, anche perchè la settimana prossima si dovrebbe ricevere le motivazioni della Consulta e si potrebbe iniziare a stendere un testo da vedersi in aula entro il 27. Ed è fondamentale più ancora che il voto subito, trovare dei sistemi validi che diano governabilità per prendere decisioni davvero importanti sulle novità per le pensioni così come per tutto il resto

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 18:30): In questa settimana proprio in vista di quello che accadrà settimana prossima dovremmo venire a conoscere ulteriori novità per le mini pensioni con oneri e senza oneri e quota 41 sia dai tecnici che se ne stanno occupando sia dal Comitato Ristretto per le novità per le pensioni che se ne sta occupando in Aula. Senza dimenticare le trattative con la Comunità e la decisione che pare esserci nelle ultime notizie e ultimissime di rivedere la risposta data per evitare infrazioni.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:01):  Vi saranno certo anche questa settimana diverse novità per le pensioni sia per il breve con gli iter in corso che in prospettiva. Ma sarà soprattutto una settimana di preparazione almeno nelle ultime notizie e ultimissime così appare per una serie di scadenze ufficiali e ufficiose che sono state poste tra dieci giorni circa.

La settimana che si prepara a prendere il via si preannuncia come una settimana piuttosto interlocutoria che servirà per la definizione di successive importanti decisioni che saranno cruciali per capire come si svolgerà, il prossimo 13 febbraio, la nuova riunione del centro sinistra che dovrà decidere se fare il congresso o andare alle primarie. Nella stessa data si attendono poi, stando a quanto riportano le ultime notizie, le motivazioni della sentenza dell’Alta Corte sul sistema di voto e solo allora si potrà capire quando si andrà ad elezioni, anche se al momento gli schieramenti politici appaiono piuttosto divisi sulla questione. E’ scontro, infatti, tra le forze politiche su voto anticipato sì e voto anticipato no. A voler andare subito alle elezioni

  1. Lega,
  2. Movimento 5 Stelle,
  3. Fratelli di Italia,
  4. parte del centrosinistra, con il segretario pronto a candidarsi nuovamente a premier.

Dalla parte, invece, del no Forza Italia e l’altra parte del centrosinistra, da Bersani al ministro Calenda, sostenuti dall’attuale presidente della Repubblica, ma anche dall’ex presidente Napolitano, che ritengono che le priorità del Paese in questo preciso momento siano altre. Le elezioni possono aspettare di fronte alla necessità di chiusura di partite importanti, come quelle relative alle misure di crescita e sviluppo della nostra stessa Italia.

Attesa la decisione della Comunità su eventuale commissariamento

Nei prossimi giorni, ma anche in questo caso le ultime e ultimissime notizie fanno riferimento al 13 febbraio, potrebbe arrivare già una prima risposta dalla Comunità sulla decisione di commissariamento del nostro Paese che, se confermato, diventerebbe effettivo a fine mese. Al vaglio dell’Italia, però, ci sarebbe una contromossa per cercare di dare delle risposte più certe alla Comunità ed evitare la procedura di infrazione. Procederanno, dunque, in queste settimane le trattative per evitarla. Se il nostro Paese venisse commissariato, come spiegato anche dal ministro dell’Economa italiano, si prospetterebbe un orizzonte tragico che toglierebbe al nostro stesso Paese il potere decisione su questioni e gestione economica che finirebbe sotto il diretto controllo della Comunità. Le preoccupazioni del ministro del'Economia derivano anche dal fatto che una procedura di infrazione nei confronti dell'Italia potrebbe portare anche a pesanti sanzioni nei confronti del nostro Paese, che sarebbero pari, secondo le ultime notizie, proprio allo 0,2% del pil, cioè a quei 3,4 miliardi di euro di misure correttive già richieste dalla Comunità al nostro Paese. A questa sanzione potrebbero aggiungersi ulteriori multe, che potrebbero portare ad un costo complessivo di 8,5 miliardi di euro., nonché il blocco dell’erogazione dei fondi strutturali. Ed è chiaro che si tratterebbe di ‘punizioni’ che l’Italia, date le attuali condizioni, probabilmente non sarebbe in grado di sopportare.

Dpcm, Milleproroghe, Fondo Indigenza: continuano le discussioni

Proseguiranno nei prossimi giorni ancora le trattative per la definizione dei Dpcm per l’entrata in vigore ufficiale delle ultime novità per le pensioni di mini pensione e quota 41. Secondo le ultime notizie, i Dpcm sarebbero stati anticipati dal primo marzo alla metà di questo mese di febbraio e, del resto, le trattative con gli istituti di credito per la chiusura degli accordi sulle entità dei tassi di interesse da applicare alla mini pensione sembra stiano procedendo piuttosto bene e nei tempi stabiliti. E’ tuttavia possibile che, nell’attesa delle decisioni relative alle novità per le pensioni con il Milleprorghe, si possano anche rallentare la trattativa per i Dpcm.

Intanto in Aula proseguono le discussioni sul nuovo Fondo Indigenza, che dovrebbe contenere quel reddito di inclusione sociale che sembra preannunciare l’assegno universale destinato alle persone meno abbienti; oltre a quelle sul Milleproroghe. Le ultime notizie parlano anche della possibilità di discussione di ulteriori condizioni da rivedere delle ultime novità per le pensioni. Le ulteriori novità per le pensioni che potrebbero essere discusse con il Milleproroghe, stando alle ultime e ultimissime notizie, riguardano:
possibilità di estensione cumulo per il requisito contributivo richiesto dal contributivo femminile;
estensione del criterio di invalidità per mini pensione e quota 41 anche sul lavoro;
riduzione dal 75% al 60% della percentuale di invalidità per la richiesta di mini pensione senza oneri e quota 41.

E si tratta di ulteriori possibili modifiche che vanno ad aggiungersi ai miglioramenti già richiesti dal Comitato ristretto per le pensioni e che riguardano:

  1. abbassamento dell’età pensionabile da 63 a 62 anni per l’accesso alla mini pensione;
  2. riduzione degli anni contributivi da 36 a 35 per mini pensione senza costi da parte degli impiegati in occupazioni faticose ed eliminazione del vincolo dei 6 anni continuativi di svolgimento di attività faticosa;
  3. aumento dei tempi di non occupazione e assistenza ai malati per mini pensione senza oneri e quota 41.

Oltre a Fondo Indigenza e Milleproroghe, si attendo in questi giorni la uova circolare Inps per un ulteriore ampliamento della platea di beneficiari della possibilità di uscita dal lavoro a 64 anni e la risposta al ddl sulla possibilità di uscita a 64 anni anche per le lavoratici cosiddette quindicenni.
 

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il