Turchia: le tasse saranno le minori in Europa per attrarre le imprese straniere

La Turchia punta a diventare, come l'Irlanda ha giā fatto, una nazione dove le imprese che vogliono investire in Europa ( manche in questo caso in Asia ) abbiano una forte convenienza fiscale.



Un taglio netto "al 20 per cento della tassazione sulle aziende che diventera' una tra le piu' basse di Europa": e' una delle misure annunciate dal primo ministro turco Recep Tayyp Erdogan nel corso del suo intervento al Consiglio d'Affari italo-turco in corso a Roma presso l'Auditorium della tecnica di Confindustria.

L'obiettivo di tale misura e' quello di attrarre un numero maggiore di investimenti stranieri che possono contare su "riforme strutturali e miglioramento degli indicatori macroeconomici" e che - ha aggiunto Erdogan - "non dovranno piu' rivolgersi ai vari ministeri, ma a un solo sportello" grazie all'agenzia creata lo scorso anno che "fa capo alla Presidenza del Consiglio".

Ti č piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il