BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Mutui Febbraio 2017: tassi variabili e fissi. Consigli esperti cosa scegliere e migliori offerte al momento

Le migliori offerte di mutui a tassi variabili e fissi di questo mese di febbraio 2017, condizioni e quale scegliere


Mutui febbraio 2017 novità

offerte mutui febbraio 2017 tassi variabili fissi



I mutui a tasso variabile continuano ad essere più convenienti dei mutui a tasso fisso, grazie ai tassi ai minimi storici. Si tratta di una situazione che potrebbe andare avanti ancora per un pò, rendendo dunque più agevolare stipulare mutui a tasso variabile che prevedono il pagamento di rate mensili inferiori, anche se sono ancora tanti gli italiani che preferiscono accendere mutui a tasso fisso. Pur se infatti prevedono tassi e rate mensili più alte, sono anche le tipologie di mutui che permettono di dormire sonni tranquilli perchè nonostante la volatilità del mercato e le sue oscillazioni, non prevederanno alcun cambiamento delle condizioni inizialmente stipulate, cosa che invece accade con i mutui a tasso variabile. Nel caso, infatti, di oscillazioni sul mercato, i mutui a tasso variabile potrebbero prevedere improvvisi cambiamenti e aumenti del valore delle rate mensili da pagare. Basti pensare che, stando agli ultimi dati resi noti, nel quarto trimestre 2016 le richieste online di mutui a tasso fisso riguardano circa il 56% del totale delle richieste contro un 37% registrato nel terzo trimestre del 2015.

Migliori offerte di mutui per questo mese di febbraio 2017

Per l’acquisto di un immobile, le migliori offerte di mutuo disponibili per questo mese di febbraio 2017 sono principalmente offerte da

  1. Intesa Sanpaolo;
  2. Bnl;
  3. Unicredit;
  4. Hello Bank;
  5. Banca Dinamica.

Le offerte mutuo di Intesa Sanpaolo e Unicredit

Ancora per questo mese di febbraio 2017 resiste tra le tipologie di mutuo migliore Mutuo Domus di Intesa Sanpaolo che permette ad ogni cliente di decidere se scegliere un tipo di tasso fisso o variabile. Mutuo Domus permette, in particolare, di ricevere un finanziamento che copre fino al 95% del valore dell’immobile e di cambiare il tipo di piano di rimborso a seconda delle tue disponibilità economiche.  Unicredit, invece, propone Mutuo Valore Italia Tasso Finito, tipologia di mutuo a tasso fisso a partire dal 2% che prevede tempi di rimborso compresi tra i 5 e i 30 anni.

Le offerte di mutuo di Bnl, Helllo Bank, BancaDinamica

Tra le altre migliori tipologie di mutui attualmente offerte spicca anche quella di BNL Mutuo Spensierato, che permette di avere un finanziamento fino all’80% del valore dell’immobile. Questo mutuo prevede un tasso fisso valido per tutta la durata del finanziamento e un piano di rimborso che va da un minimo di 5 anni a un massimo di 30. Passando invece all’offerta Hello Bank, prendendo il caso di richiesta di mutuo da 135mila euro per un immobile che ne vale 180mila queo da rimborsare in 25 anni, Hello Bank offre un tasso fisso al 2,20%, con Taeg al 2,32% e il pagamento di una rata mensile da pagare da 585,44 euro. Per quanto riguarda un’offerta di mutuo a tasso variabile per la stessa richiesta di mutuo, la migliore proposta è quella proposta da BancadinAmica che prevede un tan variabile dell’1,12%, un taeg dell’1,21% e il pagamento di una rata mensile da 516,27 euro.

. L'offerta di mutui sia a tasso fisso che variabile a Gennaio 2017 si fa molto interessante. Grazie alla discesa mese su mese dei prezzi degli immobili nelle grandi città, ma soprattutto nei piccoli centri, e grazie ai tassi praticamente prossimi allo zero oggi accendere un mutuo è estremamente conveniente. In questa analisi abbiamo analizzato le migliori offerte proposte dai principali istituti.

Fisso o variabile? Questo è l'eterno dilemma... In breve in questa particolare fase storica chi ha la possibilità di aprire un mutuo da estinguere in 10 anni quasi sicuramente la scelta del tasso variabile può essere quella più azzeccata, infatti attualmente i tassi sono molto bassi e le prospettive per i prossimi anni non fanno intravedere una loro risalita e poi grazie alla portabilità è sempre possibile, qualora i tassi aumentino, ricontrattare il mutuo con la stessa banca o con un altro istituto al fine di ottenere una proposto di nuovo vantaggiosa.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il