Redditi 2017 persone fisiche: modello ufficiale. Cosa cambia, differenze con Unico Persone Fisiche 2017

Nascono 3 modelli Redditi 2017: Pf per le persone fisiche, Enc per gli enti non commerciali ed equiparati, Sc per le società di capitali.

Redditi 2017 persone fisiche: modello uf

Dichiarazione Redditi Persone Fisiche 2017



Il restyling della dichiarazione dei redditi per coloro che sono obbligati alla tenuta delle scritture contabili, come i lavoratori autonomi, i professionisti e i titolari di partita IVA, anche nel caso in cui non hanno conseguito alcun reddito, non passa solo dalla denominazione. L'ormai ex modello Unico ha lasciato il posto ai nuovi modelli Redditi 2017 ovvero Pf per le persone fisiche, Enc per gli enti non commerciali ed equiparati, Sc per le società di capitali, enti commerciali ed equiparati, Sp per le società di persone ed equiparate.

Redditi Persone Fisiche 2017: cosa cambia

Nel nuovo modello trovano allora spazio diverse nuovo voci nell'ambito del più ampio contesto di revisione dei modelli di dichiarazione dei redditi. Il modello base deve essere compilato da tutti i contribuenti non esonerati dall'obbligo della presentazione della dichiarazione. Ciascun contribuente è tenuto a utilizzare solo i quadri relativi ai redditi posseduti. E le principali novità contenute nel modello Redditi Persone Fisiche 2017 sono:

  1. Premi di risultato. Ai dipendenti del settore privato a cui sono stati corrisposti premi di risultato fino a 2.000 euro lordi viene riconosciuta una tassazione agevolata.
  2. Regime speciale per i lavoratori rimpatriati. Per tutti loro concorre alla formazione del reddito complessivo il 70% del reddito di lavoro dipendente prodotto in Italia.
  3. Assicurazioni a tutela delle persone con disabilità grave. Alzato a 750 euro l'importo massimo dei premi per cui è possibile fruire della detrazione del 19%.
  4. Erogazioni liberali a tutela delle persone con disabilità grave. Adesso è possibile fruire della deduzione del 20% delle erogazioni liberali, le donazioni e gli altri atti a titolo gratuito, non superiori a 100.000 euro, a favore di trust o fondi speciali che operano nel settore della beneficenza.
  5. School bonus. Per le erogazioni liberali fino a 100.000 euro è riconosciuto un credito d'imposta pari al 65% da ripartire in 3 quote annuali di pari importo.
  6. Credito d'imposta per videosorveglianza. Riconosciuto un credito d'imposta per le spese sostenute per la videosorveglianza dirette alla prevenzione di attività criminali.
  7. Detrazione spese arredo immobili giovani coppie. Riconosciuta la detrazione del 50%.
  8. Detrazione spese per canoni di leasing per abitazione principale. Riconosciuta la detrazione del 19% ai contribuenti con reddito non superiore a 55.000 euro.
  9. Detrazione Iva pagata nel 2016 per l'acquisto di abitazioni in classe energetica A o B. Il riconoscimento è pari al 50%.
  10. Detrazione spese per dispositivi multimediali per il controllo da remoto. Il riconoscimento è pari al 65%.
  11. Otto per mille all'Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai.
  12. Utilizzo credito da integrativa a favore ultrannuale.

Quando si presenta la dichiarazione Redditi Persone Fisiche 2017

Ci sono due fasce di tempo da tenere in considerazione per la dichiarazione Redditi Persone Fisiche 2017. La prima è dal 2 maggio al 30 giugno 2017 se la presentazione viene effettuata in forma cartacea per il tramite di un ufficio postale. La seconda è entro il 2 ottobre 2017 se si procede per via telematica, direttamente dal contribuente ovvero se viene trasmessa da un intermediario abilitato alla trasmissione dei dati.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il
Puoi Approfondire