Partita Iva 2017: ritenuta di acconto quando necessaria farla. Calcolo ritenuta come fare, compilare voci e modello fac simile

Ecco chi è soggetto a ritenute d'acconto e per quali tipo di prestazioni. Esonerate le partite Iva forfettarie.

Partita Iva 2017: ritenuta di acconto qu

Partita Iva e ritenuta di acconto



AGGIORNAMENTO: Le Partite Iva a regime forfettario sono escluse dalla possibilità della ritenuta d'acconto, ma sono chiamate quelle a regime ordinarie e a ben precise condizioni. Innanzitutto, precisiamo che si tratta di una trattenuta pari al venti per cento sulla base imponibile a carico dei committenti che ricevono la fattura dal lavoratore autonomo. 

C'è anche la ritenuta d'acconto che le partite Iva 2017 devono prevedere nella fase di preparazione della fattura. Ma non tutte: sono escluse quelle a regime forfettario, ma sono chiamate quelle a regime ordinarie e a ben precise condizioni. Innanzitutto, precisiamo che si tratta di una trattenuta pari al 20% sulla base imponibile a carico dei committenti che ricevono la fattura dal lavoratore autonomo. La quota è pari al 20% a titolo di acconto dell'imposta sul reddito delle persone fisiche, con l'obbligo di rivalsa, o al 30% nel caso di soggetti non residenti per i quali è la ritenuta non è a titolo di acconto dell'imposta bensì a titolo definitivo.

Partita Iva 2017: quando occorre fare la ritenuta di acconto

E allora, tenendo presente che sono soggetti a ritenute d'acconto persone fisiche che esercitano attività d'impresa o arte e professione, società di capitali, enti pubblici e privati, associazioni non riconosciute, società di persone e gli enti equiparati, imprese agricole, condomini, curatori fallimentari, società ed enti non residenti in Italia, pubblica amministrazione, trust, Gruppi europei di interesse economico, si applica si prestazioni di lavoro autonomo anche prestazione occasionale, e anche sotto forma di partecipazione agli utili; assunzione di obblighi di fare, non fare o permettere; utili derivanti da contratti di associazione in partecipazione; utili spettanti ai promotori e ai soci fondatori di Spa e Srl; redditi derivanti dalla vendita di diritti d’autore da parte dello stesso autore; diritti per opere d’ingegno, ceduti da persone fisiche non imprenditori o professionisti che le hanno acquistate.

  1. Prestazioni di lavoro autonomo e prestazioni occasionali -> ritenuta a titolo d’acconto -> 20%
  2. Compensi erogati ad amministratori di condominio -> ritenuta a titolo d’acconto -> 20%
  3. Redditi derivanti dall’utilizzazione delle opere dell’ingegno, di brevetti industriali e di processi, formule -> ritenuta a titolo d’acconto -> 20%
  4. Partecipazioni agli utili per contratti di associazione in partecipazione (solo lavoro) -> ritenuta a titolo d’acconto -> 20%
  5. Compensi per levata protesti esercitata dai segretari comunali -> ritenuta a titolo d’acconto -> 20%
  6. Prestazioni di lavoro autonomo di soggetti non residenti (anche occasionale o sotto forma di partecipazione agli utili) -> ritenuta a titolo d’imposta -> 30%
  7. Compensi erogati ad amministratori di condominio non residenti -> ritenuta a titolo d’imposta -> 30%
  8. Redditi derivanti dall’utilizzazione delle opere dell’ingegno, di brevetti industriali e di processi, formule, prodotti da soggetti non residenti -> ritenuta a titolo d’imposta -> 30%
  9. Partecipazioni agli utili per contratti di associazione in partecipazione percepiti da soggetti non residenti (solo lavoro) -> ritenuta a titolo d’imposta -> 30%
  10. Compensi per levata protesti esercitata dai segretari comunali non residenti -> ritenuta a titolo d’imposta -> 30%
  11. Compensi corrisposti dallo Stato, da soggetti residenti nel territorio dello Stato o da stabili organizzazioni nel territorio dello Stato di soggetti non residenti per l’utilizzazione di marchi di fabbrica e di commercio, di opere dell’ingegno, di invenzioni industriali e simili, nonché per l’uso di veicoli, macchine e altri beni mobili a soggetti non residenti -> ritenuta a titolo d’imposta -> 30%
  12. Rapporti di commissione, di agenzia, di mediazione, di rappresentanza di commercio e di procacciamento di affari -> ritenuta a titolo d’acconto -> 20%
  13. Rapporti di commissione, di agenzia, di mediazione, di rappresentanza di commercio e di procacciamento di affari (con dipendenti o terzi) -> ritenuta a titolo d’acconto -> 20%
  14. Incaricati alle vendite a domicilio -> ritenuta a titolo d’imposta -> 23%

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il