Pensioni ultime notizie mini pensioni, quota 41, quota 100 i paradossi proseguono

Continuano i paradossi sulle pensioni, le ultime notizie su nuovi aumenti e attese ulteriori modifiche alle ultime novità per le pensioni

Pensioni ultime notizie mini pensioni, q

pensioni novità modifiche attese aumentano paradossi



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 19:01): E a proposito di situazioni paradossali con conseguenze negative sulle novità per le pensioni, come metterla con quelle relative al mercato dell'occupazione e agli investimenti pubblici sbagliati. Eppure, nonostante i numeri del fallimento sono sotto gli occhi di tutti, non si scorge dalla lettura delle ultime e ultimissime notizie, la previsione di un nuovo progetto combinato con le novità per le pensioni.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 21:30): Sapere che gli iscritti al fondo pensione dipendenti dovranno pagare quasi 3.500 euro all'anno non è certo una notizia positiva per chi si augura che le novità prendano un'altra direzione. Queste ultime e ultimissime notizie non sono altro che la conseguenza della crescita dell'importo dei versamenti contributivi volontari per il 2017. Si tratta di un cambiamento che evidentemente contrasta con la riunione gratuita dei contributi versati in più gestioni previdenziali.

Se le ultime novità per le pensioni di mini pensione e quota 41, pur rappresentando le uniche novità per le pensioni concrete che il precedente esecutivo ha approvato con il nuovo testo unico, sono molto ristrette e limitate, non universali per tutti, sperimentali e implicano il paradosso di un piano di rimborso dell’anticipo per l’uscita prima decisamente più elevato, considerando i tassi di interesse che dovranno esservi calcolati in restituzione della mini pensione agli istituti di credito, non meno paradossali sono le ultime notizie relative alla questione contributiva, nell’attesa di ulteriori modifiche alle ultime novità per le pensioni, che dovrebbero arrivare con Dpcm e Milleprororghe.

Nuovi paradossi relativi a questione previdenziale e novità per le pensioni

Stando alle ultime notizie, infatti, è aumentato il costo dei versamenti contributivi volontari per quest'anno 2017. L'Istituto di Previdenza avrebbe, infatti, stabilito i valori aggiornati di retribuzione in base ai quali calcolare i versamenti contributivi di quest'anno. E stando alle stime, gli iscritti al fondo pensione dipendenti dovranno pagare quasi 3.500 euro in un anno. Si tratta, in generale di valori più alti, seppur di poco, rispetto a quelli dello scorso anno e dovuti dell'incremento dell'aliquota contributiva dal 32,87 al 33% per gli iscritti al fondo. Si tratta di una novità che non sembra andare molto d’accordo con la novità per le pensioni approvata di riunione gratuita di tutti i propri contributi versati nelle diverse gestioni previdenziali. Tra le novità per le pensioni contenute nel nuovo testo unico, infatti, insieme a mini pensione e quota 41 vi è anche la possibilità di riunire gratuitamente tutti i propri contributi, con la cancellazione degli onerosi costi che erano richiesti fino allo scorso. Ma se da una parte è stata approvata questa novità vantaggiosa, dall’altra, è stato aumentato il costo dei versamenti contributivi volontari. E’, dunque, come se da una parte di concedesse qualcosa di positivo, per poi intervenire a sottrarre il vantaggio dato.

Altri paradossi ed errori che non miglioramento l’attuale situazione sociale

Le ultime notizie sui versamenti volontari rappresentano l’ennesimo paradosso che interessa non solo le novità per le pensioni  ma l’intera questione sociale del nostro Paese: si è, infatti, già parlato degli investimenti sbagliati in provvedimenti che non hanno portato i risultati sperati, come la nuova norma per l’occupazione introdotta dal precedente esecutivo, che non ha dato nuova spinta al mercato del lavoro, penalizzando particolarmente i giovani ma anche i cicli produttivi ed economici in generale, a fronte di investimenti in novità per le pensioni come quota 100 e quota 41 per tutti che avrebbero potuto dare davvero nuova spinta ad occupazione giovanile e, di conseguenze, a produttività, consumi ed economia in generale. Ben 24 miliardi di euro, infatti, sono stati spesi per introdurre le norme per l’occupazione che si sono rivelate inutili: dopo i primi mesi di boom di assunzioni stabili, infatti, le ultime notizie confermano che la situazione è tornata ad essere particolarmente negativa e forse sarebbe stato meglio investire quei soldi in:

  1. novità per le pensioni di quota 100, per cui servirebbero circa 7 miliardi di euro;
  2. novità per le pensioni di quota 41, per cui secondo le stime servirebbero circa 5 miliardi di euro;
  3. introduzione dell’assegno universale, per cui servirebbero 10 miliardi.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il