Pensioni ultime notizie differenti novità in settimana per novità quota 100, quota 41, mini pensioni

Cosa aspettarsi nei prossimi giorni, ultime notizie su importanti appuntamenti in programma che potrebbero avere ripercussioni sulle novità per le pensioni

Pensioni ultime notizie differenti novit

pensioni novità aspettative sviluppi prossima settimana



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 17:15): E la riunione sta avvenendo come era stato confermato ed è porte aperte e, quindi, si può seguire con il segretario ed ex-premier che accetta il Congresso nel suo discorso, ma non ha ancora e non si sa se le darà le sue dimissioni come da alcune, ma non tutte, indiscrezioni delle ultime notizie e ultimissime. E poi la parola a Cuperlo che chiede un Congresso fatto con calma e bene, così come Bersani che lo chiede allargato, quindi probabilmente una sorta di primarie del centro-sinistra e chide di dare la garanzia all'attuale esecutivo della fine del suo mandato naturale. E' chiaro che sono tutte opzioni e scelte da cui dipenderanno anche le novità per le pensioni

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 12:23): E già la riunione dell'attuale maggioranza darà una risposta importante per il futuro delle novità per le pensioni se ci saranno elezioni subito, ma soprattutto quali potrebbero essere i leader per la nuova segreteria ed eventuali primaria sia all'interno dello schieramento che più allargata a tutto il centro-sinistra. Si saprà nel pomeriggio e ancora è poco chiaro cosa potrà succedere, sorprese comprese, nelle ultime notizie e ultimissime

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 18:38): Rimane, comunque, una settimana, lo stesso molto intesa con tutti i vari eventi più meno strettamente collegati alle novità per le pensioni che si attendono nelle ultime notizie e ultimissime. Già a partire da domani con la riunione dell'attuale maggioranza che inciderà e non poco su qusta legisltura e le prossime elezioni, ma anche sulle stretegie degli atri schieramenti, novità per le pensioni comprese

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 21:45): Sono davvero tante e diverse le attese per la prossima settimana che riguarderanno sia strettamente che meno le novità per le pensioni. Ma è giusto, almeno, per due utilizzare il passato, in quanto a sorpresa le ultime notizie e ultimissime sulla procedura di infrazione comunitaria e le motivazioni della Consulta sono già arrivate. In pratica, la Comunità ha rigettato le due lettere inviate dall'Italia e ha chiesto correzioni subito entro settimana prossima altrimenti si inizierà la procedura di infrazione. Mentre a diverse letture permettono gli atti dell'Alta Corte che permetterebbero sia elezioni subito, ma anche il consiglio di attendere e sistemerare i metodi in entrambe le Aule

La settimana che sta per aprirsi si preannuncia ricca di importanti appuntamenti i cui esiti potrebbero essere determinanti per la prosecuzione di alcuni lavori avviati dall’esecutivo e le prossime intenzioni di lavoro. Si attendono infatti:

  1. la decisione della Comunità sulla procedura di infrazione nei confronti del nostro Paese;
  2. novità eventuali sulla definizione dei testi ufficiali relativi a mini pensione e quota 41;
  3. la nuova riunione della maggioranza;
  4. le motivazioni dalla Consulta sulla sentenza sul sistema di voto.

Ognuno di questi appuntamenti, come detto, potrebbe avere importanti ripercussioni, sia da un punto di vista politico, in vista di eventuali nuove elezioni subito, sia da un punto di vista di discussioni su misure importanti che si stanno, o si vogliono, portare avanti, come le stesse novità per le pensioni.

L’attesa decisione della Comunità e rischi della procedura di infrazione

L’attenzione innanzitutto puntata sulla decisione della Comunità: secondo quanto spiegato dal ministro dell’Economia italiano in questi ultimissimi giorni, se la Comunità dovesse effettivamente decidere di aprire una procedura di infrazione nei confronti del nostro Paese, si prospetterebbero importanti problemi e difficoltà, soprattutto nella gestione interna della propria stessa politica, anche economica, considerando che bisognerebbe sottostare al controllo comunitario che avrebbe l’ultima parola su ogni misura proposta dall’Italia. Inoltre, sempre secondo il ministro dell'Economia, una nuova procedura di infrazione potrebbe rappresentare un grosso problema per l'Italia in termini di reputazione che il Belpaese si è costruito finora, restando come una sorta di marchio che certo positivo non sarebbe. Per evitare queste conseguenze decisamente negative, contrariamente a quanto risposto nella prima lettera, in cui si affermava un nettono a misure correttive per 3,4 miliardi di euro, sembra che l'Italia abbia aperto a possibili modifiche di spesa, che dovrebbero innanzitutto partire, secondo quanto riportano le ultime notizie, da tagli ai Ministeri, per arrivare agli aumenti di accise su carburanti e tabacchi.

Nel caso in cui, poi, l’Italia fosse commissariata, non avrebbe neppure senso andare ad elezioni prima, considerando che qualsiasi esecutivo non avrebbe facoltà di portare avanti le misure che vorrebbe in piena libertà, visto che si sarebbe sottoposti ad un continuo controllo da parte della Comunità che, di certo, limiterebbe molte questioni, a partire da quelle novità per le pensioni, cui si è sempre detta contraria. E questo non sarebbe certo positivo per tutti coloro che auspicano ulteriori modifiche delle attuali norme pensionistiche e delle stesse ultime novità per le pensioni di mini pensione e quota 41, ancora da tanti considerate inutili e inefficaci.

Nuova riunione della maggioranza attesa per il 13 febbraio

Lunedì 13 febbraio è in programma anche la nuova riunione della maggioranza sarà importante per capire come ci si potrebbe organizzare in vista di nuove elezioni, se si deciderà di andare al voto subito, o meno, e per capire la situazione all’interno della maggioranza stessa nella quale, come confermano le ultime notizie, spirano venti di scissione. Sono, infatti, diversi gli esponenti della maggioranza, e soprattutto dell’opposizione interna, che sembrano pronti a dividersi dalla maggioranza del centrosinistra, soprattutto nel caso in cui il segretario dello schieramento non volesse andare al congresso. E se le ultime notizie parlano di possibili alternative al centrosinistra del segretario, dal nuovo progetto di un Ulivo 4.0, a quello di costituzione di una sinistra progressista, alle nuove intenzioni della Sinistra Italia, tra alleanze eventuali e grandi coalizioni, andare al voto, che alcuni chiedono di anticipare a giugno, e altri vorrebbero rimandare al già programmato 2018, cioè alla fine naturale dell’attuale legislatura, potrebbe rappresentare, non solo per la maggioranza, ma per tutti gli schieramenti politici, un’occasione ideale di rilancio di novità per le pensioni come:

  1. novità per le pensioni di quota 100;
  2. novità per le pensioni di quota 41 per tutti e senza oneri;
  3. assegno universale per tutti.

Le attese motivazioni dalla Consulta sul sistema di voto e possibili conseguenze

La decisione di andare subito al voto o meno potrebbe derivare dalle motivazioni che sempre lunedì prossimo la Consulta renderà note sul sistema di voto. La Consulta ha, infatti, ha dichiarato illegittimo il ballottaggio ma dato il via libera al premio di maggioranza previsto dalla sistema di voto per lo schieramento politico che supera il 40% dei voti alle elezioni. Stando a quanto dichiarato, così modulata, il sistema di voto sarebbe subito applicabile ma mancherebbe un sistema omogeneo per Montecitorio e Palazzo Madama e si andrebbe incontro al rischio, in caso di elezioni subito, di non avere una maggioranza sicura, il che non sarebbe affatto positivo per le importanti questioni da portare avanti o da chiudere, come le stesse novità per le pensioni. Le motivazioni della Consulta rappresenterebbero, comunque, il punto di partenza per un nuovo testo unico ufficiale sul sistema di voto che dovrebbe essere presentato, secondo le ultime notizie, il prossimo 27 febbraio.

Continuano le discussioni dei testi unici sulle ultime novità per le pensioni   

Proseguiranno nei prossimi giorni anche le discussioni per la definizione dei testi ufficiali contenenti le norme di funzionamento, e tempi di entrata in vigore, delle ultime novità per le pensioni di mini pensione e quota 41, e dovrebbero essere resi noti gli stessi testi anche se è possibile che si attenda la conclusione dell’iter in Aula che dovrebbe iniziare proprio tra lunedì e martedì sugli ulteriori miglioramenti alle ultime novità per le pensioni di mini pensione e quota 41 presentati dal Comitato ristretto per le pensioni.

Ti è piaciuto questo articolo?






Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il