Naspi, Assegno di ricollocazione 2017, SIA, Asdi: guida per indennità disoccupazione 2017, aiuto, assegno di sostegno INPS 2017

Requisiti, regole e chi può richiedere le indennità di disoccupazione Naspi, Asdi, Assegno di ricollocazione 2017, Sia. Cosa sapere

Naspi, Assegno di ricollocazione 2017, S

Regole naspi asdi assegno ricollocazione sia indennità



AGGIORNAMENTO: Le ultime notizie confermano che l’Inps ha deciso di non prorogare ulteriormente il Dis-coll, il sussidio di disoccupazione istituito nel 2015 e prorogato per il 2016 con cinquantaquattro milioni di euro, destinato ai collaboratori a lavoratori co.co.pro a collaborazione coordinata e continuativa e a progetto iscritti alla gestione separata Inps.

Sono diverse le indennità e i sussidi di disoccupazione in vigore quest’anno e che possono essere richiesti, a seconda dei casi, da persone rimaste senza occupazione. Stiamo parlando in particolare di:

  1. Naspi;
  2. Asdi;
  3. Assegno di ricollocazione 2017;
  4. Sia 2017.

Dis Coll 2017

Le ultime notizie confermano che l’Inps ha deciso di non prorogare ulteriormente il Dis-coll, sussidio di disoccupazione istituito nel 2015, prorogato per tutto il 2016 con 54 milioni, destinato ai collaboratori a lavoratori co.co.pro a collaborazione coordinata e continuativa e a progetto iscritti alla gestione separata Inps.

Naspi 2017

La Naspi 2017 può essere richiesta dai lavoratori con rapporto di lavoro subordinato rimasti senza occupazione, compresi apprendisti, personale artistico con rapporto di lavoro subordinato e dipendenti a tempo determinato delle Pubbliche Amministrazioni. I requisiti per richiedere la Naspi sono:

  1. essere in stato di disoccupazione;
  2. aver maturato almeno 13 settimane di contribuzione negli ultimi 48 mesi;
  3. aver accumulato almeno 30 giorni di lavoro nell’anno precedente;
  4. non godere di altri sussidi di disoccupazione;
  5. aderire al Patto di servizio per la ricerca di una nuova occupazione e di partecipazioni a corsi di formazione per il reinserimento del mondo lavorativo.


Durata e importo della Naspi 2017 e modalità di richiesta

La Naspi può essere erogata per un massimo di 24 mesi e il suo calcolo dipende dalla retribuzione percepita negli ultimi quattro anni e sulle settimane di contribuzione accumulate. Se la retribuzione non supera i 1.195 euro mensili, l’importo dell’assegno Naspi è del 75% di tale importo; se invece la retribuzione supera i 1.195 euro mensili, la Naspi sarà del 75% dell’importo fino ai 1.195 euro e del 25% dell’importo rimanente. In ogni caso, non può essere superiore ai 1.300 euro lordi al mese. Per quanto riguarda la richiesta della Naspi, la domanda deve essere presentata:

  1. o in via telematica tramite i servizi telematici cui il cittadino può accedere semplicemente inserendo il proprio Pin Inps;
  2. o rivolgendosi a caf e patronati;
  3. o contattando il Contact Center integrato Inps– Inail al numero 803164 gratuito da rete fissa o al numero 06164164 da rete mobile.

Asdi 2017

Il lavoratore disoccupato che non abbia trovato un nuovo lavoro dopo i due anni di Naspi, avrà ancora la possibilità di richiedere il sussidio Asdi per ulteriori sei mesi. Anche per l’Asdi, la domanda deve essere inviata esclusivamente online all’Inps e ,per quanto riguarda l’importo dell’Asdi, sarà del 75% dell’assegno della Naspi. I requisiti per richiedere l’Asdi sono:

  1. essere disoccupati;
  2. aver esaurito la Naspi;
  3. aver sottoscritto il patto di servizio;
  4. avere un valore Isee inferiore o pari a 5.000 euro;
  5. far parte di un nucleo familiare con almeno un minorenne.

Assegno di ricollocazione 2017

Non solo Naspi e Asdi: quest’anno arriva da questo mese di febbraio anche il nuovo assegno di ricollocazione, un aiuto sociale che sarà erogato per aiutare il lavoratore rimasto senza occupazione nella ricerca di un nuovo impiego.  L’assegno di ricollocazione può essere richiesto da coloro che sono senza occupazione e percepiscono la Naspi da almeno quattro mesi e prevede l'assegnazione di un tutor che accompagnerà il disoccupato nel percorso di ricerca di un nuovo lavoro

Durata e importo dell’assegno di ricollocazione

L’erogazione dell’assegno di ricollocazione dura sei mesi, con possibilità di proroga di ulteriori sei mesi e prevede un voucher del valore compreso tra i 1.000 e i 5mila euro, in base al livello di occupabilità della persona. Se, infatti, risulterà maggiore la sua distanza dal mercato del lavoro, allora sarà maggiore l’assegno. L’assegno di ricollocazione sarà erogato da enti specifici come i centri per l'impiego selezionati dalle Regioni e i soggetti accreditati a livello nazionale e regionale alle politiche per il lavoro, che si possono consultare sul sito Anpal. La stessa domanda per la richiesta dell’assegno di ricollocazione essere presentata online sul sito dell’Anpal.

Sia 2017

Tra le novità 2017 per chi è rimasto senza occupazione, c’è anche il nuovo Sia, Sostegno per l’inclusione attiva, nuova social card 2017, per tutti gli over 50 senza lavoro. La Sia, la cui domanda deve essere presentata al proprio Comune di residenza, ha valore minimo di 80 euro mensili, che possono arrivare ad un massimo di 400 euro, se nel nucleo familiare sono presenti minorenni, disabili o donne in gravidanza. I requisiti per richiedere il nuovo Sia sono:

  1. essere cittadini italiani o comunitari, o extra comunitari con regolare permesse soggiorno;
  2. essere residenti in Italia da almeno due anni;
  3. avere nel proprio nucleo familiare un figlio minorenne, o figlio disabile, o donna in gravidanza;
  4. avere un Isee inferiore o apri al massimo a 3mila euro;
  5. non possedere un veicolo immatricolato 12 mesi prima della presentazione della domanda, di autoveicoli con una cilindrata superiore ai 1.300 cc, o di motoveicoli con una cilindrata superiore ai 250 cc immatricolati da tre anni;
  6. non essere titolari di altri sussidi di disoccupazione come Naspi o Asdi.
  7.  

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il