Pensioni ultime notizie su mini pensioni, quota 41, quota 100 da Gozi, Martucci, Moscovici

Le recenti posizioni di Moscovici, Martucci, Gozi su ultime notizie economiche italiane e conseguenze per novità per le pensioni

Pensioni ultime notizie su mini pensioni

pensioni novità ultime affermazioni Pierre Moscovici



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 10:36): Nonostante vi siano alcuni spiragli per quanto riguarda le proceura di infrazione che al momento non smbra nelle ultime notizie e ultimissime così immediata e impellente, è comunque importante sottolineare come per le novità per le pensioni e tutti gli altri temi non si può rimanere fermi o sperare in ulteriori spiragli, anche perchè le novità per le pensioni stesse così come altri temi da riportare protaginisti, ma cui soprattutto agire, non pososno più attendere per il rilancio in questo frangente di stagnazione

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 13:01): Continua a essere molto caldo il fronte comunitario, come dimostrato dalle ultime e ultimissime notizie sull'avvio della seconda tappa della procedura d'infrazione. La maggioranza ha due mesi per rispondere con misure adeguate, ma è evidente come la situazione sia critica e non fa altro che aggiungere caos alle prospettive future, incluse quelle sulle novità per le pensioni.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 18:31): C'è un'altra data da segnare sul calendario il rapporto specifico sul debito dell'Italia a firma della Comunità è atteso come da ultime e ultimissime notizie il prossimo 22 febbraio. E un eventuale giudizio severo potrebbe essere l'anticamera dell'apertura di una procedura di infrazione contro Roma, con ripercussioni sulle aspettative legate alle novità per le pensioni, per non conformità alla regola del debito.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 21:45): Si resta ora in attesa di conoscere in dettaglio le misure aggiuntive che il governo Gentiloni metterà in campo per ridurre il deficit di 0,2 punti di Prodotto interno lordo come chiesto dalla Comunità. Le conseguenze saranno a largo raggio sull'intera politica italiana, comprese le prospettive sulle novità per le pensioni, ma secondo le ultime e ultimissime notizie, la stessa Comunità, lodando gli annunci del Tesoro, potrebbe aver vinto la sua battaglia sul rigore.

La Comunità sembra aver aperto ad un maggior tempo per l’Italia prima di far scattare il commissariamento, che non per forza, a questo punto, dovrebbe arrivare entro il prossimo 21 febbraio. Ciò che serve è ‘curare’ una situazione che al momento sembra troppo difficile, confermata anche dalle ultime notizie riportate dal recente Rapporto Tecnè 2016 sulla qualità dello sviluppo: ciò che emerge da questo report è l’immagine di un'Italia che cresce poco, di un forte calo della fiducia e di una occupazione bloccata.  Stando ai numeri riportati, crolla la fiducia economica (76) e solo il 31% degli intervistati pensa che la situazione economica dell’Italia migliorerà nei prossimi 12 mesi e appena l’11% si aspetta un miglioramento della situazione personale; gli standard abitativi scendono da 100 a 98 punti (Trentino a 122); calano le previsioni sulla crescita economica dell'Italia e sulle prospettive di crescita dell'occupazione; e aumentano le discriminazioni e la disuguaglianza economica tra gli italiani, con la ricchezza che tende a concentrarsi nelle fasce di popolazioni ad alto reddito; un ceto medio più fragile; e poveri che aumentano sempre più.

Si tratta di una situazione, in parte, anche risultato di scelte sbagliate da parte del precedente esecutivo, di provvedimenti approvati come il bonus da 80 euro o la nuova norma per l’occupazione che piuttosto che dare nuova spinta alla nostra economica hanno solo contribuito ad accrescere problemi e differenze economiche nella nostra società, al contrario di quanto avrebbero, invece, fatto le novità per le pensioni, mai considerate prioritarie, ma che avrebbero certamente creato un virtuoso circolo economico, sostenendo rilancio del’occupazione giovanile, produttività e consumi, anche con aiuti da parte della stessa Comunità. E si tratta di aiuti che non si arrestano, considerando i 21 miliardi di euro del Fondo sociale europeo destinati a Stato e Regioni e Dicastero dell’Occupazione per le politiche di aiuto e assistenza per affrontare l’urgenza della disoccupazione giovanile, una cifra che se ben investita potrebbe portare grandi benefici.

E l’impiego di questi soldi potrebbe, in parte, essere destinato alle novità per le pensioni tanto importanti e tanto rimandate proprio a causa di budget ristretti, considerando che  per la quota 100 servirebbero circa 7 miliardi di euro e per la quota 41 per tutti circa 5 miliardi di euro, senza considerare l’importanza dell’assegno universale, aiuto sociale che tra l’altro è già in vigore in quasi tutti gli altri Paesi comunitari, sostenuto dalla Comunità stessa e che, secondo le stime, costerebbe 10 miliardi di euro.  

Le ultime affermazioni di Pierre Moscovici e conseguenze per novità per le pensioni

Tra coloro dalla parte di aiuti al nostro Paese, il commissario europeo agli Affari Economici, Pierre Moscovici, che, stando alle ultime notizie, avrebbe ancora aperto alla possibilità di dare più tempo all'Italia per correggere conti che al momento sono davvero allarmanti. Stando alle ultime notizie, infatti, secondo le previsioni comunitarie, nel 2017, l'Italia sarà l'unico Paese membro della Comunità a crescere meno dell'1% e nel 2018 dovrebbe raggiungere 1,1%, continuando ad essere, però, il peggiore risultato dell'intera Comunità, pur se migliorato. Buxelles sarebbe, dunque, disposta a concedere più tempo a patto che però il nostro Paese sappia ben rispondere alle richieste avanzate di correzioni di conti e misure aggiuntive che dovrebbero essere inserite in un piano organico e ben definito e non solo da imposte o privatizzazioni fatte velocemente. Aprendo ancora alla tolleranza nei confronti dell’Italia, si potrebbe pensare anche a possibili aperture nei confronti di quelle novità per le pensioni che la Comunità non ha mai considerato come favorevoli ma che servirebbero proprio per quello stesso rilancio dell’occupazione da lei stessa richiesto.

Le ultime affermazioni di Martucci e conseguenze per novità per le pensioni

Tra le ultime notizie, anche nuovi dubbi sui vantaggi di essere entrati nell’euro e la convenienza attuale: a porsi alcune domande la stessa Corte dei Conti. Secondo il presidente Arturo Martucci di Scarfizzi, considerando la fragile ripresa dell’attività produttiva nazionale, la Comunità ha chiaramente messo in evidenza più vincoli che vantaggi. Bisognerebbe, dunque, rendersi un po’ più liberi da questi stessi vincoli imposti e probabilmente si avrebbe l’opportunità di rilanciare alcuni provvedimenti che potrebbero rivelarsi effettivamente importanti per dare nuova spinta alla crescita e allo sviluppo del nostro Paese. Tra questi, certamente importanti novità per le pensioni che avrebbero il grande vantaggio di riavviare occupazione e ciclo economico produttivo.

Le ultime affermazioni di Gozi e conseguenze per novità per le pensioni

Dal canto suo, Sandro Gozi, sottosegretario alle Politiche comunitarie, avrebbe affermato che le novità finora messe in atto non hanno portato i risultati sperati e, pur dovendo riconoscere alla Comunità di aver sempre sostenuto il nostro Paese nel suo percorso di cambiamenti e novità, è anche necessario ormai prendere consapevolezza prendere delle politiche economiche errate, dal taglio delle imposte per le imprese, alla nuova norma per l’occupazione, al bonus di 80 euro che non è affatto servito a rilanciare i consumi. Servono misure che invece siano in grado di rilanciare occupazione, consumi ed economica e, come spesso abbiamo detto, ciò che potrebbe dare questi risultati sono le novità per le pensioni che sbloccherebbero una situazione al momento bloccata.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il
Puoi Approfondire