BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Agenzia Entrate concorso pubblico 2017: bando in Gazzetta ufficiale, quando e come. Domanda, iscrizione, requisiti

Quando si attende il nuovo concorso pubblico 2017 dell’Agenzia delle Entrate, requisiti richiesti e prove da superare: ancora attesa pubblicazione ufficiale


Agenzia Entrate concorso pubblico 2017

bando concorso 2017 agenzia entrate requisiti domanda



AGGIORNAMENTO: Per le prove che saranno previste dal prossimo concorso dell'Agenzia delle Entrate, non si hanno informazioni certe su come si svolgeranno e quali saranno. In base a quanto organizzato con i precedenti concorsi banditi dall'Agenzia delle Entrate, le prove di selezione per la posizione di funzionario saranno sia scritte sia orali.

AGGIORNAMENTO: Per quel che riguarda il concorso per l'Agenzia delle Entrate è bene sapere che le assunzioni a tempo indeterminato disponibili su tutto il territorio nazionale saranno oltre settecento quaranta con diversi profili di figure professionali ricercati.

Dovrebbe essere pubblicato in Gazzetta Ufficiale il prossimo mese di giugno, o al massimo luglio, il nuovo concorso pubblico 2017 bandito dall'Agenzia delle Entrate. La maggior parte delle posizioni ricercate riguarda il ruolo di funzionario, ma l’Agenzia delle Entrate assumerà anche 29 dirigenti entro la fine dell’anno ed è anche prevista l’assunzione di altri 60 funzionari presso il Consiglio di Stato, la Corte dei Conti e il Ministero dell’Interno. Probabilmente l’Agenzia procederà all’assunzione di nuovo personale dando priorità alle graduatorie dei candidati ritenuti idonei e rimasti in attesa dopo la conclusione dei precedenti bandi di concorso e, una volta esaurite le graduatorie, ci sarà spazio per nuovi concorsi pubblici.

Assunzioni e domande per concorso pubblico 2017 dell’Agenzia delle Entrate

Le assunzioni a tempo indeterminato disponibili su tutto il territorio nazionale saranno oltre 740 con figure ricercate come

  1. unità per la terza area funzionale, fascia retributiva F1, profilo professionale funzionario per attività amministrativo-tributaria;
  2. dirigenti;
  3. dirigenti di seconda fascia;
  4. assistenti;
  5. funzionari per attività amministrativo-tributaria per gli uffici in provincia di Bolzano.

Per quanto l’invio della domanda, fino a quando non sarà ufficialmente pubblicato in Gazzetta ufficiale il bando di partecipazione al nuovo concorso dell’Agenzia delle Entrate non sono ancora noti termini e scadenze di invio della domanda che dovrebbe essere presentata, in base a quanto accaduto con i precedenti concorsi, tramite invio candidatura sullo stesso sito delle Entrate. Per ulteriori informazioni si potrà consultare il sito http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/content/Nsilib/Nsi/Agenzia/Amministrazione+trasparente/Bandi+di+concorso/.

Agenzia delle Entrate: requisiti richiesti per il concorso pubblico 2017

Non sono ancora certi i requisiti di accesso al nuovo bando di concorso per l'Agenzia delle Entrate, ciò che si sa di certo finora è la richiesta della laurea in Giurisprudenza, Economia e Commercio o Scienze politiche. Per ulteriori informazioni bisognerà aspettare la pubblicazione ufficiale del bando in Gazzetta Ufficiale.

Agenzia delle Entrate: prove previste per il concorso pubblico 2017

Anche per quanto riguarda le prove che saranno previste dal prossimo concorso dell’Agenzia delle Entrate, non si hanno informazioni certe su come si svolgeranno e quali saranno. In base a quanto organizzato con i precedenti concorsi banditi dall'Agenzia delle Entrate, le prove di selezione per la posizione di funzionario saranno sia scritte sia orali. Per quanto riguarda le prove scritte dovrebbero essere due, una di carattere oggettivo attitudinale, con una serie di quesiti a risposta multipla, e una di carattere tecnico, avente ad oggetto le principali materie giuridiche, matematiche ed economiche. La prova orale dovrebbe poi accertare il livello di conoscenza e preparazione del candidato. Superate le prove scritte e orale, i candidati dovranno frequentare un tirocinio di sei mesi prima dell’assunzione.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il