Pensioni ultime notizie pensioni pensioni anticipate 2017 cumulo gratis e ricongiuzioni. Calcolo, requisiti, come funziona

Varie opzioni con le novità per le pensioni per riunire nel 2017 i contributi versati in più gestioni o Casse di previdenza.

Pensioni ultime notizie pensioni pension

A chi conviene il cumulo dei contributi?



Tra le più interessanti novità per le pensioni in vigore da quest'anno c'è del cumulo gratis e ricongiunzioni. Conoscere tutti i dettagli relativi a calcolo, requisiti e come funziona è molto importante per valutare il periodo esatto in cui andare in pensione e naturalmente con quale importo. L'obiettivo di questo provvedimento è chiaro: valorizzare i contributi versati in più gestioni per raggiungere la pensione di vecchiaia o anticipata. In pratica ogni gestione calcola la pensione con le sue regole e paga la relativa quota di assegno. Sono coinvolti tutti i lavoratori, non c'è alcun costo da mettere in conto con il cumulo e non ci scadenze.

Cumulo, ricongiunzione e totalizzazione: il confronto

Ci sono dunque varie opzioni che consentono di riunire i contributi versati in più gestioni o Casse di previdenza e ognuna di queste con caratteristiche ben precise. Per quanto riguarda il nuovo cumulo, i punti principali sono

  1. Gestioni Inps inclusa la gestione separata e Casse di previdenza dei professionisti
  2. Gratuità
  3. Metodo di calcolo pro quota secondo le gestioni o le Casse coinvolte
  4. Accessibili le pensioni di vecchiaia, anticipata, superstiti, invalidità
  5. Nessuna finestra mobile

Diverso è il caso della ricongiunzione Inps, i cui punti essenziali sono

  1. Fondo pensione lavoratori dipendenti, Fondi sostitutivi esonerativi e esclusivi (ex-Ipost, ex-Inpdap), gestioni speciali
  2. Onere abbattuto al 50% al netto della contribuzione ricongiunta
  3. Applicazione del metodo di calcolo della gestione che accoglie i contributi
  4. Accessibili tutte le pensioni della gestione che accoglie i contributi
  5. Nessuna finestra mobile

Ecco poi le caratteristiche della ricongiunzione con le Casse di previdenza:

  1. Casse di previdenza dei professionisti e gestioni Inps
  2. Onere integrale al netto della contribuzione ricongiunta
  3. Applicazione del metodo di calcolo della gestione o della Cassa che accoglie i contributi
  4. Accessibili tutte le pensioni della gestione o della Cassa che accoglie i contributi
  5. Nessuna finestra mobile a meno che non siano previste dalla Cassa

Infine, l'ultima possibilità concessa al lavoratore è quella della totalizzazione:

  1. Gestioni Inps inclusa la gestione separata e Casse di previdenza dei professionisti
  2. Gratuità
  3. Applicazione del metodo contributivo o metodo proprio solo delle gestioni o delle Casse in cui si maturano requisiti autonomi
  4. Accessibili le pensioni di vecchiaia (65 anni età più 20 anni contributi) o anzianità (40 anni di contributi) con requisiti da adeguare alla speranza di vita
  5. Previste le finestre mobili: 18 mesi per la pensione di vecchiaia e 21 mesi per la pensione di anzianità

Cumulo: requisti e novità per le pensioni

Il cumulo previsto dalle novità per le pensioni 2017 può essere utilizzato per ottenere la pensione di vecchiaia, di inabilità, indiretta ai superstiti o dal 2017 per ottenere la pensione anticipata. Ed è previsto anche quando siano stati già raggiunti i requisiti per il diritto a pensione in una delle gestioni per le quali è previsto il cumulo. Due precisazioni sono indispensabili: non è consentito il recesso dalla ricongiunzione per ottenere la restituzione di quanto versato e accedere al pensionamento in cumulo se l'onere è stato pagato integralmente. Non è oggetto di recesso la ricongiunzione che abbia dato luogo alla liquidazione di una pensione, anche se su questa gravano trattenute a titolo di rate d'onere di ricongiunzione.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il