50 sfumature di nero: giudizi e commenti utenti nei social al di lā recensioni. E lo streaming del film gratis continua

Giudizi contrastanti su 50 sfumature di nero. Commenti e opinioni sul film non sono perfettamente coincidenti.

50 sfumature di nero: giudizi e commenti

50 sfumature di nero streaming



Sono i numeri a rivelare come 50 sfumature di nero sia uno dei fenomeni cinematografici di questa prima parte dell'anno. Sia che si tratta di contare gli incassi del botteghino e sia del tasso di ricerca dei modi in cui vedere in streaming, il film è sempre al centro dell'attenzione. Anastasia, studiosa di letteratura, è ancora cercata dal miliardario Cristian Grey. Lei pretende più sentimento ma è insidiata dal suo boss e scopre Grey in balia delle sue ex tra cui una seducente bionda (interpetata da Kim Basinger) che l'ha iniziato alle pratiche oscure. Ma quali sono i giudizi e i commenti utenti nei social? Ci riferiamo alle valutazioni di chi ha visto il film ma non è esperto di cinema ovvero non si è cimentato in recensioni per siti e blog specializzati.

Ebbene, giudizi e commenti non vanno tutti nella stessa direzione. Da una parte c'è chi considera il film 50 sfumature di nero un vero e proprio capolavoro cinematografico e chi invece evidenza debolezza narrativa, poca convinzione interpretativa da parte degli attori e scene hard... poco hard. Ed è anche il doppiaggio che non convince. Sarà forse per questi motivi che in tanti consigliano di vedere il film in lingua originale. Le principali critiche sono indirizzate verso dialoghi irreali, scelta dei tempi sbagliata e, appunto, nulla di sessualmente bizzarro. Secondo Gianfranco, ad esempio questo è un modo di fare cinema in cui si punta molto sull'enfatizzazione di singoli aspetti, tralasciando i dettagli e senza dare peso alla trama.

Ci sono film nei quali il racconto non deve essere necessariamente il punto di forza: un film erotico valorizzerà gli aspetti sensuali, possibilmente artistici. Ma ogni film, argomenta, ha bisogno di una sceneggiatura solida per dare profondità e concretezza a qualsiasi progetto cinematografico. Ma c'è anche chi esalta la riduzione cinematografica di una trilogia cinematografica che ha venduto milioni di copie in tutto il mondo, sottolineando la difficoltà di eseguire un lavoro così accurato. Punti di vista differenti, insomma.

Il tutto mentre a oltre una settimana dall'avvio delle proiezioni nei cinema italiani, si registrano numeri record per lo streaming e il download in Italia di 50 sfumature di nero. Stando alle prime stime delle società di analisi che monitorano il traffico web, la caccia alla visione illegale sta facendo registrare picchi inaspettati. Con buona pace di chi è contrario alla pirateria digitale. Sono continui i tentativi di condividere la pellicola sui siti di file hosting, via torrent e attraverso i circuiti peer to peer. E il tutto in barba ai rischi e alle perdite di tempo. Quelli che circolano sul web sono molto spesso virus o comunque file non corrispondente ai contenuti scaricati. E poi viene da chiederci perché affidarsi a queste pratiche illecite e non godersi la proiezione stando comodi nella poltrona del cinema? Così come è successo in occasione dell'uscita di altro film, ribadiamo la nostra contrarietà alla pirateria digitale e invitiamo a fare riferimento ai soli circuiti legali.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il