BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Fiat, piano preveda rientro da 2006 tutti lavoratori

Il piano industriale della Fiat deve prevedere tempi di rientro rapidi, entro i primi mesi del 2006, di tutti i lavoratori e la fine della Cassa integrazione



Il piano industriale della Fiat deve prevedere tempi di rientro rapidi, entro i primi mesi del 2006, di tutti i lavoratori e la fine della Cassa integrazione. Lo ha detto il segretario della Fiom-Cgil Gianni Rinaldini, a margine di un incontro sulla Fiat a Napoli.

"Sul piano industriale è evidente che c'è una discussione in atto nel gruppo dirigente della Fiat. Ora attendiamo questo incontro: ci hanno fatto sapere che è spostato e che dovrebbe svolgersi entro il mese di luglio, perché pare evidente che la Fiat debba cessare la Cassa integrazione", ha detto Rinaldini.

"Sul piano industriale abbiamo una prima questione immediata che è quella sui tempi in cui i lavoratori rientrano negli stabilimenti. Nei primi mesi del 2006 devono rientrare tutti", ha aggiunto il sindacalista.

Tra le voci che riguardano il piano, Rinaldini cita "l'ipotesi di spostare la linea della nuova Punto a Torino, che noi riteniamo importante ma non sufficiente, perché rimane aperto il problema del motore", poi il sindacalista della Fiom ricorda il problema delle scelte sul piano di sviluppo dell'Alfa e la questione relativa ai tempi della nuova Stilo.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



pubblicato il