Brevetti Software, Europarlamento boccia progetto direttiva

Il Parlamento europeo ha respinto il controverso progetto di direttiva mirato ad armonizzare la brevettabilità dei brevetti software



Il Parlamento europeo ha respinto il controverso progetto di direttiva mirato ad armonizzare la brevettabilità dei brevetti software.

L'assemblea, con 648 voti contro 14 e 18 astensioni, ha respinto la proposta, già approvata dai 25 Stati membri, impedendo così la sua entrata in vigore.

L'Europarlamento, in prima lettura, aveva proposto degli emendamenti temendo che, così come formulata, la direttiva avrebbe aperto la strada a situazioni di monopolio. Il Consiglio aveva però respinto gli emendamenti.

A favore del progetto di direttiva si erano pronunciate alcune grandi imprese del settore tecnologico, come Microsoft e Nokia, secondo le quali le modifiche proposte dal consiglio avrebbero aperto la strada a versioni copiate prodotte in paesi come la Cina.

Le modifiche proposte dal Parlamento erano state invece appoggiate dai fautori dei sistemi "open source" e del free software.

La Commissione, che aveva preparato il progetto di direttiva, ha già detto di rispettare la decisione del Parlamento e di non prevedere nuovi interventi normativi sulla stessa materia.

Ti è piaciuto questo articolo?






Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
Fonte: pubblicato il