Gasdotto Gelsi in Sardegna: dall'Algeria all'Italia. Siglato importante accordo energetico

Il gasdotto Galsi partirà dall'Algeria e arriverà in Italia attraverso la Sardegna, permettendo di incrementare le forniture di gas dal Paese nordafricano



Il gasdotto Galsi partirà dall'Algeria e arriverà in Italia attraverso la Sardegna, permettendo di incrementare le forniture di gas dal Paese nordafricano.

La conduttura si svilupperà per circa 900chilometri, di cui 600 offshore, raggiungendo una profondità massima di 2800 metri.
La capacita' di trasporto iniziale sara' pari a 8 miliardi di metri cubi all'anno e l'entrata in operativita' e' prevista per il 2012.

Dalla costa algerina, l'infrastruttura si sviluppera' in una sezione internazionale fino al sud della Sardegna, nei pressi di Cagliari, per proseguire con una sezione italiana composta da un tratto sulla terraferma, che arrivera' fino a Olbia, e un nuovo trattovia mare che raggiungera' la Toscana nei pressi di Piombino, area in cui il nuovo progetto verra' interconnesso con la rete nazionale di trasporto.
La Sardegna fara' quindi da ponte tra l'Algeria e la penisola italiana, diventando l'avamposto dell'approvvigionamento di gas in Europa, dove questo tipo di energia rappresenta il 25% del consumo totale.
 
L'infrastruttura permettera' inoltre la metanizzazione dell'isola, che attualmente e' l'unica regione italiana a non disporre del gas naturale.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il