BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Prestiti e finanziamenti tra singoli utenti su Internet grazie al marketplace Zopa italiano

Il progetto si chiama Zopa, nasce in Inghilterra ma è in arrivo anche in Italia. Di cosa si tratta? Gli utenti iscritti possono concretizzare un prestito tra privati.



Zopa è un marketplace dei prestiti.

Il progetto si chiama Zopa, nasce in Inghilterra ma è in arrivo anche in Italia. Di cosa si tratta? Gli utenti iscritti possono concretizzare un prestito tra privati. Zopa deriva da un acronimo inglese ) tradotto letteralmente in Zona di Possibile Accordo. E' nato nel 2005 in Gran Bretagna per iniziativa di tre manager del settore bancario.

Il vantaggio dovrebbe essere nella disintermediazione tra chi risparmia e chi accende un prestito che taglia sul tasso di mercato. L'esperienza inglese ha mostrato buoni risultati. Nonostante si tratti di microcredito il tasso d'insolvenza dichiarato dagli organizzatori è del 0,2 per cento, contro un tasso d'insolvenza medio sul credito del 3,4 per cento. Oltre 175 mila utenti sono iscritti al servizio, per un giro di affari di 22 milioni di euro.

I tassi di interesse sono più bassi del 30% per i debitori, e del 30% più alti per chi presta i propri risparmi. Tutte le operazioni avvengono attraverso il conto bancario della società su Intesa SanPaolo. Zopa guadagna un minimo dello 0,5 per cento sul flusso dei crediti.

Gli aspiranti al prestito sono suddivisi in classi per affidabilità. Quelli più affidabili sono considerati di fascia A+, a cui è applicato lo 0,5 per cento di commissione d'intermediazione, seguono le classi A, B e C, a cui sono rispettivamente associate le commissioni del 1 per cento, del 1,5 per cento e del 2 per cento. Chi risparmia e offre il proprio capitale per i prestiti su Zopa sarà a conoscenza dell'utilizzo che ne sarà fatto. Una sorta di società di mutuo soccorso in chiave moderna, pochi intermediari e prestiti accessibili.

Link
http://www.zopa.it

I migliori Prestiti personali senza busta paga e finanziamenti DICEMBRE 2016. In questo articolo proponiamo i migliori finanziamenti senza bisogno di presentare la busta paga e senza garanzie, ma anche prestiti personali, finanziamenti per attività e liberi professionisti con bassi tassi d'interesse.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il