Pensioni ultime notizie quota 100, quota 41, mini pensioni tre riunioni verità su rilancio pensioni da Esecutivo-Forze Sociali

Nuove riunioni in programma tra forse sociali ed esecutivo per definizione ulteriori novità per le pensioni e ultime notizie attese per mini pensione e quota 41

Pensioni ultime notizie quota 100, quota

pensioni novità verità rilancio riunione forze sociali esecutivo



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:30): Saranno ben tre le riunioni già ufficiali e differenti altre ne dovrebbero seguire per le novità per le pensioni tra Esecutivo e Forze sociali un segnale nelle ultime notizie e ultimissime della rilevanza dell'argomento e che non può che far sperare nonostante le oggettive difficoltà

Le discussioni sulle novità per le pensioni che si vorrebbero introdurre continuano ma prima della loro ufficiale approvazione c’è da superare un grande problema: quello di un budget decisamente ristretto che ancora oggi non permette di introdurre quelle importanti novità per le pensioni come quota 100 o quota 41 per tutti che richiederebbero soldi al momento non disponibili. Eppure le discussioni continuano tra necessità di chiudere il capitolo relativo alle novità per le pensioni in itinere, di mini pensione e quota 41 per cui si attendono ancora gli atti finali ufficiali, e di avvio di un successivo momento di analisi di ulteriori novità per le pensioni sempre più urgenti, come confermano le ultime notizie, per rilanciare occupazione giovanile e produttività. Ma, stando alle ultime e ultimissime notizie, la verità sul rilancio concreto di eventuali novità per le pensioni ulteriori potrebbe essere svelata dalle tre nuove riunioni in programma tra forze sociali ed esecutivo che si terranno:

  1. giovedì 23 marzo;
  2. giovedì 30 marzo;
  3. lunedì 20 marzo.

La riunione del 23 marzo tra forze sociali ed esecutivo e conseguenze per novità per le pensioni

La riunione che secondo le ultime notizie si preannuncia come la più importante è quella in programma il prossimo 23 marzo che dovrebbe porre le basi per l’avvio del momento successivo di analisi e fattibilità per le novità per le pensioni più profonde, anche se il confronto sulle novità per le pensioni da portare effettivamente avanti si preannuncia piuttosto difficile, non essendoci convergenza al cento per cento su ciò che si potrà fare per pensioni differenti in base alle tipologie di attività differenti, revisione delle probabilità di vita, modifica dei coefficienti di trasformazione. Si tratta di misure che, secondo le ultime notizie, potrebbero essere inserite nel documento programmatico economica ma si tratta di un passaggio ancora molto incerto, considerando che ci si avvia al momento solo alla presentazione della prima bozza del documento e che ogni provvedimento inserito, fino alle discussioni vere e proprie delle misure che rientreranno nella prossima manovra, potrebbe essere suscettibile di cambiamento o anche saltare. Tutto dipenderà dal budget effettivamente disponibile.

La riunione del 30 marzo tra forze sociali ed esecutivo e conseguenze per novità per le pensioni

La seconda riunione, in programma a fine mese, è stata fissata soprattutto per definire il ruolo dell’Istituto di Previdenza e il peso che lo stesso ente avrà, considerando che finora, come riportano le ultime notizie, si tratta dell’unico protagonista del dibattito previdenziale che sta portando effettivamente avanti atti concreti e che vorrebbe una revisione del’attuale sistema previdenziale, da rendere più sostenibile ma anche equo per tutti, cercando di recuperare nuove risorse economiche con l’obiettivo di attuare novità per le pensioni importanti e positive per tutti. E tra i punti di partenza fissati dall’Istituto proprio per recuperare nuovi soldi, le ultime notizie relative alla revisione contributiva delle pensioni. Dare più spazio all’Istituto di Previdenza nella decisione di novità per le pensioni effettive potrebbe rappresentare davvero un passo importante verso la loro concreta attuazione.

La riunione del 20 marzo tra forze sociali ed esecutivo e conseguenze per novità per le pensioni

Prima di andare oltre, con ulteriori novità per le pensioni, però, è necessario chiudere prima il capitolo inerente le novità per le pensioni ancora in discussione di mini pensione e quota 41 per cui sono ancora attesi gli atti finali ufficiali che, stando alle ultime notizie, dovrebbero arrivare entro la fine di questo mese e se slittassero ancora rischierebbero di far slittare anche l’avvio del momento successivo di analisi di ulteriori novità e la stessa entrata in vigore di mini pensione e quota 41, fissata al prossimo primo maggio. Nel corso della riunione di lunedì prossimo si farà molto probabilmente il punto su:

  1. punto delle trattative con gli istituti di credito e le assicurazioni per definizione di tassi di interesse e condizioni ufficiali delle polizze assicurative;
  2. estensione delle categorie che potranno richiedere mini pensione senza oneri e ape social;
  3. eventuali modifiche di requisiti.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il