"Gudagnati lo stipendio": offesa contro dipendente pubblico condannata dal tribunale

Rischia una condanna per ingiuria chi dà in escandescenze dinanzi ad un impiegato della pubblica amministrazione dicendogli, fra l'altro, di 'guadagnarsi lo stipendio'.



Rischia una condanna per ingiuria chi dà in escandescenze dinanzi ad un impiegato della pubblica amministrazione dicendogli, fra l'altro, di "guadagnarsi lo stipendio".

E' quanto emerge dalla sentenza n. 43087 depositata il 20 novembre scorso dalla V Sezione Penale della Corte di Cassazione che ha confermato la condanna, inflitta dalla Corte d'Appello di Torino, a 300 euro di multa per ingiuria continuata nei confronti di un cittadino che aveva detto ad un incaricato di pubblico servizio presso i servizi sociali del Comune di Domodossola, in presenza di più persone, che "avrebbe dovuto guadagnarsi lo stipendio da un punto di vista etico, ma che purtroppo non avveniva, e che i dipendenti pubblici erano una massa di lazzaroni e raccomandati e che se fosse stato un dipendente di un'azienda privata sarebbe stato licenziato, atteso il mancato rendimento sul lavoro".

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il