Rapporto Istat 2003 sulle imprese: più terziario, meno tessile

Il settore del terziario cresce in Italia, mentre commercio e tessile sono in diminuzione



Il settore del terziario cresce in Italia, mentre commercio e tessile sono in diminuzione. Lo dice l'Istat nel suo rapporto sulla struttura e le dimensioni delle imprese per il 2002-2003 reso noto oggi.

Il terziario cresce prevalendo sull'industria, sia in termini di addetti (oltre 9,6 milioni nel terziario, cioè circa il 59% del totale, contro i 6,6 milioni dell'industria), sia per il numero di imprese (3,1 milioni contro poco più di 1 milione).

Tra il 2002 e il 2003 risulta contenuto l'aumento complessivo delle imprese (+0,7%): ad un incremento significativo nei servizi forniti alle imprese (+3,1%), corrisponde una diminuzione di circa 13 mila imprese attive nel commercio all'ingrosso e al dettaglio (-1%) e di quasi 5 mila imprese dell'industria tessile e dell'abbigliamento (-0,5%).

Per quanto riguarda infine le dimensioni, resta netta la prevalenza delle piccole aziende (il 95% ha meno di 10 addetti), però calano (seppur di pochissimo, -0,6%) quelle monoaddetto, mentre aumentano (+0,4%) quelle con oltre 250 addetti.

Ti è piaciuto questo articolo?






Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
Fonte: pubblicato il