Pensioni ultime notizie quota 100, mini pensioni, quota 41 concreta svolta quando e come per pensioni rilancio

Quando e come potrebbe arrivare la svolta reale per un concreto rilancio delle novità per le pensioni: possibili segnali e scenari

Pensioni ultime notizie quota 100, mini

pensioni novità come quando svolta reale rilancio



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 10:53): I due scenari più realistici e concreti sui tre visti, porterebbero uno a novità per le pensioni profonde e concrete per tutti mentre il secondo poco, pochissimo come nelle ultime notizie e ultimissime, purtroppo è sempre capitato.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 18:01): Vi sono tre scenari che in questo momento possono garantire una svolta per le novità per le pensioni davvero realistica per tutti e profonda. E due di questi scenari sembrano nelle ultime notizie e ultimissime sempre più possibili, mentre il terzo sta sfumando sempre più nonostante avesse delle reali potenzialità e le potrebbe ritrovare (ma pare difficile)

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 23:01): In tanti si chiedono quando e come si potrà essere davvero una svolta reale per le novità per le pensioni che rimangono sempre nelle ultime notizie e ultimissime al centro dell'attenzione, ma poi non si fa mai nulla. Ecco alcuni possibili scenari.

All’indomani della presentazione della prima bozza del nuovo documento di programmazione economica, che non ha fatto alcune riferimento diretto a ulteriori novità per le pensioni, ci si chiede, ad oggi, se, quando e come le profonde novità per le pensioni strutturali e universali per tutti saranno effettivamente approvate. Nonostante, infatti, da mesi, se non anni ormai, si continui a parlare della necessità di revisione dell’attuale sistema, con le ultime notizie su andamento dell’occupazione giovanile, della produttività, in calo, e delle probabilità di vita che si abbassano che ne confermano l’urgenza, sembra, ancora una volta, che il concreto rilancio delle novità per le pensioni possa essere ancora rimandato. Eppure, secondo le ultime notizie, vi sarebbero degli eventi che potrebbero cambiare le cose, rappresentando una nuova svolta per un concreto rilancio di ulteriori novità per le pensioni.

Segnali di una possibile svolta reale di rilancio delle novità per le pensioni

Tra i segnali che potrebbero rappresentare una svolta reale per un concreto rilancio delle importanti novità per le pensioni potremmo citare:

  1. possibile fine anticipata della legislatura;
  2. nuovo voto anticipato;
  3. eventuale totale distacco dell’attuale esecutivo dal precedente.

La fine della legislatura, infatti, secondo le ultime notizie, potrebbe diventare sempre più reale alla luce delle ultime notizie di continuo scontro tra esecutivo e maggioranza, e potrebbe concretizzarsi proprio dopo la scelta del nuovo segretario del centrosinistra che entro la fine di questo mese sarà eletto. In base agli esiti e alla situazione politica che ne deriverà, si potrebbe pensare ad andare di andare alle urna prima, probabilmente tra la fine del mese di settembre e i primi di ottobre, per permettere di fare una buona campagna per il voto.

A quel punto, sarebbe decisamente interessante vedere quali sarebbero le priorità da definire in tempi decisamente brevi per inserirle negli iter economici e capire se le ultime affermazioni e i recenti annunci sulle novità per le pensioni diventerebbero finalmente realtà, cosa che ci si aspetta in vista di nuove urne, soprattutto perché consentirebbero ai diversi schieramenti politici di riconquistare fiducia e consensi da parte dei cittadini elettori, o se tutto rimarrà ancora pura teoria e parole. Altro scenario che potrebbe rappresentare una svolta reale per il rilancio di ulteriori e importanti novità per le pensioni è che l'esecutivo attuale si stacchi completamente dalla maggioranza che lo sostiene andando avanti da solo e continuando a portare avanti quelle misure, anche impopolari, che, però, sarebbero decisamente importanti ai fini di u ritorno alla crescita dell’Italia.

Distacco dell’attuale esecutivo dal precedente e impatto su novità per le pensioni

Decidendo di adottare le misure che lo stesso premier qualche settimana fa ormai aveva annunciato con grande enfasi, anche se impopolari alcune, l’attuale esecutivo andrebbe contro l’attuale maggioranza, rischiando di perderne il sostegno, ma comunque si avvierebbe sulla strada giusta per riuscire a riportare l’Italia a crescere. Proprio il premier aveva parlato di:

  1. revisione di alcune tipologie di pensioni, come baby pensioni, pensioni di guerra e invalidità;
  2. revisione della spesa per 7 miliardi di euro;
  3. estensione della fatturazione elettronica per tutti (che porterebbe un risparmi di circa 41 miliardi di euro).

Ma solo a distanza di qualche giorno lo stesso premier sembra aver fatto un passo indietro su queste stesse misure, tornando a puntare, come riportato dalle ultime notizie del Dicastero dell’Occupazione, su un nuovo piano di riduzione delle imposte sul lavoro che potrebbe rivelarsi fallimentare come strategia di rilancio dell’occupazione, esattamente come la norma per l’occupazione del precedente esecutivo non ha portato i risultati sperati. Il distacco dal precedente esecutivo potrebbe, dunque, rappresentare un passo importante ma, considerando che nella prima stesura del nuovo documento di programmazione economica non si fa riferimento né a novità per le pensioni né a revisione di alcune tipologie di pensioni stesse, al momento non sembra esserci volontà né intenzioni, il che non prospetta nulla di buono in tal senso.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il