730 2017 precompilato: lista spese e costi che si possono detrarre

Per i lavoratori dipendenti e i pensionati, i vantaggi nella presentazione della dichiarazione con il modello 730 sono differenti.

730 2017 precompilato: lista spese e cos

Spese sanitarie per il 730 2017



Arriva puntuale il modello 730 precompilato. Contiene i dati contenuti nella Certificazione Unica, inviata all'Agenzia delle entrate dai sostituti d'imposta, contenente tra gli altri i dati dei familiari a carico, i redditi di lavoro dipendente o di pensione, le ritenute Irpef, le trattenute di addizionale regionale e comunale, i compensi di lavoro autonomo occasionale. E ancora, le detrazioni possibili ovvero la lista delle spese e i costi deducibili o detraibili, come spese sanitarie e relativi rimborsi, interessi passivi sui mutui, premi assicurativi, contributi previdenziali, contributi versati alle forme di previdenza complementare, contributi versati per i lavoratori domestici, spese universitarie e relativi rimborsi, spese funebri, spese per interventi di recupero del patrimonio edilizio, per l'arredo degli immobili ristrutturati e per interventi finalizzati al risparmio energetico. Più nel dettaglio e schematicamente, i costi detraibili sono:

  1. Spese sanitarie, come farmaci e visite specialistiche
  2. Assicurazioni: vita, infortuni, rischio invalidità
  3. Spese scolastiche: dalla retta dell'asilo all'affitto del figlio all'università
  4. Spese sportive: l'attività dei figli tra i 5 e i 18 anni è detraibile
  5. Animali: tutte le spese per le cure veterinarie di cani, gatti e altri animali domestici
  6. Casa: ristrutturazione, interessi passivi sul mutuo, notaio e agenzia
  7. Videocamere e dispositivi di controllo domestico
  8. Spese funebri

730 2017 precompilato: le novità di quest'anno

E sempre nel 730 2017 precompilato sono contenute alcune informazioni comprese nella dichiarazione dei redditi dell'anno precedente, come i dati dei terreni e dei fabbricati, gli oneri che danno diritto a una detrazione da ripartire in più rate annuali, come le spese sostenute negli anni precedenti per interventi di recupero del patrimonio edilizio, per l'arredo degli immobili ristrutturati e per interventi finalizzati al risparmio energetico, i crediti d'imposta e le eccedenze riportabili. Sono quindi presenti alcuni dati dell'Anagrafe tributaria, come le informazioni contenute nelle banche dati immobiliari, catasto e atti del registro, i pagamenti e le compensazioni effettuati con il modello F24. Per quanto riguarda le novità di quest'anno, se ne segnalano quattro:

  1. Detrazione del 50% sulle spese sui mobili per le giovani coppie che acquistano casa
  2. È detraibile la polizza per i figli disabili gravi (fino a 750 euro)
  3. Si può scaricare il 50% dell'Imu sulla casa concessa in comodato gratuito ai figli
  4. Detrazione del 65% sul controllo a distanza dell'impianto di riscaldamento

Per i lavoratori dipendenti e i pensionati, i vantaggi nella presentazione della dichiarazione con il modello 730 sono differenti, come il non dover eseguire calcoli e pertanto la compilazione è più semplice. Ma anche la possibilità di ottenere il rimborso dell'imposta direttamente nella busta paga o nella rata di pensione, a partire dal mese di luglio, ma dal mese di agosto o di settembre per i pensionati. Infine, se devono versare delle somme, vengono trattenute dalla retribuzione o dalla pensione direttamente nella busta paga.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il