Pensioni ultime notizie quota 100, mini pensioni, quota 41 resoconto audizioni pensioni finora svolte

Prima audizione su nuove misure economiche annunciate dall’esecutivo: ultime notizie su resoconto e rilancio di ulteriori novità per le pensioni

Pensioni ultime notizie quota 100, mini

pensioni novità resoconto prima audizione prossime ulteriori



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 9:30): Tranne in alcuni casi non ci sono elementi positivi per le novià per le pensioni nella varie audizioni che vi sono state nonostante come abbiamo scritto sotto, le imprese sono sempre tra le prime a chiedere novità per le pensioni urgenti, per poi decidere alla fine, proprio in questi momenti, di solito, di seguire e appoggiare nelle ultime notizie e ultimissime altre priorità. Vi sono, però, oltre alla forze sociali, anche l'Istituto di Statistica che ha ribadito come le novità per le pensioni potrebbero essere una variabile importate per un Italia sempre più in crisi a livello di produttività e posti occupazionali e poi la presa di posizione delle forze sociali più forte, anche del solito, incentrata sulle novità per le pensioni mancanti sia di quelle che devono ancora essere concluse, sia del momento successivo delle pensioni, le riunioni in corso, dove alcune delle decisioni che dovevano essere prese o dovrebbe essere prese, come la revisione delle probabilità di vita, latitano e, invece, era stato affermato che almeno una di essere avrebbe trovato spazio proprio in questo iter.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 18:01): E nelle audizioni che si stanno svolgendo tranne quelle delle forze sociali le novità per le pensioni non vengono considerate, ma in alcuni casi nelle ultime notizie e ultimissime vi è un accordo per un aumento dell'iva, mentre in altri si contrasta fortemente ma non c'è una direzione su cosa fare in alternativa. Al momento si cercano di comprendere di più le cifre anche perchè queste insieme alle inziative sono assai difficili da comprendere al momento.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:30): C'è il via libera del centro studi dell'Associazione degli imprenditori all'aumento dell'Imposta sul valore aggiunto se dovesse portare al taglio delle imposte sull'occupazione e sembra che le novità per le pensioni che la stessa nelle ultime notizie e ultimissime aveva chiesto con forza più volte siano ancora una volta dimenticate come è già successo esattamente nel precedente iter. 

Dopo la prima audizione già tenutasi in relazione alle misure annunciate per il nuovo documento di programmazione economica, ci si avvia alle successive. Finora le reazioni che si sono registrate sulle misure annunciate dall’esecutivo e riportate dalle ultime notizie sono state piuttosto controverse, tra giudizi si soddisfazione e appoggio e critiche a misure che non servirebbero per un effettivo, concreto e continuo rilancio dell’economia italiana. Servirebbero, infatti, ulteriori provvedimenti rispetto a quelli annunciati di aumento dell’imposta del valore aggiunto, taglio delle imposte sull’occupazione, piano privatizzazioni,che l’attuale maggioranza continua a non sostenere, come quelle ulteriori novità per le pensioni che, fino a qualche settimana fa, si diceva sarebbero potute rientrare nelle successive stesure del nuovo documento economico.

Novità per le pensioni ulteriori, dopo le ultime novità per le pensioni di mini pensione e quota 41 ancora limitate sperimentali, che avrebbero dovuto (e dovrebbero) essere oggetto del momento successivo di analisi tra esecutivo e forze sociali e che potrebbero prevedere:

  1. novità per le pensioni di revisione delle probabilità di vita;
  2. novità per le pensioni di quota 100;
  3. novità per le pensioni per i più giovani;
  4. novità per le pensioni per le singole casse di categoria.

Resoconto della prima audizione su nuovo documento economico

La prima audizione già tenutasi sul nuovo documento economico è quella del centro studi dell’associazione degli imprenditori che, stando a quanto riportano le ultime notizie, avrebbe ben accolto la decisione di aumento dell’imposta sul valore aggiunto in cambio di un nuovo piano di taglio del costo dell’occupazione. Secondo gli industriali, si tratta, infatti, di una misura che potrebbe rappresentare un nuovo stimolo per la ripresa dell’occupazione, soprattutto giovanile, anche se l’aumento dell’imposta sul valore aggiunto potrebbe arrivare a scoraggiare acquisti e consumi a causa di un generalizzato aumento dei beni, sia interni che di importazione.

Ancora una volta, dunque, sembra che l’associazione degli industriali abbia virato il proprio appoggio verso misure di riduzione delle imposte, nonostante da sempre si dica favorevole a novità per le pensioni, considerate attualmente piuttosto rigide, proprio perché strettamente legate ad un rilancio dell’occupazione che, come più volte spiegato, avrebbe il duplice vantaggio di dare nuove spinta sia a produttività che ai consumi, per l’avvio di un nuovo ciclo economico positivo in generale. Eppure, ancora una volta, si è preferito appoggiare altre misure di sostegno all’occupazione nonostante, come annunciato qualche tempo fa dal Dicastero dell’Occupazione, per il taglio delle imposte sull’occupazione servirebbero circa 15 miliardi di euro. Ben meno ne servirebbero per le novità per le pensioni di quota 100 e quota 41 per tutti senza oneri, rispettivamente 7 miliardi di euro e 5 miliardi. Eppure nulla ancora si fa.
Ulteriori audizioni in arrivo su nuovo documento di programmazione economica

All’indomani delle ultime notizie relative al resoconto della prima audizione dell’associazione degli industriali sul nuovo documento economico, le ultime notizie confermano ulteriori audizioni in arrivo tra oggi e i prossimi giorni. Le audizioni attese, e che potrebbero rivelarsi importanti per la puntuale definizione delle misure del documento e per capire la loro reale capacità di rilancio dell’economia, sono:

  1. l’audizione Istat;
  2. l’audizione Tesoro;
  3. l’audizione ella Banca d'Italia;
  4. l’audizione Corte dei Conti;
  5. l’audizione dell’Upb;
  6. confronti preliminari in Gruppo Occupazione-Pensioni e Gruppo Affari Costituzionali;
  7. l’audizione dell’ente di gestione delle pensioni sul rilancio dell’organizzazione dell’ente stesso e sulle ulteriori novità per le pensioni.

Sarà interessante in tali occasioni capire le posizioni di Istat, Corte dei Conti, Upb che già qualche tempo fa avevano parlato della necessità di approvazione di importanti novità per le pensioni, andando oltre le attuali novità per le pensioni di mini pensione e quota 41, per un rilancio della produttività necessaria per la crescita economica, attraverso una nuova spinta all’occupazione giovanile, e per combattere l’indigenza che, come dimostrano le ultime notizie sulle condizioni di vita degli italiani, è sempre più dilagante nel nostro Paese.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il