Pensioni ultime notizie mini pensioni, quota 100,. quota 41 irripetibili quattro variabili non sfruttate per pensioni rilancio

La strategia di questo esecutivo è di procedere con gradualità e cautela anche sulle novità per le pensioni.

Pensioni ultime notizie mini pensioni, q

Pensioni: nuove regole allo studio



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 21:01): E uno dei quesiti assai proccupanti che ci si pone è che se il treno di tali varabili sta inesorabilmente passando e non solo nelle ultime notizie e ultimissime non siamo riuscite a sfruttarli ma la situazione se non è peggiorata è stagnante, cosa succederà quanto queste oppurtunità cessaranno del tutto di aiuatarci? A quel punto nelle visioni più negative, altro che novità per le pensioni, ma occorrerà ben altro per non cadere in una profonda crisi....

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 13:22): Almeno quattro sono le variabli che al momento sono presenti e lo sono da tempo che favoriscono le novità per le pensioni e il rilancio generale ma che rischiano anche dopo un periodo non breve in cui erano disponibili di non essere state colte e di stare nelle ultime notizie e ultimissime per esaurirsi e scomparire 

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 23:30): Si fa presto a parlare di mancanza di budget quando ci sono evidenti ragioni per criticare questi ultimi esecutivi. La scelta di procedere per piccoli passi anche in relazione alle novità per le pensioni non sembra che abbia pagato perché, come abbiamo visto dalla ultime e ultimissime notizie, sono passati tanti treni utili e nessuno di questi è stato colpevolmente preso al volo.

Volendo essere cattivi possiamo dire che questo esecutivo non è capace di guidare il Paese poiché non è in grado di cogliere le opportunità e farsi spingere dal vento favorevole per introdurre quei preziosi cambiamenti, tra cui quelli sulle novità per le pensioni, invocati da anni. Volendo essere più realisti c'è da far presente come il funzionamento della macchina amministrativa e rappresentativa sia troppo farraginosa e non adatta per collocare il Paese lungo i binari della velocità. Tuttavia sono i fatti a riferire come al di là di mini pensioni, quota 100, quota 41, sono passati e stanno passando tanti treni che non sono stati colti al volo. Di conseguenza i più ambiziosi progetti sulle novità per le pensioni sono rimasti fermi sulla carta lasciando inevase tante richieste e, anzi, alimentando dubbi, preoccupazioni e perplessità.

Le quattro variabili non colte per le novità per le pensioni

Premettendo come la strategia di questo esecutivo (così come di quelle immediatamente precedente in cui gli interpreti sono pressoché i medesimi e la maggioranza è la stessa) sia quella di utilizzare alternativamente il bastone e la carota nei rapporti con la Comunità e di procedere con gradualità, ci sono almeno quattro variabili non colte per le novità per le pensioni. E anche molto vistose:

  1. il risveglio economico internazionale anche se per meriti extranazionali ed extracontinentali;
  2. la chiamata al voto nei due principali Paesi della Comunità, Germania e Francia, che porta l'Italia ad avere un asso in più nella manica nella fase del confronto;
  3. la favorevole congiuntura monetaria nel rapporto tra euro e dollaro con allargamento delle esportazioni;
  4. l'intervento profondo e impattante della Banca centrale europea con un doppio acquisto di titolo di Stato che ha portato all'immissione di liquidità e al calo della spesa per interessi.

Si tratta dunque di occasioni non colte, per incapacità o per mancanza di coraggio, che si riflettono anche su quanto è stato fatto e su quanto si sarebbe potuto fare, anche e soprattutto sul versante delle novità per le pensioni.

La strategia della cautela e conseguenze sulle novità per le pensioni

Il rischio di questa cautela è allora e della mancanza (o della volontà) di cogliere al volo queste opportunità per le novità per le pensioni è di ritrovarsi a breve a mangiarsi le mani. Anche perché non si tratta solo di prendere il treno in corsa, ma di credere che le stesse novità per le pensioni possano rappresentare un volano per il rilancio poiché

  1. sono in grado di aumentare il tasso di disoccupazione con un mirato e controllato percorso di ricambio generazionale;
  2. sono utili per accrescere competizione e innovazione proprio per via della maggiore attitudine dei giovani all'impiego delle nuove tecnologie;
  3. creerebbero una società più felice e equilibrata tra le esigenze di tutte le fasce di età della popolazione.

L'appuntamento con le più importanti novità per le pensioni subisce allora contini slittamenti e il prezzo da pagare rischia di essere più salato di quello che adesso di riesce a immaginare.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il
Puoi Approfondire