Riforma elettorale: accordo tra Berlusconi e Veltroni per un mix tra sistema spagnolo e tedesco

Berlusconi ha confermato la sua disponibilita' al Vassallum, ovvero il mix tra sistema spagnolo e tedesco e tra maggioritario e proporzionale, proposto da Veltroni



Soddisfazione bipartisan dopo l'incontro  tra il premier del Pd Walter Veltroni e il presidente di Forza Italia Silvio Berlusconi. 

Veltroni preferisce non gridare al successo per non alimentare i sospetti di chi teme inciuci e perche' la strada delle riforme e' lunga e disseminata di veti e trappole, ma la soddisfazione per il faccia a faccia con Silvio Berlusconi e' grande: ''Mai come oggi abbiamo la possibilita' di dare al paese riforme certe e nuove in 12 mesi''.

L’incontro  e' durato 80 minuti, incentrati sulla legge elettorale. Il Cavaliere ha confermato la sua disponibilita' al Vassallum, ovvero il mix tra sistema spagnolo e tedesco e tra maggioritario e proporzionale, proposto da Veltroni e la cui bozza e' stata stesa da Salvatore Vassallo (da cui l’appellativo giornalistico).

Accordo vicino dunque con il leader del primo partito di opposizione nella consapevolezza che ''bisogna passare da un bipolarismo forzoso ad un bipolarismo fondato sulla coesione programmatica''.

Il cavaliere, accompagnato nel faccia a faccia da Gianni Letta, gran consigliere e tessitore delle trame del dialogo, conferma disponibilita' a discutere di riforma dei regolamenti parlamentari.

Di piu', dice di ''condividere'' la proposta di Dario Franceschini che impedisce la formazione di gruppi diversi dai partiti con i quali si e' andati al voto. Anche se, precisa, questo confronto deve procedere su un ''binario'' parallelo ma distinto da quello sulla legge elettorale.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il