Pensioni ultime notizie su mini pensioni, quota 100, quota 41 da Salvini, Maroni, Fava

Le ultime posizioni di Maroni, Fava, Salvini su primarie della Lega, possibili effetti e conseguenze su novità per le pensioni

Pensioni ultime notizie su mini pensioni

pensioni novità ultime affermazioni roberto maroni



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 17:30): Le primarie della Lega sono da seguire anche da chi non voterà Carroccio per le novità per le pensioni per almeno due ragioni principali tenendo, comunque, presente che è stato uno degli schieramenti più propensioni nelle ultime notizie e ultimissime alle stesse.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 21:45): Sono interessanti le posizioni dei candidati del Carroccio e degli esponenti più autorevoli per le novità per le pensioni all'interno di queste primarie la cui vittoria di uno e dell'altro potrà deciderne l'intensità del mutamento che appare, però, nelle ultime notizie e ultimissime assolutamente condiviso.

Tra 24 ore si vota per le primarie della Lega: i candidati in corsa sono l’attuale segretario del Carroccio, Matteo Salvini, e Gianni Fava, assessore all'Agricoltura della Lombardia. Alla vigilia di un appuntamento che sarà decisamente fondamentale per capire come evolverà la situazione generale all’interno del centro destra e, soprattutto, in riferimento ad una nuova unione con Forza Italia, la posizione di Roberto Maroni, presidente della Regione Lombardia, sembra ancora piuttosto controversa. Stando a quanto riportano le ultime notizie, sono decisamente pochi ad oggi i dubbi sul fatto che Salvini sarà riconfermato segretario del Carroccio, ma la candidatura di Fava rappresenta una mossa decisamente politica per il governatore Maroni, che lo sostiene particolarmente.

Le ultime affermazioni di Maroni e impatto su novità per le pensioni

Il sostegno del governatore della regione Lombardia, Roberto Maroni, alla candidatura di Fava si inserisce in un quadro politico ben definito: il prossimo anno si torna a votare in Lombardia e Maroni non vuole rompere quel legame con Forza Italia che a Salvini non piace affatto. Si tratta di un legame che a Maroni stesso serve per essere nuovamente eletto. Maroni, stando a quanto riportano le ultime notizie, continua a ripetere che la Lega non è nè di destra nè di sinistra e che l’esito delle presidenziali francesi potrebbero essere occasione per aprire una nuova fase per la Comunità.

E se l’appoggio a Fava è stato dato soprattutto per cercare di evitare la rottura con il Cavaliere, c’è da considerare il fatto che una rielezione di Maroni potrebbe avere impatto positivo sia per la regione, sia, si spera, a livello nazionale, per quanto riguarda rilancio di misure sociali, non dimentichiamo infatti che Maroni è tra i governatori che ha già introdotto nella sua regione l’assegno universale, e per il rilancio di novità per le pensioni, soprattutto perché collegate all’occupazione.

Le ultime posizioni di Fava e impatto su novità per le pensioni

L’anti-Salvini per le primarie della Lega di domenica è l’assessore all'Agricoltura della Lombardia, Gianni Fava, disposto anche, stando a quanto riportano le ultime notizie, a coalizioni con il centrosinistra se gli lasciasse la piena autonomia nei territori. Meno estremista dello sfidante Salvini, su una linea di lavoro decisamente diversa, Fava ha chiaramente spiegato di volere che la Lega tornasse a credere fortemente nei suoi vecchi valori e ha rilanciato sulla necessità di portare avanti quei fiori all'occhiello da sempre del Carroccio, come revisione della burocrazia, partite Iva, Comunità da allontanare. Ma nessun riferimento esplicito e diretto per misure sociali e novità per le pensioni.

Le ultime affermazioni di Salvini e impatto su novità per le pensioni

Matteo Salvini non sembra cambiare idea sulle sue posizioni nonostante l’esito delle presidenziali francesi che, secondo molti, avrebbero dovuto, o dovrebbero ancora, farlo riflettere su idee e teorie che effettivamente non sembrano portare a nulla di buono. E lo ha invitato a riflettere proprio su questa questione lo stesso Cavaliere cui però Salvini non sembra aprire particolarmente. Salvini ha chiaramente affermato che le primarie offrono la possibilità ai cittadini di scegliere tra due diverse visioni della Lega, quella che si alleerà necessariamente con il Cavaliere e quella più forte e autonoma, la sua, che ha facoltà di scegliere se allearsi con qualcuno e con chi eventualmente.

La certezza che porterebbe l’eventuale riconferma di Salvini alla guida della Lega sarà il certo rilancio dell’urgenza di rivedere l’attuale sistema delle pensioni. Salvini, infatti, da sempre convinto e pronto a rivedere completamente le attuali norme pensionistiche, punta su novità per le pensioni di quota 100 e di quota 41 per tutti e novità per le pensioni di revisione totale dell’attuale sistema, cosa che fa ben sperare ad un rilancio delle stesse a livello nazionale una volta riconfermata la sua carica.

Ti è piaciuto questo articolo?






Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il