BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Borsa Milano positiva,acquisti su Fiat, editoria,Stm e Luxottica

La liquidità traina Piazza Affari che ha rapidamente archiviato, come il resto d'Europa, lo choc degli attentati di Londra



La liquidità traina Piazza Affari che ha rapidamente archiviato, come il resto d'Europa, lo choc degli attentati di Londra.

"Il mercato cavalca l'onda della liquidità, incurante della preoccupante situazione geopolitica" commenta un dealer.

Alle 13,15 l'indice S&P/Mib guadagna lo 0,5%, il Mibtel avanza dello 0,4%, mentre il TechStar, più vivace, segna un più 1,3%.

Pur sotto i massimi di seduta, FIAT prosegue in netto rialzo (più 1,7%), allungando dal più 7,6% segnato venerdì.

Venerdì l'ad di Fiat Sergio Marchionne aveva incontrato alcuni gestori di fondi di investimento, ribadendo le stesse indicazioni già fornite nel corso dell'assemblea di bilancio di due settimane fa.

Il mercato sembra dare credito alle indiscrezioni che indicano il Lingotto come potenziale oggetto delle attenzione del fondo salva-imprese che potrebbe essere creato da Carlo De Benedetti con la partecipazione di Silvio Berlusconi. "Il mercato, alla ricerca di spunti per comprare parla, in generale di una possibile scalata su Fiat" dice un trader.

LUXOTTICA balza del 4%, sulla scia dell'entusiasmo per l'acquisizione in Cina di Beijin Xueliang Optical Technology che ha indotto alcuni broker esteri a migliorare il giudizio sulla società e le sue prospettive.

"E' il segnale della volontà della società di espandersi in Cina" afferma un operatore. Positiva anche BULGARI.

In un panorama di acquisti generalizzati sul settore bancario, BNL segna il passo (meno 1,3%) il giorno in cui, secondo la stampa, UNIPOL e i soci del contropatto potrebbero trovare un accordo per la cessione al gruppo assicurativo del pacchetto in via Veneto. Il prezzo dovrebbe essere di 2,7 euro per azione e comporterebbe un esborso per la compagnia di 2,2 miliardi di euro. Unipol arretra dell'1,5% in un mercato che si interroga sulla capacità del gruppo bolognese di far fronte ai possibili ingenti esborsi.

Brilla SEAT dopo l'upgrade da parte di una banca estera. Positivo l'intero comparto editoriale, fatta eccezione per Rcs (meno 1,1%) su cui è temporaneamente scemato l'appeal speculativo.

La discesa del prezzo del petrolio pesa su SAIPEM, tonica venerdì, accompagnata in terreno negativo da ENI.

GENERALI in linea con il mercato. Secondo la "Lettera all'investitore" del Sole 24 Ore nel 2005 sono attesi premi per oltre 58 miliardi di euro, con un valore della nuova produzione di 700 milioni. Più in generale i dati supereranno le attese del piano industriale.

Gli acquisti premiano anche oggi STM e AEM che, dopo l'intesa su Delmi, avanza di oltre il 2,5% che si aggiunge al più 1,2% di venerdì.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



pubblicato il