Mercato videogiochi e intrattenimento: Vivendi compra Activisione e punta alla leadership

Vivendi (internet, televisione, cinema, editoria), società francese, ha annunciato che comprerà Activision



Vivendi, la società francese attiva nel campo dei media e delle comunicazioni (internet, televisione, cinema, editoria) e che ha sfornato niente meno che World of Warcraft, ha annunciato che comprerà Activision, la mamma di titoli a dir poco popolari come Guitar Hero e Call of Duty. Lo fa sborsando 9,85 miliardi di dollari (Reuters).

In particolare, questo significa che la divisione videogiochi della prima si fonderà con la seconda per dar forma a Activision Blizzard.

Si punta tutto sui videogiochi: questa fusione, infatti, rimescolerà le carte in tavola nel mondo dell'intrattenimento, in particolare di quello videoludico, che ha un'importanza sempre più strategica visto che gli incassi che genera sono in crescita a dispetto di altri settori come quello musicale. Activision Blizzard a questo proposito nasce già con grandi aspettative: si prevede per quest'anno un ricavo pro forma di 3,8 miliardi di dollari. Il gigante EA, invece, prevede alla fine del 2007 un ricavo di "soli" 3.2 miliardi.

Musica, media e telecomunicazioni, insomma, non bastano più. Il settore dei videogiochi nel 2007 è in crescita del 18,5 per cento – come segnala il Wall Street Journal – mentre l'industria del cinema solo del 3,8 per cento. Quella musicale, poi, è in discesa. Insomma, sembra che il nuovo motore dell'intera industria dell'intrattenimento sia proprio quello giocato, con console o con computer.

Activision Blizzard nasce subito come un temibile rivale di EA, anche perché è già forte nel settore che invece rappresenta il tallone d'Achille di quest'ultima: il mondo del videogioco online, il cosiddetto Massively multiplayer online game (Mmog) in cui la EA non riesce ancora a eccellere anche se ha, proprio a questo scopo, acquisito Mythic Entertainment e BioWare/Pandemic che si cimentano soprattutto in questo campo.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il