Btp Italia Maggio 2017: rendimento ufficiale finale. Quale sarà tasso di interesse e quando, orario comunicazione

Il rendimento finale dei nuovi Btp Italia non dovrebbe discostarsi di molto dallo 0,45% assicurato, con una forchetta tra lo 0,46% e lo 0,48%.

Btp Italia Maggio 2017: rendimento uffic

Btp: rendimenti netti, premio fedeltà, come funziona



La giornata di domani giovedì 18 maggio 2017 è da segnare sul calendario perché il Ministero dell'Economia emana il decreto di accertamento con il tasso cedolare reale annuo definitivo del nuovo Btp Italia e la quantità finale emessa sia per i compratori individuali e sia per gli investitori istituzionali. Un primissimo bilancio è però già disponibile: sono stati sottoscritti 6.024 contratti che equivalgono alla raccolta di 320 milioni di euro. Provano a tirare un linea aggiornata alla situazione di questa mattina, la nuova emissione il titolo ha raccolto ordini per oltre 3 miliardi di euro. Domani alle ore 12 il quadro sarà completo e anche se gli analisti sembrano escluderlo, attenzione alla chiusura anticipata del collocamento dei nuovi Btp Italia già alle 17.30 di oggi. Il rendimento finale non dovrebbe discostarsi di molto dallo 0,45% assicurato, con una forchetta tra lo 0,46% e lo 0,48%.

Al via il secondo momento del collocamento del Btp Italia: cosa c'è da sapere

L'appuntamento con il secondo momento del collocamento del Btp Italia è dunque per domani mercoledì 18 maggio 2017. Sono ammessi tutti i soggetti esclusi dalla prima fase. La raccolta delle adesioni continua ad avvenire sul MOT in maniera simile alle modalità di un'asta telematica. Al termine di questa operazione è previsto un meccanismo di riparto. La raccolta di adesioni è in programma dalle 9 alle 11. Durante l secondo momento del collocamento del Btp Italia si possono immettere solo proposte di acquisto senza limite di prezzo, sia per conto proprio sia di terzi, sempre secondo le regole di funzionamento del MOT. Terminata la seconda fase le proposte di acquisto diventano ordini di acquisto.

L'offerta totale che l'emittente intende garantire per il secondo momento del collocamento del Btp Italia coincide con la proposta in vendita immessa sul MOT dal dealer incaricato. Se l'ammontare complessivo degli ordini di acquisto risulti superiore all'offerta totale che l'emittente intende collocare, gli ordini sono soddisfatti sulla base di un criterio di riparto con arrotondamento per difetto al taglio unitario dei titoli. Eventuali quantità residue sono assegnate a iniziare da un ordine casuale e a seguire sugli ordini inseriti successivamente. Eventuali ulteriori quantità residue sono allocate a partire dall'ordine con maggiore priorità temporale fin quando non viene esaurita tutta la quantità.

L'intermediario di prossimità provvede a comunicare ai propri clienti i quantitativi assegnati a esito della procedura di riparto. Le domande sono soddisfatte al prezzo fisso pari a 100. Con riferimento agli investitori individuali esteri che partecipano al collocamento, l'identificazione e la certificazione della loro natura spetta all'intermediario che riceve l'ordine dall'acquirente finale e che si impegna a trasmettere tale certificazione agli intermediari a cui invia l'ordine di acquisto ricevuto dal cliente estero. In mancanza di un accertamento oggettivo da parte dell'intermediario finale, l'investitore può partecipare, ma deve essere indirizzato al secondo momento del collocamento del Btp Italia, al pari di qualsiasi altro investitore istituzionale estero.

Ti è piaciuto questo articolo?






Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il