Proroga Liquidazione Iva 2071: tutti i problemi per proroga 31 Maggio non risolti ancora da Agenzia Entrate e Ministero Economia

L'impossibilità di inviare la comunicazione della liquidazione periodica Iva tramite il canale Entratel Desktop Telematico è alla base della richiesta di proroga.

Proroga Liquidazione Iva 2071: tutti i p

Proroga liquidazione Iva maggio 2017



AGGIORNAMENTO: La proroga per il pagamento dell'Iva trimestrale dovrebbe andare in porto nella giornata di oggi venerdì 19 maggio. Una buona notizia per i commercialisti che però sono ancora preoccupati per le indiscrezioni che indicano come termine ultimo per il versamento il 12 giugno. Mentre le attese erano per un lasso di tempo maggiore.

Continua a essere oggetto di confronti la questione della proroga della liquidazione Iva trimestrale oltre il 31 maggio 2017. Ministero dell'Economia e Agenzia delle entrate, nonostante le ampie aperture, non hanno ancora raggiunto una intesa con le associazioni dei commercialisti sulla nuova data. Basteranno 10 o 15 giorni per venire a capo dei problemi lamentati? Alla base di tutto ci sono le modalità di invio telematico ovvero l'impossibilità di inviare la comunicazione della liquidazione periodica Iva tramite il tradizionale canale Entratel Desktop Telematico ma attraverso file in formato XML da firmare digitalmente. Tra le critiche sulle nuove modalità di trasmissione telematica delle liquidazioni periodiche Iva ci sono i costi per i software necessari al nuovo adempimento e la necessità di disporre di oltre due settimane, in linea con lo Statuto del contribuente, per adempiere a questo dovere fiscale considerando le tante novità introdotte.

Proroga liquidazione Iva trimestrale: questione aperta

In attesa della proroga dei tempi della liquidazione Iva trimestrale, l'Agenzia delle entrate ha messo a disposizione il software che consente la generazione dei file conformi alle "Specifiche tecniche e regole per la compilazione della comunicazione", seguendo le istruzioni contenute nel "Modello e istruzioni Comunicazione liquidazioni periodiche Iva". Il modello per la Liquidazione Iva trimestrale va presentato all'Agenzia delle entrate solo per via telematica attraverso un intermediario abilitato ed entro l'ultimo giorno del secondo mese successivo a ogni trimestre.

Nel caso di presentazione di più comunicazioni riferite allo stesso periodo, l'ultima prende il posto della precedente. I dati delle liquidazioni periodiche possono essere trasmessi con un file in formato XML contenente i dati relativi alla Comunicazione del contribuente, un file in formato compresso. Il documenti da inviare devono essere firmati dal soggetto inviante elettronica, ma in caso di invio tramite upload sul sito web del servizio Fatture e Corrispettivi. In caso di mancanza dei requisiti per avvalersi della procedura di liquidazione dell'Iva di gruppo occorre indicare l'ultimo mese di controllo, ricordando che ha effetto a iniziare dalla liquidazione periodica relativa al mese o al trimestre nel corso del quale si è verificata.

Nel particolare caso di incorporazione in corso d'anno dell'ente o società controllante da parte di società esterna al gruppo Iva, qualora la procedura di liquidazione dell'Iva di gruppo si interrompa a seguito dell'incorporazione dello stesso, sia nella Comunicazione dell'ente o società controllante incorporato che in quelle degli enti o società controllati, deve essere indicato il numero corrispondente al mese cui si riferisce l'ultima liquidazione periodica di gruppo mensile o trimestrale. Se invece la procedura prosegue per l'intero anno d'imposta con contabilità separata rispetto a quella dell'incorporante, deve essere indicato 13 in ciascuna Comunicazione dell'ente o società controllante incorporato, presentata dall'incorporante.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il