Pensioni ultime notizie mini pensioni, quota 100, quota 41 forze sociali e due rilanci necessari per pensioni

Nuovi impegni necessari dalle forze sociali per rilancio concreto di ulteriori importanti novità per le pensioni: attese e prospettive

Pensioni ultime notizie mini pensioni, q

pensioni novità due rilanci necessari forze sociali



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 21:30): Vogliono tornare a essere protagoniste e le forze sociali provano a rilanciare le novità per le pensioni con manifestazioni pubbliche e proteste, ma soprattutto con quei chiarimenti necessari su quanto sarà effettivamente possibile conquistare. Perché poi ci sono le ultime e ultimissime notizie che narrano di indicazioni contrastanti rispetto a quanto promesso.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:01): Vedremo adesso se arriveranno e soprattutto quali saranno i risultati per le novità per le pensioni dagli attesi rilanci delle forze sociali. Non solo con presidi e manifestazioni, ma con la spiegazione dei reali obiettivi da raggiungere, considerando che le ultime e ultimissime notizie che hanno riferito di provvedimenti differenti rispetto a quelli annunciati.

Dopo tanto parlare sembra sia arrivato il momento che le forze sociali facciamo qualcosa di importante e concreto in relazione alla questione previdenziale e alle novità per le pensioni da portare avanti. Finora, infatti, le ultime notizie confermano un netto nulla di fatto, puntando anche il dito contro le ultime novità per le pensioni approvate di mini pensione con e senza oneri e di quota 41, nate proprio da un’intesa tra forze sociali e precedente esecutivo ma che, stando a quanto riportato da diretti interessati ma anche alcuni esponenti politici, sono misure che più che sostenere i lavoratori e favorire uscite anticipate dal lavoro, favoriscono gli istituti di credito. Una mossa, dunque, che non ha portato particolare apprezzamento per l’impegno profuso dalle forze sociali. Ed è proprio questo il motivo per cui ora si chiede loro di far qualcosa di più importante.

Due rilanci necessari da forze sociali per ulteriori novità per le pensioni

In base a quanto riportano le ultime notizie, potrebbero essere necessari due particolari rilanci da parte delle forze sociali che potrebbero chiarire le intenzioni sulle prospettive future per eventuali ulteriori novità per le pensioni. E stiamo parlando di:

  1. dare nuova spinta, con forza, al rilancio di importanti novità per le pensioni anche con scioperi e manifestazioni che non sono mai state indette;
  2. spiegare quali sono i loro reali obiettivi proprio sulle novità per le pensioni, considerando che le ultime notizie rese note parlano di misure differenti rispetto a quanto finora annunciato e si tratta di ulteriori mosse che preoccupano.

Dopo il nulla di fatto con l’ultima riunione in programma tra esecutivo e forze sociali che, come confermano le ultime notizie, è letteralmente saltata, ci si preoccupa del fatto che le stesse forze sociali si stiano impegnando, ancora una volta, in altri provvedimenti, continuando a rimandare quelle ulteriori novità per le pensioni per cui fino a poco tempo fa sembravano avessero le idee abbastanza chiare. E a conferma di questa chiara posizione, anche il grande sostegno dato all’organizzazione dell’ultima protesta organizzata a Roma dai Gruppi Online per rilanciare importanti novità per le pensioni a partire dalla novità per le pensioni di quota 41 per tutti.

Le ultime notizie sulle intenzioni delle forze sociali, però, sembrerebbero diverse rispetto a quelle sempre annunciate di necessità di revisione dell’attuale sistema per sostenere le uscite anticipate dal lavoro soprattutto per determinate categorie di persone, particolarmente penalizzate dalle attuali norme pensionistiche in vigore. Forze sociali che, come riportano le ultime notizie, hanno sempre detto di essere favorevoli a novità per le pensioni di quota 100 ma soprattutto a novità per le pensioni di quota 41 per tutti e senza alcuna penalità. Per arrivare all’introduzione di queste importanti novità per le pensioni, sarebbe necessario avviare concretamente quel momento successivo di analisi di ulteriori novità per le pensioni che, però, al momento, secondo le ultime e ultimissime notizie, non contemplerebbe quota 100 e quota 41 per tutti ma:

  1. novità per le pensioni per i più giovani;
  2. novità per le pensioni a seconda della tipologia di occupazione in cui si è impiegati;
  3. novità per le pensioni di cambiamento del meccanismo delle probabilità di vita.

Nuove ipotesi di lavoro delle forze sociali su novità per le pensioni

E le ultime notizie sulle prossime intenzioni reali di lavoro delle forze sociali riguardano proprio le novità per le pensioni per i più giovani: stando, infatti, a quanto riportano le ultime notizie, nel corso di evento pubblico, le stesse forze sociali avrebbero annunciato l’idea di una pensione di garanzia che, secondo le ultime notizie, potrebbe profilarsi come un’assicurazione per i giovani di oggi che vivono condizioni e carriere lavorative precarie e discontinue e che, considerando le regole pensionistiche di calcolo esclusivamente contributivo della pensione finale, non riuscirebbero a maturare una pensione finale tale da permettere di vivere in maniera dignitosa. Proprio per sostenere queste situazioni, le forze sociali hanno lanciato la proposta di una pensione contributiva di garanzia, che dovrebbe però, prevedere, stando alle ultime notizie, requisiti di pensione più lunghi di quelli attualmente previsti, in base al sistema attuale che prevede scatti di allungamento dell’età pensionabile ogni due anni.

La novità per le pensioni di pensione di garanzia per i giovani, secondo quanto confermano le ultime notizie, dovrebbe interessare tutti coloro che hanno iniziato a lavorare dal 1996 con calcolo della propria pensione finale con calcolo contributivo, basato cioè esclusivamente sui contributi realmente versati nel corso della propria vita lavorativa, coinvolgendo, dunque, persone che andranno in pensione dal 2040 in poi, con 44-45 anni di contributi e 69 anni d’età sia per gli uomini che per le donne, con possibilità di anticipare l’età pensionabile fino a 66 anni.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il
Puoi Approfondire