Pensioni ultime notizie su mini pensioni, quota 100, quota 41 da Camusso, Barbagallo, Furlan

Le ultime posizioni di Camusso, Furlan, Barbagallo su atti finali ancora attesi e necessità di ulteriori novità per le pensioni

Pensioni ultime notizie su mini pensioni

pensioni novità ultime affermazioni susanna camusso



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 18:01): Non arrivano risposte convincenti dall'esecutivo sulle ragioni per cui le novità per le pensioni stiano attraversano un momento di totale congelamento. Eppure dovrebbero fornirle, come sollecitato dalle forze sociali, fino a questo momento, stando alle ultime e ultimissime notizie, senza risultati apprezzabile sia in riferimento al primo che al secondo momento di confronto.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:45): Continua a muoversi su due livelli il piano delle critiche delle forze sociali sulle novità per le pensioni. C'è innanzitutto quello degli atti conclusivi su mini pensioni e quota 41 che non riescono a vedere luce. E poi, non meno importante come ricordano le ultime e ultimissime notizie, c'è il congelamento del momento successivo delle novità per le pensioni, più decisivo in prospettiva.

Tardano ad arrivare gli atti finali relativi alle ultime novità per le pensioni di mini pensione con e senza oneri e di quota 41, continuando a far slittare la loro stessa entrata in vigore che era stata fissata al primo maggio, e tardano i tempi di avvio del momento successivo di analisi di ulteriori novità per le pensioni che, fino a qualche settimana fa, rappresentavano uno spiraglio di speranza positiva per l’attuazione di importanti novità per le pensioni tanto attese da tempo. E in questo quadro generale di forte ritardo su tutto ciò che interessi la questione pensioni, la posizione delle forze sociali, ad oggi, secondo le ultime notizie, sembra piuttosto controversa, tra critiche all’esecutivo per i ritardi degli atti finali, a nuove proposte di novità per le pensioni che non sembrano proprio seguire la strada di quelle novità per le pensioni di cui si parlava fino a qualche tempo fa.

Le ultime affermazioni della Camusso e impatto su novità per le pensioni

Critica nei confronti del forte ritardo da parte dell’esecutivo sulla definizione degli atti finali relativi alle ultime novità per le pensioni di quota 100 e quota 41 per tutti senza oneri, la leader della Cgil, Susanna Camusso, che, stando a quanto riportano le ultime notizie, avrebbe nuovamente invitato lo stesso esecutivo a spingere l’acceleratore sugli atti finali per mini pensione e quota 41, spiegando che forse si continuano a sottovalutare quelle stesse pensioni che rappresentano, secondo la Camusso, una vera e propria ‘ferita’ nel mondo occupazionale. Per la leader della Cgil, non è più ammissibile ulteriore ritardo nella presentazione ufficiale degli atti finali per le novità per le pensioni di mini pensione e quota 41 importanti, tra l’altro, per permettere di andare effettivamente avanti con il momento successivo di analisi

Le ultime posizioni della Furlan e conseguenze per novità per le pensioni

Anche per Annamaria Furlan, segretario generale della Cisl, è arrivato il momento che l’esecutivo arrivi alla ufficiale definizione degli atti finali su novità per le pensioni di mini pensione e quota 41, perché se i primi ritardi potevano essere giustificabili, tutta questa seguente attesa sta diventando ingiustificabile ed è ora che si acceleri su tutti gli iter burocratici che rappresentano la causa del ritardo degli atti finali. E in riferimento al momento successivo per ulteriori novità per le pensioni, la Furlan, come riportano le ultime notizie, avrebbe spiegato di avere tutte le intenzioni di ripartire dai più giovani, categorie di persone oggi fortemente penalizzate da un punto di vista lavorativo e per cui è necessario prospettare nuove certezze per il futuro, ponendosi come sorta di controbilancia a quella precarietà e a quella mancanza di occupazione che oggi sono costretti a subire e che certo non prospetta per loro un roseo futuro pensionistico. E infatti, la stessa Furlan, stando a quanto riportano le ultime e ultimissime notizie, avrebbe parlato della necessità di rendere obbligatoria la previdenza integrativa in modo da permettere ai più giovani di riuscire ad arrivare ad una pensione migliore.

Le recenti affermazioni di Barbagallo e ripercussioni su novità per le pensioni

Dal canto suo, il leader della Uil, Carmelo Barbagallo, tra coloro che aspettano con particolare attesa l’avvio del momento successivo di analisi delle ulteriori novità per le pensioni, in riferimento al ritardo di arrivo degli atti finali sulle novità per le pensioni di mini pensione e quota 41, ha ribadito la necessità di arrivo degli atti finali, puntando, anche lui, il dito contro la burocrazia del nostro Paese, e spiegando che quanto più tempo si attendono questi atti finali, tanto più tardi entreranno in vigore le uniche novità per le pensioni, seppur minime e troppo limitate, definite dal precedente esecutivo.

Lo stesso Barbagallo, stando a quanto riportano le ultime notizie, ha anche parlato recentemente della necessità di ulteriori misure sociali alla luce delle ultime notizie sulla condizione occupazionale degli over 50 che, pur essendo più occupati dei più giovani, sono anche in tanti a rimanere senza impiego e avere chiare e ovvie difficoltà di trovare una nuova attività.

Ti è piaciuto questo articolo?






Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il