Pensioni ultime notizie quota 100, mini pensioni, quota 41 sarà di sempre il peggiore esecutivo prossimo

Prossimo esecutivo probabilmente il peggiore di sempre: ultime notizie su situazione attuale, prospettive e importanza di novità per le pensioni

Pensioni ultime notizie quota 100, mini

pensioni novità prossimo esecutivo peggiore



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 14:15): Non sono affatto brillanti le prospettive sulle novità per le pensioni anche perché stando così le cose ovvero senza un sistema di voto adeguato in grado di formare una reale maggioranza, il rischio è di creare una situazione di stallo. Un po' come quella che raccontano adesso le ultime e ultimissime notizie, ma per ragioni differenti.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 20:01):  E' questo e il scorso il peggior esecutivo mai avuto per e al di là delle novità per le pensioni? Gli esperti non lo sono affatto convinti, anzi, dalle premesse che nelle ultime notizie e ultimissime si evincono per il prossimo, è facile che lo sarà quello che arriverà, qualunque esso sia

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 20:01): Se si pensa di aver visto il peggio con questo e il precedente esecutivo per le novità per le pensioni e in generale si può sbagliare e non di poco per differenti esperti che ritengono che il prossimo sarà anche peggiore con le condizioni che nelle ultime notizie e ultimissime si stanno concretizzando.

Un centrodestra animato da continue tensioni, un centrosinistra scisso e i pentastellati nuovi grandi rivali dei più importanti schieramenti politici, riusciti a conquistare grande consenso tra quei cittadini stanchi di una politica che ha promesso e continua a promettere senza mai far nulla di concreto. E se le ultime notizie confermano la situazione di una Italia letteralmente immobile, dove la svolta per la crescita sembra ancora decisamente lontana, colpa di una classe politica che dal precedente esecutivo all’attuale non è riuscita a definire i giusti provvedimenti per un rilancio dello sviluppo e non è riuscita a decidere gli investimenti migliori e strategici proprio volti ad una nuova crescita del Paese, stando a recenti analisi, la situazione potrebbe diventar ancor peggiore, per quanto possibile, con il prossimo esecutivo.

Prossimo esecutivo peggiore di sempre

Se, dunque, c’è chi pensa che l’esecutivo di oggi, o quello di un anno fa, siano i peggiori probabilmente dovrà ricredersi e l’ipotesi di un prossimo esecutivo che potrebbe riuscire ad essere il peggiore di sempre è sostenuta non solo dalla scarsa esistenza di personalità in grado di garantire un effettivo contributivo al rilancio dell’Italia, giacchè le ultime notizie su scandali, indagini, inchieste, ci stanno dimostrando come, più o meno, tutti tendano a fare i propri interessi piuttosto che porre principale attenzione al bene del Paese, ma anche dalla situazione economica generale in prospettiva.

Se, infatti, l’andamento attuale di spread e inflazione e l’operazione di Qe della Banca centrale europea, insieme ai tassi ancora ai minimi, avrebbero potuto rappresentare elementi strategici di cui approfittare, cosa che non è stata fatta, con il passare del tempo le condizioni convenienti attuali muteranno, peggiorando, dunque, il quadro macro economico e se il prossimo esecutivo, come difficilmente ci si aspetta, non attuerà davvero interventi e cambiamenti peggiorativi, sarà impossibile far qualcosa per cambiare realmente lo scenario. A queste ultime notizie si aggiunge anche la mancanza, ormai da troppo tempo, di un sistema per andare alle urne, il che in un paese civile è una pecca non da poco. I cambiamenti da attuare dovrebbero essere:

  1. concreta revisione della spesa pubblica e tagli agli sprechi;
  2. misure profonde di contrasto all’evasione fiscale;
  3. lotta reale alla corruzione;
  4. riduzione degli investimenti in misure che continuano a rivelarsi inefficaci.

Passi necessari per rilancio del Paese e provvedimenti strategici

Primo passo che, forse, dovrebbe essere concretamente fatto riguarda la definizione di un sistema nuovo, chiaro e definito che permetta di andare finalmente al voto, possibilità che, ricordiamo, non viene data agli italiani da anni, con la successione di ben quattro esecutivo avvicendatisi senza voto, anche questo meccanismo inconcepibile in un paese civile e democratico. Solo con un nuovo sistema per elezioni, si potrebbe dunque andare al voto e dare ai cittadini la possibilità di scegliere i propri rappresentanti senza correre il rischio di ingovernabilità ma certi di avere una maggioranza sicura. In quel caso, poi, parecchia dovrebbe essere la strada che chiunque riuscirà ad arrivare all’esecutivo dovrà compiere, cercando misure non solo per rilanciare il Paese in maniera concreta ma anche per risolvere gli errori nel passato. Tutto in uno scenario macro economico che, come sopra detto, non sarà affatto confortante. E resta ancora da vedere come si porrà la comunità nei confronti.

E’ chiaro con queste premesse, nonostante in tanti spingano per elezioni subito, il compito del prossimo esecutivo non sarà certo semplice ed è bene che si sappia, anche considerando le ultime notizie su prospettive decisamente negative. Ma è anche bene sapere che tra le misure per rilanciare la crescita del Paese concretamente e per risolvere gli errori nel passato bisognerà innanzitutto pensare a quelle profonde novità per le pensioni sempre più necessarie, come quota 100, o quota 41 per tutti, o di revisione dell’attuale sistema, che potrebbero essere le uniche a prospettare, per quanto inizialmente possibile, nuovi passi verso il miglioramento, visti i molteplici vantaggi che porterebbero tra:

  1. rilancio occupazionale per i più giovani;
  2. rilancio della produttività;
  3. rilancio dei consumi, in generale.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il