Pensioni ultime notizie su mini pensioni, quota 100, quota 41 da Padoan, Daveri, Mascio

Le recenti posizioni di Daveri, Mascio, Padoan su andamento dell’economia del nostro Paese, prospettive e novità per le pensioni

Pensioni ultime notizie su mini pensioni

pensioni novità ultime affermazioni ministro padoan



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 11:03): Non tutti sono convinti dell'esigenza delle novità per le pensioni, ma di altre iniziative iniziative perchè per alcuni tutto va bene o almeno così spiegano e non una volta nelle proprie affermazioni contrariamenti a ia quanto riportato da differenti esperti nelle ultime notizie e ultimissime e dai dati oggettivi.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 17:30) Se per uno degli esponenti più autorevoli tutto vada al meglio, anzi migliori e le novità pensioni non servono, mentre gli esperti e studiosi partendo anche da punti differenti lanciano allarmi nelle ultime notizie e ultimissime, può avere solo un doppio significato.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 9:30): Sono diverse le affermazioni tra gli esperti e l'esecutivo sull'economia con le novità per pensioni posizioni assi differenti. Da una parte per i secondi nonostante i dati davvero preoccupanti nelle ultime notizie e ultimissime tutto sembra andare bene e non c'è bisogno di nessuna particolare iniziativa.

L’andamento dell’economia italiana registra ancora risultati negativi: il deficit dello Stato è ancora molto alto, il progresso relativo alla crescita fermo sullo zero, la situazione occupazionale sempre più allarmante. A pagarne le conseguenze, in quest’ultimo caso, soprattutto i più giovani che oggi, come confermano le ultime notizie, non sembrano avere prospettive interessanti e positive per il loro futuro, né da un punto di vista di realizzazione professionale, vista la mancanza di opportunità lavorative, né da un punto di vista di realizzazione privata e familiare, non avendo le possibilità di una piena autonomia e dovendo ancora in gran parte dipendere dai genitori. Si tratta di una situazione generale che impone chiaramente le necessità e l’urgenza di far qualcosa di concreto per cambiarla.

Le ultime affermazioni di Daveri e impatto su novità per le pensioni

Per l’economista Francesco Daveri, le ultime notizie su una generalizzata crescita a livello comunitario e uno stallo totale nel nostro Paese rappresentano la chiara dimostrazione di come sia ormai arrivato il vero momento di far qualcosa, il momento di passare da parole, annunci e promesse a fatti concreti, misure reali e profonde che siano realmente in grado di rilanciare la crescita economica italiana. Si tratta certamente di un processo che sarà molto lungo, e particolarmente tortuoso a tratti, ma che è diventato necessario quanto meno iniziare. Per raggiungere una decisa crescita entro quest'anno, per Davero sarà necessario portare avanti sforzi e impegni a livello strutturale, cercando di risolvere quella instabilità politica che sta notevolmente contribuendo a peggiorare le cose.

Il miglioramento auspicato da Daveri non sarebbe raggiungibile, però, per esempio, con quelle attuali novità per le pensioni di mini pensione con e senza oneri e di quota 41, che ritiene rischiosamente inutili, troppo limitate e di scarsa portata considerando che si tratta di novità per le pensioni ristrette e che non sembrano affatto orientate verso il raggiungimento l’obiettivo è quello di riportare equilibrio sociale, questa non si preannuncia certo la migliore strada da seguire. Preferibili sarebbero novità per le pensioni più importanti come quota 100 o quota 41 per tutti.

Le ultime posizioni di Mascio e impatto su novità per le pensioni

Stando alle ultime notizie riportate da Carlo Mascio, editorialista ed esperto, il deficit dello Stato già elevato dovrebbe crescere ancora passando dal 132,6% del 2016 al 133,1% del 2017 per poi riscendere a 133,2% nel 2018, dimostrando, dunque, un andamento per nulla stabile e continuo, così come dovrebbe aumentare anche la spesa pubblica. L'obiettivo, però, dovrebbe essere proprio quello di riduzione della spesa pubblica con conseguente possibilità di accumulare risparmi da reinvestire poi in successivi provvedimenti positivi per tutti, a partire dalle profonde novità per le pensioni. Proprio queste ultime, inoltre, potrebbero contribuire a sbloccare la situazione occupazionale attuale d'Italia.  

Le ultime affermazioni di Padoan e conseguenze per novità per le pensioni

Del tutto diverse le ultime affermazioni del ministro dell’Economia Padoan, che solo qualche giorno fa ha annunciato un miglioramento delle condizioni dell’economia italiana, continuando a ribadire che le profonde novità per le pensioni non sono prioritarie per il rilancio dello sviluppo del nostro Paese, posizione del resto non nuovo, ma che da tempo mantiene il silenzio sia sulle pensioni sia sulle misure per l’iter economico, su cui si potrebbe continuare a temporeggiare forse nella consapevolezza, sottesa, di andare verso un nuovo voto che, decidendo qualcosa ora, potrebbe sovvertire tutto.

Ti è piaciuto questo articolo?






Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il