Liquidazione Iva 2017: richiesta per proroga più tempo ad Agenzia Entrate. Proroga 31 Maggio non ufficiale

Per ciascuna liquidazione periodica dell'Iva in scadenza il 12 giugno deve essere compilato un distinto modulo della comunicazione.

Liquidazione Iva 2017: richiesta per pro

Proroga liquidazione Iva maggio 2017



AGGIORNAMENTO: Si è fatto troppo presto a parlare di proroga concessa per la liquidazione iva al 12 Giugno. Non è così' ufficialmente ancora e sembra che le varie associazioni dei comemrcialisti non le accettanno asslutamente e le trattaiva va avanti coms scritto sotto.

 

Resta ora da capire se la nuova data del 12 giugno per la liquidazione Iva trimestrale sarà sufficiente per commercialisti e professionisti per prendere definitiva dimestichezza con le tante novità introdotte quest'anno. Nulla va dato per scontato sia perché il software per effettuare l'operazione è stato rilasciato in ritardo rispetto a quanto immaginato e sia perché funziona attraverso una piattaforma diversa da quella nella quale vengono trasmessi i dichiarativi fiscali. Una complicazione che si aggiunge a quella per i soggetti che hanno accreditato un canale FTP, a cui è concesso l’invio collettivo ma con le comunicazioni singole. Insomma, criticità tecniche ma ben avvertite da chi è alle prese con queste operazioni.

Liquidazione Iva, da effettuare entro il 12 giugno 2017

Ai file contenenti le comunicazioni, specifica con attenzione l'Agenzia delle entrate, va apposta una firma digitale o, in alternativa, la firma elettronica basata sui certificati rilasciati dall'Agenzia. Quest'ultima può essere applicata con la funzionalità disponibile sulle piattaforme Desktop Telematico ed Entratel Multifile. Allo stesso modo di quanto capita per la funzione di autentica, la firma può essere apposta con un'unica operazione su tutti i file selezionati. I soggetti che hanno accreditato un canale FTP per il colloquio con il Sistema di interscambio possono trasmettere attraverso lo stesso canale una o più comunicazioni firmate singolarmente con certificato qualificato oppure con certificato emesso dall'Agenzia delle entrate. Le comunicazioni possono essere inserite in un unico supporto e trasmesse secondo le modalità descritte nel documento Istruzioni per il Servizio SDIFTP vers. 1.3.

Per ciascuna liquidazione periodica deve essere compilato un distinto modulo della comunicazione, compilando il campo Mod. N. posto in alto a destra nel quadro VP. Di conseguenza i contribuenti che effettuano solo liquidazioni periodiche mensili devono compilare un modulo per ciascun mese del trimestre; solo liquidazioni periodiche trimestrali devono compilare un unico modulo per il trimestre; sia liquidazioni mensili che trimestrali devono compilare un modulo per ciascun mese e un modulo per il trimestre.

E sempre a proposito di liquidazione Iva, da effettuare entro il 12 giugno 2017, nel caso in cui il soggetto dante causa non si sia estinto per effetto dell'operazione straordinaria o della trasformazione, la Comunicazione deve essere presentata dal soggetto avente causa, se l'operazione straordinaria o la trasformazione ha comportato la cessione del debito o del credito Iva. Questo soggetto presenta dunque due distinte Comunicazioni. Di conseguenza il soggetto dante causa non deve presentare la Comunicazione relativamente all'attività oggetto dell'operazione straordinaria; da ciascuno dei soggetti coinvolti se l'operazione straordinaria o la trasformazione non ha comportato la cessione del debito o credito Iva in relazione alle operazioni da ciascuno di essi effettuate nel trimestre cui si riferisce la Comunicazione.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il