Buoni vacanza e agevolazioni per i cittadini meno abbienti approvati in Finanziaria 2008. Polemiche

I ''buoni-vacanza'' in grado di avvicinare al turismo anche le fasce sociali più deboli sono stati approvato in un emenadamento della Finanziaria 2008.



I ''buoni-vacanza'' in grado di avvicinare al turismo anche le fasce sociali più deboli sono stati approvato in un emenadamento della Finanziaria 2008.

Per il Codacons si tratta di un provvedimento "inutile se non dannoso per i cittadini italiani, e rischia di sembrare una presa per i fondelli per quelle fasce che non riescono ad arrivare alla fine del mese i consumatori più poveri, non sentono certo il bisogno di andare a divertirsi in vacanza, ma sentono la forte esigenza di riuscire a pagare tutte le bollette e di assicurarsi i pasti quotidiani.

Un bonus di almeno mille euro servirebbe semmai alle famiglie meno abbienti per far fronte al caro-alimentazione e al caro-bollette, fenomeni divenuti oramai una vera e propria emergenza sociale contro la quale il governo dovrebbe prendere immediati provvedimenti, poiché l'alimentazione e le utenze domestiche rappresentano una priorità rispetto alle vacanze".

Soddisfazione è stata invece espressa da Claudio Albonetti, presidente di Assoturismo-Confesercenti

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il
Puoi Approfondire