Pensioni ultime notizie mini pensioni, quota 41, quota 100 vergogna 48 mesi confermata ancora per pensioni

Ancora privilegi, discriminazioni e furbizie a tutto discapito di importanti novità per le pensioni per tutti: ultime notizie e situazioni attuali

Pensioni ultime notizie mini pensioni, q

pensioni novità ancora pensioni 48 mesi sempre



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 13:47): Non solo la revisione pensioni degli esponenti non sembra pià tra le novità per le pensioni, ma privilegi vengono confermati tuttora nelle ultime notizie e ultimissime quando doveva essere massimo l'impegno a cancellare questa disparità di trattamento.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 8:41): Da una parte revisione  pensioni come novità per le pensioni non ci sarà più e dall'altra 48 mesi di attività ora riconfermati sempre per i rappresentanti delle varie forze in differenti casi nelle ultime notizie e ultimissime, ribaditi ancora una volta come necessari per avere per sempre una pensione. 

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 23:01):  Come al solito si è cercato di far passare inosservate questa doppia novità per le pensioni ovvero che per differenti casi, soprattutto, territoriali, bastano acora 48 mesi per avere  una pensione per sempre, mentre dall'altra la famosa e tanto attesa revisione delle pensioni non arriverà, saltata completamente. nelle ultime notizie e ultimissime quando pure c'era la convergenza.

E’ saltato per l’ennesima volta il voto sulla revisione delle elevate pensioni degli esponenti, che secondo le ultime notizie era in calendario per la fine del mese di maggio ma di cui non si è fatto più nulla, dimostrazione del fatto che, forse, nulla si vuol fare per cambiare questa situazione. Nonostante vi siano infatti da tempo proposte che mirano a rivedere e del tutto anche abolire l’erogazione delle elevate pensioni, si continua a rimandare, lasciando le stesse pensioni intatte, mentre ai cittadini continuano ad essere chiesti sacrifici. E così a fronte di esponenti che arrivano a percepire pensioni anche di 15 mila euro vi sono cittadini che non riescono a vivere una vita dignitosa perché non arrivano a percepire nemmeno 500 euro piene al mese. E’ chiaro come si tratti di una situazione di squilibrio che assolutamente meriterebbe di essere rivista, logicamente. E ci si chiede perché si continui a non fare nulla, nonostante sia chiaramente evidente come possa essere pesanti per gli stessi esponenti rinunciare a mensilità da urlo.

Costi delle alte pensioni degli esponenti e impatto su novità per le pensioni per tutti

Decisamente esorbitanti i costi delle alte pensioni erogate per gli esponenti di Montecitorio e Palazzo Madama, con il costo delle pensioni del personale e degli ex deputati che, stando a quanto riportano le ultime notizie, peserebbe per oltre il 41% sui costi totali, ben 392,3 milioni l’anno su 949. Con l’entrata in vigore delle attuali norme pensionistiche anche le pensioni degli esponenti politici hanno iniziato ad essere calcolate con sistema contributivo, ma solo per coloro in carica al primo gennaio 2012 e per quelli che saranno eletti successivamente e per ottenere la pensione serviranno almeno 48 mesi di mandato. Raggiunta tale soglia, gli interessati percepiranno la loro pensione per sempre, mentre se la legislatura si concludesse anticipatamente, a meno che l’esponente non venga rieletto, con possibilità di cumulo dei precedenti contributi, gli stessi contributi si perderanno.

Se, dunque, per esempio, andando ad elezioni subito, l’attuale legislatura si concludesse prima del 15 settembre, circa 500 esponenti istituzionali eletti per la prima volta nel 2013 perderebbero il diritto alla pensione e contributi nel caso non venissero rieletti. C’è da dire che rispetto al passato, prima cioè del 2012, il valore delle pensioni degli esponenti si è ridotto notevolmente, compiendo un primo passo verso un’equità che, però, sembra ancora ben lontana dall’essere raggiunta, considerando che vi sono ancora tantissimi esponenti che percepiscono somme esagerate senza, fondamentalmente, aver alcun merito e alcuna giustificazione per averle. E secondo le ultime notizie, le prestazioni pensionistiche nel 2018 dovrebbero ridursi ancora di circa il 4,5%. Restano, tuttavia, ancora diversi privilegi, per esempio, per le pensioni di reversibilità che prevedono regole più ‘leggere’ per figli e genitori. E mentre, da una parte, questi privilegi continuano, rappresentando un costo per lo Stato, dall’altro, si continua a dire che mancano i soldi per l’approvazione di novità per le pensioni importanti per tutti e che permetterebbero anche di rendere più equo per tutti il sistema previdenziale. E stiamo parlando di:

  1. novità per le pensioni di quota 41 per tutti;
  2. novità per le pensioni di quota 100;
  3. novità per le pensioni di revisione delle probabilità di vita.

Discriminazioni e privilegi che ancora continuano

Non solo continuano, dunque, i privilegi e continuano ad essere rimandate le novità per le pensioni positive per tutti e che avrebbero il duplice vantaggio di rilanciare l’occupazione ma anche di permettere di accumulare risparmi, seppur nel lungo periodo, ma continuano anche le discriminazioni. E così se gli esponenti istituzionali possono avere diritto alle pensioni già dopo almeno 48 mesi di mandato, d’altro canto in alcune regioni italiane, con la Sicilia in prima fila, crescono a dismisura i falsi portatori di handicap, che secondo le ultime notizie sarebbero aumentati del 130%, passando da 2.203 a 3.682 casi. Anche l’erogazione di queste false pensioni continua a sottrarre soldi che potrebbero essere altrimenti investiti per la introduzione di novità per le pensioni positive per tutti, da tempo richieste e da troppo tempo ancora attese proprio per mancanza del budget necessario.   

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il
Puoi Approfondire