Pensioni ultime notizie quota 100, mini pensioni, quota 41 richiesta ancora una volta per ripresa da più enti

Per aumentare i consumi la chiave decisiva potrebbe essere quella del rilancio delle novità per le pensioni. E infatti arrivano ultime notizie pensioni con richiesta di interventi.

Pensioni ultime notizie quota 100, mini

Pensioni, ultime notizie pensioni, pensioni rilancio



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 12:01): Questa volta tocca all'Associazione dei Commercianti richiedere novità per le pensioni per il rilancio di una ripresa che appare davvero molle e fragile nelle ultime notizie e ultimissime se viste con una certa obiettività e oggettività. 

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 20:01): Sono differenti e sempre più numerosi gli attori che considerano le novità per le pensioni una delle variabili che si possono adottare per iniziare un percorso di ripresa sempre più urgente e necessaria nelle ultime notizie e ultimissime se visto tutto in maniera oggettiva

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:30): Arrivano ancora richieste di rimettere il Paese in carreggiata, sfruttando anche le novità per le pensioni troppo spesso trascurate. E queste nuove invocazioni hanno un obiettivo ben preciso: rilanciare i consumi, ancora inchiodati al ribasso nelle ultime notizie e ultimissime, innescando un processo virtuoso favorendo l'avvicendamento nelle attività.

Non bastassero le sfavorevoli congiunture oltre confine, adesso ci pensano le complicazioni nazionali a rendere il quadro sempre più complicato e incerto per le novità per le pensioni. Non stupiscono allora le continue richieste di apportare cambiamenti e miglioramenti o semplicemente di una decisa sterzata rispetto alle inefficaci scelte degli ultimi tempi. Il più recente grido di allarme, con tanto di invocazione di interventi, è adesso arrivato dall'assemblea annuale dell'associazione dei commercianti. L'obiettivo finale è il rilancio dei consumi mettendo in pista iniziative e decisioni continue, reali, concrete e a largo respiro. Nonostante qualcosa si sia mosso, anche in relazione alle novità per le pensioni, i risultati non sono apprezzabili e a testimoniarlo sono proprio i consumi che non crescono come dovrebbero. E a poco sembrano evidentemente servire le agevolazione che questi ultimi esecutivi hanno elargito a più riprese.

Ennesima richiesta di ripresa anche giocando con le novità per le pensioni

Dall'assemblea annuale dell'associazione dei commercianti arrivano insomma segnali inequivocabili: poco e male è stato fatto per favorire la ripresa, anche giocando con le novità per le pensioni, e per rimettere in moto il Paese. Più precisamente

  1. le novità per le pensioni continuano a non essere ritenute una sana leva per lo sviluppo e la ripresa del Paese, magari sfruttando il meccanismo della sostituzione generazionale per introdurre forze fresche e innovazione;
  2. l'eccesso di burocrazia, di carte e di rinvio ha solo l'effetto di ritardare i cambiamenti, come testimoniato in maniera lampante dalle vicende di mini pensioni e quota 41 ovvero le novità per le pensioni più importanti di questa maggioranza;
  3. si assiste a una carenza di legalità che nel caso delle novità per le pensioni si traduce nella difficoltà a contrastare i sempre più numerosi casi di truffe, abusi, ingiustizie e sottrazione di budget collettivo che potrebbe essere dirottato per sostenere le stesse novità per le pensioni;
  4. la fragilità dell'intera impalcatura delle pensioni genera insicurezza nella giovani e nelle vecchie generazioni, frena i consumi e spinge per l'adozione di un progetto di rilancio delle novità per le pensioni che siano quanto più stabili e universali;
  5. lo stallo si protrae ormai da molto tempo, le novità per le pensioni sono continuamente rinviate e il risultato è evidente: stop alla crescita e allo sviluppo, rallentamento ininterrotto dei consumi.

Da qui è arrivato poi l'invito ad allargare il coinvolgimento a iniziare dal basso, senza escludere alcun attore, incluse le forze sociali, così da mettere in piedi un progetto concreto, utile e autorevole.

Ripresa dei consumi con le novità per le pensioni

Per aumentare i consumi, emerge dall'assemblea annuale dell'associazione dei commercianti, una variabile che costa meno delle altre è proprio quella del rilancio delle novità per le pensioni. Le conseguenze positive sarebbero a catena e si innescherebbe un circuito positivo: permetterebbe di liberare posti nelle attività, spingerebbe i giovani a formare e ad allargare le famiglie, favorirebbe le nascite in un contesto di demografia bloccata, anche per via dell'aumento dell'ottimismo, rilancerebbe la produttività. Insomma, si tratterebbe di un fattore qualificante, una scelta strategica e soprattutto relativamente più economico rispetto ad altre soluzioni, peraltro poco efficaci come dimostrato dagli indicatori recenti, e che non è affatto certo che imbocchino la direzione giusta.

Ti è piaciuto questo articolo?






Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il